SPECIALE SALONE EICMA 2021
Tutte le novità Casa per Casa

Mondiale Motocross 2010: Tony Cairoli con la KTM vince il Gran Premio della Lombardia a Mantova

Con un secondo posto in Gara1 e la vittoria in Gara 2, Tony Cairoli ha vinto il GP di Mantova. È il primo pilota del Mondiale MX a vincere un GP con una 350.

SECONDA MANCHE MX1

Mantova 11 aprile 2010 - SECONDA MANCHE MX1 In Gara 2, Tony Cairoli, con la KTM, è andato fortissimo e ha vinto. Per il campione iridato di Patti non si è trattato di una vittoria qualunque, perché, oltre a valergli il primo gradino del podio nella classifica assoluta e quindi nel Gran Premio, è stata anche la prima vittoria nella storia del Mondiale di Motocross conquistata con una 350 cc. Dopo l’apertura dei cancelli, alle spalle di Cairoli si sono piazzati David Philippaerts (Yamaha), Boissiere (TM), Strijbos (Suzuki), Bobryshev (Honda), Nagl (KTM) e Desalle (Suzuki). È andata male a Monni (Yamaha), che è caduto subito in fase di partenza. Guarneri (Honda) è riuscito a tenersi quasi attaccato ai primi dieci. Il passo di Cairoli era da primato e nessuno è riuscito ad eguagliarlo. Tony ha aumentato gradualmente il suo vantaggio su Philippaerts, che nulla ha potuto fare per riafferrarlo. Mentre cercava di riprendere il siciliano, David ha anche dovuto difendersi dalle insidie dell’altro pilota KTM, Nagl, che lo attaccava dalla terza posizione. Desalle ha recuperato, mentre Strijbos è retrocesso. Cairoli è arrivato diretto al traguardo, dove si è esibito in uno spettacolare nac nac con la KTM. Tony ha portato via la tabella rossa al compagno di squadra Nagl per un solo punto e ora guida la classifica iridata. Dietro Tonino si sono piazzati Philippaerts, Nagl, Desalle, de Dycker (Yamaha), Boog (Kawasaki), Ramon (Suzuki), Barragan (Kawasaki). Monni è riuscito ad arrivare 15esimo, mentre Guarneri ha concluso 17esimo.

PRIMA MANCHE MX1

Mantova 11 aprile 2010 - PRIMA MANCHE MX1 Desalle, in sella alla Suzuki, si è aggiudicato la vittoria in Gara 1, seguito dai due piloti della KTM Cairoli, secondo, e Nagl, terzo. David Philippaerts con la Yamaha, all’apertura dei cancelli, è stato autore di una partenza fulminea. Dietro l’italiano si sono schierati Desalle (Suzuki), Abertson (Honda), Nagl (KTM), Boissiere (TM) e Cairoli (KTM). L’italiano Monni (Yamaha) è rimasto di poco al di fuori del gruppo dei primi dieci, mentre Guarneri (Honda) ha fatto un pessimo scatto. Philippaerts stava girando con un passo sostenuto e aveva aumentato di molto il suo vantaggio sugli avversari, quando, alla terza tornata, la sua tre diapason è affondata in una buca del terreno e lo ha fatto volare giù dalla sella, fermando la sua corsa. Philippaerts, nonostante il brutto colpo, non ha mollato. È risalito sulla moto, ha aperto il gas ed è riuscito a salvare la 12esima posizione. Desalle ha preso il comando e ha staccato Nagl, che, intanto, era riuscito a portarsi in seconda posizione, sorpassando Albertson. Tony ha cominciato a fare pressione e ad attaccare, per recuperare posizioni. Anche Philippaerts si è ripreso e ha iniziato a farsi sotto. A metà gara Desalle manteneva la testa della corsa, con grande anticipo su Nagl, che cominciava a soffrire per le insidie di Cairoli. Tonino non ha esitato e si è inserito sul compagno di squadra, cercando di andare a riprendere il pilota della Suzuki, che scappava via. Nel frattempo, Philippaerts ha recuperato altre posizioni ed è riuscito a portarsi al quinto posto, ma in quel momento un inconveniente tecnico lo ha fermato: il telaietto reggisella si è rotto, dopo essersi danneggiato a causa della caduta. Lo scarico della Yamaha ha cominciato a ballare e ha costretto David a rallentare e a farsi sorpassare da tutti i piloti che era riuscito a lasciarsi alle spalle, nel corso della rimonta. La vittoria, dunque, è andata a Desalle, seguito nell’ordine da Cairoli, Nagl, de Dycker, Pourcel, Albertson. Monni ha tagliato il traguardo in 11esima posizione, mentre Guarneri è riuscito a risalire sino alla 13esima. Philippaerts, invece, si è dovuto accontentare della 15esima, mentre Bonini si è ritirato.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA