SPECIALE SALONE EICMA 2021
Tutte le novità Casa per Casa

MXGP 2015: Cairoli alla ricerca della vittoria in Argentina (orari TV)

Mancano poche ore al terzo Gran Premio dell’anno del Mondiale Motocross, che vedrà i campioni di MXGP e MX2 sfidarsi su un tracciato tutto nuovo. Tony non è ancora salito sul gradino più alto del podio, mentre Villopoto sì. Ci sarà la rivincita? Tutte le info utili

Mxgp 2015: cairoli alla ricerca della vittoria in argentina (orari tv)

Tre interminabili settimane hanno separato il terzo round del Mondiale Motocross 2015 dai primi due appuntamenti stagionali (GP del Qatar e GP della Thailandia). Ma ora l’attesa è finita, eccoci finalmente a Neuquen, in Argentina, per riaprire le danze della MXGP. Di seguito gli orari TV: ricordate che nelle trasmissioni Mediaset, a fianco di Alberto Porta, ci sarà Marco Gualdani, redattore di Motociclismo FUORIstrada (è in edicola il numero di aprile!).

 

ORARI TV

Mediaset Italia 2, diretta

  • 18,00 Gara1 MXGP
  • 20,00 Gara2 MX2
  • 21,00 Gara2 MXGP

 

Eurosport 2, diretta

  • 17,00 Gara1 MX2
  • 18,00 Gara1 MXGP
  • 20,00 Gara2 MX2
  • 21,00 Gara2 MXGP

 

Pista nuova per tutti. chi si adatterà più velocemente?

La pista è una sorpresa per tutti i piloti, fattore di fondamentale importanza per prevedere la classifica finale della gara (impossibile azzeccare chi troverà il migliore set-up delle sospensioni o la mappatura della centralina adatta per primo). Il Patagonia Race Track (questo il nome della pista) è un circuito piuttosto lineare, con velocità di punta elevate nei rettilinei e salti invitanti (qui alcune foto), come dichiarato da Davide Guarneri (TM Racing) su Instagram. Difficile dunque capire chi sia il favorito su un tracciato del quale sappiamo poco o niente, tuttavia possiamo capire chi è il pilota più in forma del momento. Intanto ecco un video dall’alto del tracciato.

 

 

Mxgp: desalle tabella rossa, strijbos out

La tabella rossa conferisce un certo potere psicologico al detentore, in quanto questi sa di essere in testa al Campionato, ma potrebbe anche essere una limitazione mentale. In questa difficile situazione si trova, per la prima volta dall’inizio del Mondiale, Clement Desalle (Rokstar Energy Suzuki). La sua RM-Z 450 sfoggia con sicurezza e grinta una tabella porta numero di un rosso intenso, che attira l’occhio dell’osservatore sul giallo “Suzu”. Forte di due secondi posti nei primi due GP, Desalle è attualmente il pilota più in forma e più costante della MXGP. Ancora a secco di vittoria il nostro Tony Cairoli (Red Bull KTM), che in Gara2 in Thailandia ha comunque dimostrato che il fiato e le braccia per stracciare gli avversari non gli mancano di certo. Il siciliano ha dichiarato di non essere al top della forma fisica, ma sa di avere le carte in regola per vincere. Speriamo sia la volta buona. Un po’ più sofferente Ryan Villopoto (Monster Energy Kawasaki). L’americano ha stravinto Gara1 del precedente GP, per poi faticare a tenere il ritmo di Cairoli e Desalle in Gara2, vincendo comunque il suo primo Gran Premio iridato. Il format di gara utilizzato nel Mondiale è parecchio diverso a quello tipico dell’AMA Supercross e a Ryan serve ancora qualche GP per adeguarsi al 100%. Non ci sarà Kevin Strijbos, compagno di squadra di Clement Desalle: il belga ha deciso di sottoporsi ad un’operazione al polso che da tanto tempo gli dà fastidio nella guida estrema. Al momento non sappiamo quanto Strijbos starà fuori dalle scene iridate, ma quasi sicuramente salterà anche il GP del Trentino (19 aprile 2015). Per quanto riguarda il Team Yamaha Factory di Rinaldi, stiamo assistendo al processo inverso rispetto a quanto ci saremmo aspettati, con Romain Febvre a lottare per le posizioni che contano e Jeremy Van Horebeek, vice Campione del Mondo 2014, che fatica, facendo segnare un doppio zero in Thailandia. La lista dei top rider non è ancora finita: non possiamo di certo dimenticare la doppietta di Max Nagl (Husqvarna IceOne Racing) in Qatar e Gautier Paulin (Honda HRC). Il primo, se centra l’holeshot, può essere una seria minaccia per tutti. Il secondo non ha ancora trovato lo stesso feeling che aveva lo scorso anno con la Kawasaki, ma è pur sempre il pilota di punta di Honda.

 

Mx2: rientra anstie, tixier out

Ancora una volta, per la MX2, il favorito è Jeffrey Herlings (Red Bull KTM), due volte (quasi tre…) Campione del Mondo MX2. Qualsiasi tipo di terreno affronti, sembra essere il suo preferito. Chi può fermare l’olandese volante? Di certo non il Campione del Mondo in carica Jordi Tixier (Monster Energy Kawasaki), squalificato per aver aggredito un medico dopo le cure ricevute tra Gara1 e Gara2 in Thailandia. Tixier rientrerà al GP del Trentino, ma per questo appuntamento lo sostituirà David Herbreteau, uno dei giovani francesi più promettenti (lo scorso anno ha partecipato all’Europeo Motocross EMX in sella ad una Yamaha 125 ottenendo il quarto posto finale). L’unico a poter impensierire Herlings è dunque Dylan Ferrandis (Monster Energy Kawasaki), 2° in Campionato e in splendida forma fisica. Anche Pauls Jonass (Red Bull KTM) arriva da un ottimo periodo: la scommessa di Casa KTM ha conquistato il primo podio iridato in MX2 proprio tre settimane fa nel GP thailandese. Da tener d’occhio anche il Team Stading Construct Yamaha Racing, con Valentin Guillod e Julien Lieber, entrambi veloci nei GP precedenti. Anche l’americano Thomas Covington (Monster Energy Kawasaki) si candida per salire sul podio, insieme a Tim Gajser (Honda Gariboldi), partito a rilento nel 2015, e Aleksandr Tonkov (Wilvo Nestaan Husqvarna MX2), pilota al quanto irregolare.

 

PROGRAMMA (ORARI LOCALI)

Sabato

  • 10,45 prove libere MX2
  • 11,15 prove libere MXGP
  • 13,00 prove cronometrate MX2
  • 13,35 prove cronometrate MXGP
  • 15,10 gara di qualifica MX2
  • 16,00 gara di qualifica MXGP

 

Domenica

  • 10,20 Warm-up MX2
  • 10,40 Warm-up MXGP
  • 12,15 Gara 1 MX2
  • 13,15 Gara 1 MXGP
  • 15,10 Gara 2 MX2
  • 16,10 Gara 2 MXGP

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA