Mike Di Meglio in MotoGP con la FTR-Kawasaki

L’ex iridato della 125 Mike Di Meglio e il team Avintia Blusens si rincorrono dall’anno scorso. Dopo il test fatto fare al francese in Repubblica Ceca nel 2013 e quelli seguenti a Valencia, Jerez e Aragon, ecco la conferma ufficiale dell’ingaggio

Mike di meglio in motogp con la ftr-kawasaki

L’accordo tra Di Meglio e Avintia non è una sorpresa, poiché proprio il francese, classe 1988, l’aveva preannunciato a dicembre  in occasione del “Salon de la Moto” di Parigi. Mike, Campione del Mondo nel 2008 con la Derbi RSA 125 del team Ajo Motorsport, andrà ad affiancare il riconfermato Hector Barbera e avrà a disposizione una FTR-Kawasaki (classe Open), con l’upgrade delle valvole pneumatiche fornite dalla Akira Technologies. Di Meglio ha avuto modo di fare “gavetta” nel mondiale, passando dal 2009 in 250 e poi in Moto2 tra il team Aspar, Tech3, Speedmaster e JiR, con cui ha concluso un 2013 non brillante e reso ancor più amaro dalla frattura dell’osso sacro a Brno, proprio la pista dove Mike aveva testato poche ore prima la moto che sarebbe stata sua nel 2014.

 

CAMPIONE DEL MONDO, MA PRATICAMENTE NIENTE ALTRO

La carriera mondiale di Di Meglio è altalenante. Dopo il debutto in 125 con la Honda nel 2003, per un paio di anni va in crescendo, con la prima vittoria nel 2005 in Turchia. Nel 2006 e 2007 le stagioni di Di Meglio sono incolori, ma nel 2008 ecco il colpo grosso col passaggio alla Derbi (di fatto un’Aprilia): 4 vittorie e 5 podi gli consegnano il Titolo Mondiale. Da campione del Mondo passa in 250  e, al debutto, riesce perfino a cogliere un podio. Ovviamente le aspettative erano tutt’altre ma non c’è tempo di rimediare, nel 2010 arriva la Moto2, categoria che il francese non ha mai digerito. Infatti in 4 anni (e con 4 moto diverse) non è mai andato a podio, miglior piazzamento proprio nel 2010: 20° in classifica finale. Ora inizia una nuova avventura, in bocca al lupo (nella gallery un riassunto per immagini della carriera di Di Meglio).

 

 “PROGREDIRE VELOCEMENTE E AVVICINARMI A BARBERA”

“Sono entusiasta della possibilità di debuttare in MotoGP,” ha dichiarato Mike, “ e per questo devo ringraziare Avintia Racing. Avevo provato la moto in un test a Brno lo scorso anno, e quando ho provato di nuovo la FTR a Valencia ho notato che la moto aveva subito una grande evoluzione. Questo mi rende molto ottimista riguardo a ciò che possiamo ottenere nella prossima stagione. Avrò molto lavoro da fare sullo sviluppo della moto e anche sul mio stile di guida. Mi aspetto di trovare una grande struttura dietro di me, con un team molto professionale”.

Il pilota di Tolosa ha poi continuato: “Per me questa è una doppia avventura: da una parte lotterò con i piloti più forti, dall’altra dovrò contribuire a un progetto emozionante per il quale dovremo tutti lavorare sodo e metterci un sacco di passione. La mia idea è quella di progredire il più velocemente possibile per avvicinarmi nel corso dell’anno al mio compagno di squadra, e poi, in generale, prenderemo come riferimento la categoria Open, ma all’inizio mi concentrerò su me stesso senza avere ossessioni su questo aspetto. Quest’anno è stata dura, con un brutto infortunio dal quale ho recuperato quasi al cento per cento, ma ora sono pronto per la mia prima stagione nella classe regina”.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>

Tags

© RIPRODUZIONE RISERVATA