Molise - Strade del vino

In viaggio sulle strade che conducono alle cantine vinicole, passando per i borghi medioevali. “La prossima volta che venite in Molise, chiamatemi per una mangiata di pesce indimenticabile a Termoli!”, ci dice l'agronomo...

Esperienza mistica

ESPERIENZA MISTICA La prossima volta che venite in Molise, chiamatemi per una mangiata di pesce indimenticabile a Termoli!”. Pierluigi è un agronomo pescarese, temporaneamente in prestito dalla Regione Abruzzo al Molise, collaboratore di Slow Food. Abbiamo socializzato rapidamente e in breve il discorso dai vini è arrivato ai cibi, ma noi non siamo molto d’accordo sui giudizi che il nostro esperto interlocutore dà di alcuni ristoratori termolesi. Lo sfidiamo: “La prossima volta ti faremo provare noi un’esperienza mistica a base di pesce crudo e frutti di mare!”. Intanto, le degustazioni continuano con un assaggio di un onestissimo Montepulciano in purezza. E via, per la seconda tappa di questo tour alla scoperta del nettare molisano. Alla fine visiteremo tre cantine.

 

 

L'occasione

Il nostro tracciato nella prima parte va alla scoperta di piccoli centri nelle due provincie di cui il Molise si compone (Campobasso e Isernia), mentre nella seconda va alla ricerca delle aziende che generalmente partecipano all’iniziativa “Cantine aperte”. Per chi ha tempo, alla fine si può comprendere una bella e tonificante sosta sul litorale molisano. Ed è proprio quello che noi abbiamo deciso di fare.

 

 

Le strade del Molise

LE STRADE DEL MOLISE È opinione comune che il Molise non abbia un sistema stradale di ottima qualità: un asfalto spesso scivoloso non consentirebbe una pratica mototuristica sicura, soddisfacente e rilassante. A queste considerazioni non si sottraggono neanche i nostri compagni di viaggio, che spesso preferiscono le più sicure ed appaganti strade abruzzesi. Ci sono però delle eccezioni - e nella prima parte del percorso ne abbiamo trovata una – ma spesso la realtà conferma i giudizi negativi. Peccato, viste le meraviglie che la regione sa offrire. 

Arte e tradizione sulla strada

ARTE E TRADIZIONE SULLA STRADA Si comincia da Isernia con il suo centro storico ed i suoi locali, ma la protagonista, alla faccia dei denigratori, è subito la strada: la SS 17 che conduce a Roccaraso è entusiasmante. Che si siano tutti sbagliati? Il divertimento potrebbe proseguire almeno fino a Rionero Sannitico, ma al bivio con la SS 86 si va a destra: sarà la scelta giusta? Le prime curve sembrano confermare la decisione e fino ad Agnone sarà divertimento allo stato puro. Assai belli e pittoreschi i paesi lungo il tragitto con Forlì del Sannio ed Agnone che, secondo il nostro parere, meritano qualche attenzione in più. In particolare l’ultima, patria di illustri letterati, tanto da essere definita “l’Atene del Sannio”, circondata da boschi rigogliosi, è assai interessante per valori artistici e situazioni monumentali-ambientali. Da sottolineare le fiorenti industrie dolciarie, degli oggetti in rame e soprattutto quella delle campane, che risale addirittura al medioevo (fonderia pontificia Marinelli).

 

 

Abbracciati allo sperone di roccia

ABBRACCIATI ALLO SPERONE DI ROCCIA Purtroppo scendendo da questo centro la strada cambia: una metamorfosi vera e propria e da qui, salvo brevi ed improvvisi tratti, si dovrà guidare godendosi il panorama sempre bellissimo e prestare attenzione alle condizioni dell’asfalto. La discesa verso la SS 17 è lungo strade provinciali poco trafficate ma molto scivolose, fino a scorgere il santuario dell’Addolorata che domina la statale. Da qui l’imbocco della SS 618 è ad un tiro di schioppo e ci condurrà fino al punto di arrivo. Bei panorami e borghi medioevali abbarbicati su speroni rocciosi che dominano le valli sottostanti: Macchiagodena, Frosolone e Castropignano sembrano edificati e progettati dalle stesse mani, ma in realtà, molto più semplicemente, mostrano che le esigenze difensive erano uguali per tutti. Siamo alla fine dell’itinerario e possiamo iniziare a pensare alle degustazioni: i nostri esperti sommelier sono già in zona operazioni, è il momento di raggiungerli.

Pagina 6

“CANTINE APERTE” è l’evento più importante che si svolge in Italia con protagonista il vino, la sua gente e i suoi territori. La manifestazione è programmata ogni anno all’ultima domenica di maggio nelle cantine associate al “Movimento Turismo del Vino”. L’evento attira l’attenzione di turisti e residenti, incuriositi dalla manifestazione che rappresenta il primo segnale di apertura, dialogo e contatto diretto e la possibilità di fare un’esperienza di grande interesse culturale e valore umano. Per quanto concerne il Molise, va da sé che questo evento sia la più importante festa del vino a livello regionale. Il Movimento Turismo del Vino del Molise, con le sue cantine associate, vuole crescere in qualità e quantità. Lo dimostra l’ingresso di nuove aziende e la precisa volontà di proporsi come ambasciatori della propria regione, culla di vini prestigiosi ma anche fucina di prodotti agro-alimentari eccellenti e nicchia di turismo ancora inesplorata.

 

 

Cena con il vignaiolo

In una “Cena con i vignaioli del Molise” assoluti protagonisti sono i vini DOC (nelle due denominazioni Molise e Biferno) e IGT, Indicazione Geografica Tipica (Terre degli Osci), gli oli molisani DOP – Denominazione di Origine Protetta - (in testa la neonata Molise), gli strepitosi prodotti tipici, dai latticini alto molisani ai tartufi, alle carni locali.

 

 

Bloc notes

GUIDA AI VINI LOCALI
Guida di Motociclismo ai Vini del molise
 
 DOVE DORMIRE
Per gli agriturismi nella zona si può contattare il numero verde 800-194333.
Agriturismo Il Tratturo, località Friscialete, Roccasicura (IS); tel. 0865-837151; www.iltratturo.com . Un’antica casa padronale con le stalle che ospitano le camere e la sala pranzo. Davvero invitante la colazione, è possibile anche usufruire della mezza pensione o di quella completa.
Azienda agrituristica La Grande Quercia, contradaFonte Curelli, Carovilli (IS); tel. 0865-838712; www.altavia-hrh.com
 
DOVE MANGIARE
Da Enrico: via Zurlo 52 (vicino alla stazione centrale), Campobasso; tel. 0874-60758. Da assaggiare i cavatelli fra i primi e non dimenticare l’agnello che spadroneggia tra i secondi.
Adriano: via Napoli 14, Carovilli (IS); tel. 0865-838688.
Taverna Maresca: c.so Marcelli 186, Isernia; tel. 0865-3976.
Azienda agrituristica La Sorgente: via Arattiera, Macchiagodena (IS); tel. 0865-810199. Buona cucina a prezzi onesti e scelta di vini molisani, hanno anche 14 posti letto (46 euro per la mezza pensione); www.agriturismolasorgente.it .
 
DA NON PERDERE
L'edizione annuale della manifestazione "Cantine Aperte"
 
INFORMAZ IONI UTILI
Movimento Turismo del vino Molise, loc. Nuova Cliternia, Campomarino (CB); tel. 0875-57453; e mail: molise@movimentoturismo.it.
Sul web: Agnone, www.comune.agnone.is.it/defau lt.htm
oppure http://www.prolocoagnone.com.
Per informazioni sulle campane www.comune.agnone.is.it.
 
LINK
www.comune.agnone.is.it/default.htm
http://www.prolocoagnone.com
www.altavia-hrh.com
www.iltratturo.com
 
METEO IN COLLABORAZIONE CON L'AERONAUTICA MILITARE
www.aeronautica.difesa.it

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>

Tags

© RIPRODUZIONE RISERVATA