MXGP 2015: match ball per Febvre ad Assen (orari TV e info)

Il pilota ufficiale Yamaha ha l’occasione per chiudere la partita sul nuovo tracciato artificiale (e sabbioso) di Assen; l’unico a potergli mettere concretamente i bastoni fra le ruote è Paulin (Honda), anche se la matematica darebbe qualche minima chance per il titolo anche a Bobryshev. Intanto, in MX2, Jonass (KTM) continua a guardare tutti dall’alto…

Mxgp 2015: match ball per febvre ad assen (orari tv e info)

Il 16° round del Mondiale Motocross 2015 andrà in scena, per la prima volta nella storia di questo sport, sul tracciato di Assen (Olanda). No, non siamo pazzi e no, non corrono sull’asfalto dove quest’anno ha vinto Valentino Rossi. Per l’occasione è stata creata una pista da cross artificiale, con manto sabbioso (si parla di 25.000 metri cubi di sabbia bianca importati da un centro di formazione dell’esercito situato nei pressi del motodromo), curve veloci e vari salti. Una ricostruzione fedele – salvo per colline naturali e quant’altro – di una vero e proprio circuito di off-road. Per costruire questo tracciato ci è voluta un’intera settimana di lavoro ed è, ovviamente, completamente nuovo, il che vuol dire che nessuno è avvantaggiato. Alcune comodità di cui gli spettatori della MXGP potranno usufruire sono i servizi già costruiti per la MotoGP, vale a dire, per esempio, le tribune (25.000 persone circa). Ciò vuol dire che, pioggia o non pioggia, gli spettatori saranno all’asciutto e si godranno i talenti del Mondiale Motocross 2015 darsele di santa ragione sotto il sole o durante il temporale. Mondiale Motocross sì, ma anche Europeo Motocross: già, questo weekend va in scena anche l’ultimo round del Campionato continentale. Nella EMX250 Nick Kouwenberg (Honda J-Tech) ha un margine di 34 punti di vantaggio (senza mai aver vinto una manche!), mentre in EMX125 i compagni di squadra del Team Factory Junior KTM Jorge Prado e Josiah Natzke sono separati da 1 solo punto. Ricordiamo che l'Europeo 300 e il Mondiale femminile sono già assegnati, con le vittorie di due piloti italiani: rispettivamente Marco Maddii e Kiara Fontanesi (per la quarta volta consecutiva!).

Intanto ecco qui sotto gli orari TV.

 

Orari tv

Mediaset Italia 2

  • 15,00 Gara1 MXGP
  • 16,00 Gara2 MX2
  • 17,00 Gara2 MXGP

 

Eurosport 2

  • 15,00 Gara1 MX2
  • 15,30 Gara1 MXGP
  • 18,00 Gara2 MX2
  • 19,00 Gara2 MXGP

 

Mxgp: occasione d’oro per febvre

Questo weekend tutti gli occhi saranno su di lui: Romain Febvre (Yamaha Factory), dopo essersi aggiudicato il titolo di “rookie of the year” e aver dato prova di esserselo meritato, ora ha l’occasione di chiudere i giochi e vincere il suo primo titolo mondiale nella classe regina. Potremmo quasi definirlo il Marquez del tassello, se non fosse che uno corre con Honda e vinceva già nelle categorie minori, mentre l’altro è in Yamaha e in MX2 non ha mai vinto un titolo (complice anche quell’extreterrestre di Jeffrey Herlings, per altro ancora infortunato e assente ad Assen). C’è solo una persona obbiettivamente in grado di rovinare la festa a Febvre ed è il suo compagno di Team al prossimo Motocross delle Nazioni (qui la formazione dell’Italia, senza Cairoli): Gautier Paulin (Honda HRC), 2° nella classifica generale a 101 punti dal leader (150 quelli ancora in palio), potrebbe rimandare la vittoria del titolo al penultimo round. Tutto dipende dalle prestazioni dei due francesi (per far sì che Febvre non vinca il titolo, Paulin deve conquistare almeno 2 punti in più rispetto al rivale). Questo parlando in termini prettamente sportivi e prestazionali. Se invece consideriamo anche la matematica, non dobbiamo sottovalutare Evgeny Bobryshev, compagno di squadra di Paulin e terza forza del Campionato (staccato di 134 punti da Febvre). Per la gara, invece, attenzione a Shaun Simpson (Hitachi KTM), quest’ultimo entrato a far parte della top 5 dopo il GP di Lombardia, e a Jeremy Van Horebeek (Yamaha Factory), chiamato a ripetere le buone prestazioni ottenute a Mantova.

 

Mx2: anstie sta arrivando!

È vero, in testa al Campionato Mondiale MX2 ora c’è Pauls Jonass (Red Bull KTM), tallonato da Tim Gajser (Honda Gariboldi). La sfida per il titolo iridato MX2 sembra essere proprio tra il lettone e lo sloveno, ma occhio a Max Anstie (Monster Energy Kawasaki DRT): il britannico arriva da un periodo di forma eccezionale (7 vittorie e un ritiro nelle ultime 8 manche disputate) e non ha nessuna intenzione di arrestare la sua ascesa. A suo favore gioca anche il fattore terreno: come avete potuto notare dalle ultime gare, Anstie è fortissimo sulla sabbia. Sembrerebbe invece in calo Valentin Guillod (Yamaha Standing Construct), che in Italia ha perso la terza piazza in Campionato proprio a favore del pilota Kawasaki. Fuori dai giochi (fino a fine stagione) Jordi Tixier (Monster Energy Kawasaki): il Campione del Mondo in carica si è infortunato nelle prove cronometrate dello scorso GP e non prenderà più parte ad alcun Gran Premio fino al 2016.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA