Mick Doohan in gara con una CB1000R special

Il cinque volte Campione del Mondo della 500 sarà alla partenza della gara di accelerazione che si terrà al raduno "Glemseck 101" in sella ad una Honda CB1000R special. Per l'evento la Casa di Tokyo esporrà altri cinque modelli customizzati. Le foto
1/25 La Honda CB1000R special di Mike Doohan

3,2,1... via!

Questo week end si terrà a Leonberg, in Germania, il raduno "Glemsech 101" e durante l'evento prenderà il via la gara di accelerazione ‘Sprint International 1/8th mile’, che si terrà sulla distanza di 200 metri. Tra i partecipanti spicca il nome di Mick Doohan, che per l'occasione sarà in sella ad una Honda CB1000R appositamente preparata.

La moto è stata creata da Honda Racing nel Regno Unito ed è dotata di sospensioni Öhlins di derivazione Fireblade SP, scarico completo Akrapovič, freni Brembo, monobraccio allungato, frizione racing, accessori Rizoma ed è verniciata in una livrea tricolore Honda (qui le foto).

Altre cinque special

Oltre alla moto che utilizzerà Mick Doohan per la gara di accelerazione, Honda porterà a Glemseck 101 altre cinque special, tre basate su moto classiche del passato e due su modelli attualmente in gamma.

La prima è una CX500 creata da Michael Michael di Libra Coachworks (Dartford, UK), una moto ricca di dettagli realizzati a mano, dalla sella impunturata al corto terminale di scarico. La seconda è la CB750 Seven Fifty realizzata da Kaspeed Customs; padre e due figli della famiglia Karsten hanno speso oltre duecento ore di lavoro sulla loro special, tutta costruita a mano. Per la progettazione di questa moto è stato utilizzato un software 3D CAD per mixare al meglio le linee del un nuovo parafango anteriore in alluminio e del serbatoio allungato su misura con lo stile classico del codone corto da café racer. La terza Honda del passato è una rivisitazione della prima GL1000 Gold Wing, che nacque come una roadster all’inizio degli anni Settanta. Realizzata dall’olandese Roy Holtman, la special esposta a Glemseck mette in mostra la meccanica del motore boxer a 4 cilindri e ha serbatoio e sella realizzati su misura, una coppia di scarichi due-in-due, più un piccolo compartimento portaoggetti in stile militare.

Le altre due special esposte sono basate su modelli attualmente in gamma: "Dirk Öhlerking" della tedesca Kingston Customs è una rivisitazione in chiave flat trak della Honda Monkey 125. La "Monkey Tracker" ha un telaio modificato, manubrio da flat-track, sella artigianale, scarico speciale, pedane di una Elsinore 125 del 1976 ed è verniciata con una combinazione dorata e tricolore. L'altra è la CB1000R Neo Daemon: creata in Germania dal customizer Jens Kratschmar è caratterizzata da una verniciatura riflettente ‘wrappata’ in vinile, dallo scarico con rivestimento ceramico bianco e nuovi manubri, leve, tubazioni freno, indicatori di direzione e pneumatici speciali.
1/14 La Honda CB1000R special di Mick Doohan è stata creata da Honda Racing nel Regno Unito ed è dotata di sospensioni Ohlins di derivazione Fireblade SP, scarico completo Akrapovic, freni Brembo, monobraccio allungato, frizione racing, parti Rizoma e verniciata in una livrea tricolour Honda

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA