Milano, ecco lo scooter sharing!

Enjoy, che già offre le Fiat 500 in condivisione, amplia l’offerta nel capoluogo lombardo con 150 Piaggio MP3 300. Ecco tutte le info sulla dotazione del mezzo, sul costo del servizio e sulle modalità per accedervi

Milano, ecco lo scooter sharing!

I milanesi, a due anni dal debutto del car sharing free floating (cioè il veicolo si prende e si lascia dove si vuole all’interno di una determinata area) ne hanno ormai decretato il successo, tanto che le flotte e l’area di utilizzo vengono continuamente ampliate.

Tra biciclette tradizionali, a pedalata assistita, quadricicli elettrici, auto piccole e meno piccole mancavano solamente gli scooter: ci ha pensato Enjoy, che già offre a Milano, Roma, Firenze e Torino le Fiat 500 in sharing. La scelta è caduta sull’MP3 di Piaggio soprattutto per motivi di sicurezza: con le sue tre ruote è adatto agli utenti meno esperti (bastano 21 anni e la patente A o B), in più dispone di ABS e ASR (controllo di trazione). La velocità è stata limitata a 90 km/h. Nella gallery le foto dello scooter, che potete vedere in azione nel video che segue.

 

 

COME FARE PER ACCEDERE AL SERVIZIO

La procedura di noleggio è molto simile a quella delle auto: i nuovi utenti si possono registrare tramite app o sul sito enjoy.eni.com, mentre a chi è già iscritto basterà solo aggiornare il profilo per abilitare il nuovo servizio. Attraverso la app si trova lo scooter più vicino e lo si prenota. Sempre con lo smartphone si sblocca il sottosella che contiene la chiave, un tastierino per il inserire il pin (per chi è già iscritto è lo stesso delle auto) e le cuffiette igieniche sottocasco. I due caschi, di taglia M e XL, sono invece alloggiati nel bauletto e sono dotati di adattatori che trasformano le taglie in S e L, coprendo così il 96% delle misure. Prima di partire bisogna disinserire il freno a mano e sbloccare il basculamento delle ruote. Procedura inversa quando si lascia lo scooter (nel cui bauletto ci sono i sensori che "sentono" la presenza dei caschi: in caso di . Il tutto è spiegato in un video tutorial che gli utenti - nuovi o già registrati - devono visionare e che contiene le informazioni necessarie per l’uso corretto dello scooter: eccolo.

 

 

QUANTO COSTA

Gli MP3 possono essere presi e lasciati in tutta l’area d’esercizio (grossomodo tutta Milano più alcune zone dei comuni della prima cintura), a 35 centesimi al minuto (equivalenti a 21 euro l’ora). Le auto costano 25 centesimi, ma con lo scooter ci si muove più in fretta, di conseguenza il risparmio dovrebbe essere assicurato. Ci sonio un paio di controindicazioni: gli MP3 Enjoy non possono parcheggiare negli spazi delimitati dalle linee di colore giallo e/o blu, inoltre non possono accedere alle corsie prefenziali

 

SICURI E TUTELATI CON ALLIANZ E OCTO

I 150 scooter (per ora, se l’iniziativa avrà successo verranno aumentati) sono dotati di telecamere OctoCam anteriore e posteriore sempre attive nella ripresa ma non nella memorizzazione. In caso di incidente verranno conservati i 10 secondi precedenti e successivi al sinistro. A questo proposito, il gruppo assicurativo Allianz, oltre a fornire la scatola nera installata sugli MP3 enjoy, ha realizzato una polizza dedicata che comprende RC Auto, Incendio e Furto, Atti vandalici, Infortuni al conducente e anche la kasko (la franchigia in caso di incidente con colpa o di utilizzo della kasko è di 250 euro).

 

I 1.100 CONDIVISI DI ENJOY

Enjoy, che verserà 100 euro per scooter da destinare a progetti scolastici sulla sicurezza stradale (come previsto dal Comune), a fine settembre avrà sulle strade milanesi 1.100 veicoli condivisi: le 650 tra Fiat 500 e 500 L oggi disponibili, più i 150 Piaggio MP3, più 100 altre auto che si aggiungono nel corso di luglio e altre 200 con l’inizio delle scuole.

 

LA VIA È TRACCIATA

Finalmente anche Milano ha il proprio scooter sharing, dopo gli esperimenti di Barcellona e San Francisco. D’altronde, lo abbiamo verificato in un nostro sondaggio, proposte di questo tipo sono bene accolte dalla gente, quindi speriamo che anche altre città italiane percorrano la stessa strada del capoluogo lombardo.

 

DICHIARAZIONI ROBERTO COLANINNO, PRESIDENTE E AD GRUPPO PIAGGIO

Questa operazione che nasce a Milano è un motivo di orgoglio sia personale, sia della Piaggio. Lo scooter a tre ruote Mp3 è un’invenzione italiana, un prodotto che è stato totalmente creato ex novo dalla Piaggio. Prima che noi lo realizzassimo non esisteva il concetto di scooter a tre ruote con le due anteriori basculanti. È un prodotto all'avanguardia anche sul tema della sicurezza: è dotato di ABS, controllo di trazione, ed è un dato oggettivo che i sinistri sugli scooter a tre ruote rispetto ai classici a due hanno un'incidenza molto minore.

Dalla fine del 2006 a oggi, gli scooter a tre ruote del Gruppo Piaggio hanno superato le 170.000 unità. Abbiamo fatto breccia in molti mercati ed è diventato del tutto normale vedere gli Mp3 sulle strade delle grandi città europee. A Milano, o a Parigi dove addirittura l'Mp3 è lo scooter leader di mercato in assoluto.

E si tratta di un successo crescente. Dal 2013 al 2014 le unità vendute di Mp3 nel mondo si sono incrementate del 34%. Nei primi 6 mesi di quest'anno, rispetto ai primi 6 mesi del 2014, siamo su una crescita del 25% in termini di volumi di vendita.

Anche per questo sono molto contento dell'occasione di oggi, e orgoglioso per il fatto che il nostro Mp3 - dopo essere stato il primo esemplare di una categoria di scooter completamente nuova - è ora protagonista del primo esempio di un servizio completamente nuovo.

Qui a Milano nasce infatti per la prima volta nel mondo, grazie alla lungimiranza del Comune di Milano, di ENI, di Piaggio e degli altri partner che lavorano con Enjoy, un servizio su grande scala di Scooter Sharing che debutta proprio a Milano in coincidenza con l'Expo. E’ un servizio che dieci, vent’anni anni fa era davvero impensabile, e oggi dimostra il livello di innovazione che ci contraddistingue.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA