Milano: la fine dell’età della pietra

Finalmente saranno eliminarti alcuni tratti in pavé, pericolosi e di difficile manutenzione, per sostituirli con l’asfalto: città più sicura per moto e scooter

Milano: la fine dell’età della pietra

Dopo anni di dibattito (e conseguente immobilismo) tra Comune di Milano e Sovrintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici, quest’ultima ha acconsentito alla sostituzione del pavé con l’asfalto (di colore rosso, per non modificare troppo l’impatto estetico), escluso il centro storico.

 

TRASFORMAZIONE DI BUON SENSO

Per ciclisti e motociclisti, questa è un’importante conquista in termini di sicurezza, visto che il pavé rappresenta una delle condizioni di minor aderenza in città, vuoi per le sconnessioni, vuoi per la scivolosità quando è bagnato. Per affrontarlo, insieme alle altre insidie cittadine, consultate il nostro Manuale di sopravvivenza per motociclisti urbani. Nelle foto in gallery, il semicentrale piazzale Baracca com’era e come sarà in autunno, a fine lavori.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA