di Michele Perrino
- 15 September 2013

Marco Simoncelli: “Ogni Domenica” per 58 secondi il ricordo

La famiglia Simoncelli e Lino Dainese hanno deciso di rendere perenne il ricordo di Marco attraverso la realizzazione di un’opera nella sua Coriano. L’installazione, denominata “Ogni Domenica”, genererà, ogni settimana, una fiamma a memoria del Sic. Stasera alle ore 19 la prima accensione

Marco simoncelli: “ogni domenica” per 58 secondi il ricordo

Mentre la Fondazione Marco Simoncelli muove i primi passi, la sua Coriano ospiterà un’opera in sua perenne memoria. Si tratta di “Ogni Domenica”, un’installazione posta su una base di venti metri che a partire da questa sera, per ogni domenica appunto, “sparerà” per 58 secondi una fiamma di tre metri parallelamente al suolo, a testimoniare la presenza di Marco.

 

“OGNI DOMENICA” IL SIC

Dall’incontro tra Paolo e Rossella Simoncelli, i genitori di Marco, e Lino Dainese, l’idea di quest’opera, poi realizzata dall’artista Arcangelo Sassolino col supporto di Silvia Dainese, dello studio Grisdainese, per l’architettura e il landscape. Il meccanismo che permette la fiamma è stato invece realizzato da Riello Spa.

L’opera, posta all’interno di un’area verde appositamente destinata dal Comune di Coriano, vuole diventare un punto di ritrovo per giovani e per tutti coloro che desiderano condividere la passione per la moto e per Marco. La prima accensione si terrà stasera alle ore 19, nel giorno del Gran Premio di San Marino sul Circuito Marco Simoncelli di Misano Adriatico, poi, ogni domenica all’imbrunire, la fiamma si accenderà di nuovo.

 

Lino Dainese: “Emozione…, emozione è ciò che Marco ha sempre trasmesso in pista. Per questo ho proposto a Paolo e Rossella un’opera contemporanea, di un giovane artista che lavora su velocità, energia, fuochi primordiali”.

 

Arcangelo Sassolino: “… da subito ho pensato al fuoco. Doveva essere un elemento primario, misterioso, che non ha spiegazione. Vivo, vero. Fulmineo, fugace, inafferrabile, incantatore, pericoloso, come la vita di Marco. Nessuna direzione ascendente, nessuna consolatoria elevazione celeste, ma in linea con l’orizzonte della terra…”

 

Silvia Dainese: “La piastra di cemento è un’ideale pista di lancio, che dà dinamismo alla Gabbia. La Gabbia, lucente di zincatura, insieme raccoglie le persone intorno al fuoco, e le protegge, proteggendo il fuoco stesso”.

 

Domenica Spinelli: “Marco ci ha consegnato una missione, quella di tenere viva la Fiamma dell’attenzione che la sua storia ha acceso su Coriano. Dobbiamo tutti insieme, per Coriano, puntare sempre più in alto con l’entusiasmo, la grinta e la freschezza del nostro Campione. Grazie Marco, grazie Paolo e Rossella, grazie Lino, grazie Silvia, grazie all’artista Sassolino, ai cittadini e a tutti coloro che hanno reso possibile la realizzazione di questo progetto”.

Tags

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli