SPECIALE SALONE EICMA 2018
Tutte le novità Casa per Casa
di Giorgio Sala - 09 November 2018

Marquez difende Lorenzo: "Voi non lo conoscete"

Marquez ha vinto il Gran Premio di Malesia, Lorenzo invece è rimasto ai box per via della sua mano dolorante. Il Cabroncito però difende il Porfuera da chi afferma che, in realtà, il problema al polso fosse soltanto una scusa...
  • Salva
  • Condividi
  • 1/23 MotoGP 2018, Sepang: Valentino Rossi

    "Lorenzo non è uno che molla"

    Marc Marquez e Jorge Lorenzo, due facce della stessa medaglia durante il GP di Malesia. Il primo si è portato a casa la vittoria, l'altro invece è stato costretto a rimanere ai box per via del troppo dolore al polso infortunatosi precedentemente. E proprio riguardo a questa situazione, molte persone pensano che lui abbia "mollato". Il Cabroncito ha espresso la sua opinione in un'intervista ai microfoni di Radio Marca: “Stiamo parlando di un pilota che ha corso ad Assen 24 ore dopo essere stato operato ad una clavicola. Se c’è una cosa certa, è che quando non c’è nulla in gioco la sofferenza è di un altro livello". Marquez ha poi sottolineato: "Credo che la gente che scrive questo (ossia che Lorenzo ha dato forfait) non conosce niente del nostro sport. A volte possiamo correre con una clavicola rotta perché non compromette i movimenti in sella alla moto. Però facciamo sempre lavorare il polso e per questo se Lorenzo non ha corso è per via del dolore che gliel’ha impedito”.

    "Imparerò molto da Jorge. Malesia? Ha vinto chi è durato di più"

    L'anno prossimo Lorenzo e Marquez saranno compagni di squadra, ma il Pilota di Cervera è tranquillo: “Arriva ai box un pilota campione del mondo, è possibile che porti aria fresca e penso che da Jorge posso imparare molto come è successo con Dani”. E parlando invece del Porfuera sulla direzione che Ducati prenderà senza Lorenzo, Marc ha dichiarato: "Lorenzo adesso ha ottenuto un buon livello con Ducati però c’è poco da dire, io sono in Honda e spero che l’anno prossimo le cose vadano peggio ((n Ducati) perché vorrebbe dire avere un rivale in meno”.

    L'intervista si chiude con uno sguardo a quanto accaduto domenica scorsa in Malesia: “è stata una lotta al decimo di secondo e alla fine si è trattato soltanto di una sfida a chi resisteva di più. Non ho mai pensato in nessun momento di poter finire davanti a Valentino, e non ho nemmeno pensato a quanto successo tre anni fa”.

    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Le ultime news