26 October 2014

Marc Marquez: “Il caldo è stato un avversario più tosto di Rossi”

Nel GP della Malesia il Cabroncito conquista il suo 12° successo 2014. Ma in gara non va tutto liscio come potrebbe sembrare da fuori. La partenza problematica, la resistenza di Valentino, il clima... Marquez e soci raccontano le sensazioni (disavventure comprese, vero Dani, Cal e Dovi?) vissute in prima persona. Aleix Espargaro parla da campione del Mondo

Marc marquez: “il caldo è stato un avversario più tosto di rossi”

Un caldo torrido fa da cornice alle gare del Motomondiale che si sono disputate a Sepang, ma lo spettacolo non è mancato: in Moto3 Vazquez si è aggiudicato una gara ricca di sorpassi e sportellate, in Moto2 ha vinto Viñales e Rabat si è laureato Campione del Mondo. In MotoGP fin dall’inizio sono stati  Lorenzo, Rossi e Marquez a prendere un discreto vantaggio sugli avversari. A circa metà gara il Dottore è passato al comando inseguito da Marquez, ma subito il Cabroncito lo ha superato. Ma la cronaca della gara l'abbiamo già fatta, siamo qui per guardare le immagini (qui la gallery) e per leggere le parole dei piloti della MotoGP dopo la gara in Malesia. Parlano i protagonisti.

 

Marc Marquez

Sono molto felice per questa vittoria ma il vero avversario oggi è stato il caldo: un avversario più tosto di Valentino (Marc scherza col Dottore al suo fianco, ndr). Sapevamo di doverci aspettare questo tipo di condizioni in Malesia, ma oggi è stato particolarmente caldo. Fisicamente è stata una delle gare più dure dell’anno. Le temperature erano molto alte: all’inizio ho fatto attenzione a conservare le gomme, perché sapevo che potevano esser la chiave della gara. Non sono entrato benissimo nella prima curva, mi sono ritrovato ottavo o nono, ma sono stato capace di tornare davanti e di restarci, lasciando anche raffreddare gomme e freni. A metà gara ho rallentato il ritmo perché penso che tutti avessero bisogno di tirare un po' il fiato! Ho iniziato ad attaccare sul serio a 10 giri dalla fine, iniziando a fare la differenza quando c'erano ancora 5 giri da completare. Con questa vittoria ho eguagliato il record di Doohan (12 vittorie in una stagione, ndr). Rimane ancora una gara alla fine e cercheremo di vincere anche quella.

 

Valentino Rossi

Sono molto contento per questo secondo posto di oggi, è molto importante specie perché abbiamo faticato non poco in tutto il weekend cercando il miglior setting della moto, ma abbiamo continuato a lavorar sodo e questa mattina abbiamo fatto un ulteriore passo in avanti prima della gara. La mia moto oggi era davvero a punto. Mi sono divertito molto, è stata una gran gara a cominciare dalla battaglia con Jorge: era infatti il mio obiettivo stare con lui e cercare di arrivargli davanti per il secondo posto in Campionato. Avevo un buon passo e lo dimostra il fatto che Marc non era poi così più veloce di me. Ho pensato anche di poter vincere, ho provato fino alla fine a raggiugere Marc ma poi lui è stato più bravo e mi ha superato. A tre giri dal termine ho avuto un calo delle gomme mentre Marc ha continuato a girare con lo stesso passo e non sono più riuscito a seguirlo. Le sue gomme nel finale erano messe meglio. Ha meritato la vittoria. Il secondo posto è un buon risultato ed stato bello riuscire a dimostrare che non sono finito. Ringrazio davvero tutti. Ora ci aspetta Valencia, in passato ho faticato molto quindi quest’anno darò il massimo. Voglio essere competitivo in gara e provare ad arrivare sul podio.

 

Jorge Lorenzo

La gara è stata molto dura.. È stata probabilmente la gara più calda che abbiamo disputato qui in Malesia negli ultimi 12 anni. Ho avuto una buona partenza e la prima curva è stata molto emozionante. Nel primo giro eravamo tutti molto vicini, con continui sorpassi. Ho spinto forte fin da subito e fino al settimo-decimo giro tutto andava bene, mi sentivo a mio agio e la moto andava forte sia in frenata che in trazione. Poi il feeling è iniziato a calare così mi sono ritrovato a dover faticare più del dovuto. Valentino ha fatto una gran gara oggi ed è riuscito a mantenere il ritmo dei primi giri per tutta la durata della gara. Ho fatto il possibile per stargli davanti, ma non ce l’ho fatta. Non sono in forma come a Silverstone o Misano. In queste tre settimane fuori dall’Europa non sono riuscito ad allenarmi abbastanza, quindi non sono stato molto veloce.

 

Stefan Bradl

Sono molto felice di aver concluso una gara così difficile con il quarto posto: faceva un caldo infernale lì fuori. Abbiamo fatto un ottimo lavoro tutto il week end e ce lo siamo meritati. Dopo la prima staccata ho capito che dovevo controllare il davanti (come tutti) e gestire bene i 20 giri. Ho provato a passare Dovizioso ma lui era più veloce fino a quando ho visto che la sua moto aveva qualche problema e non ho perso l’occasione per attaccarlo. Sono riuscito a gestire bene il distacco da quelli dietro a me e non ho commesso errori. Dopo un periodo un po’ in ombra per noi, siamo finalmente tornati nella top-five e ringrazio la squadra per il lavoro svolto in questi giorni.

 

Bradley Smith

É stato un grande risultato per noi oggi. Tutto il week end è stato difficile e la gara di oggi molto dura. Non siamo mai arrivati dove volevamo in prova e la partenza dalla terza fila di oggi non ci ha aiutato. Certo, finire la gara in quinta posizione e a 20” dal vincitore è stato un buon risultato, meglio di quello che ci aspettavamo. La gara è stato molto impegnativa e il fisico è sempre sotto stress in condizioni come queste, ma è per questo che ci alleniamo così duramente. Il Team ha fatto un ottimo lavoro. Il quinto posto di oggi che arriva dopo il podio di settimana scorsa segna un periodo positivo per me. Sarebbe stato bello battere Stefan per avere altri due punti per il campionato, ma ho fatto del mio meglio e non ne avevo più. Sono felice della prestazione e adesso si torna in Europa. A Valencia lotterò per ottenere un risultato simile e raccogliere altri punti per difendere la mia settima posizione in campionato.

 

Pol Espargaro

La gara di oggi  stata molto difficile per me, ma io sono felice di andar via di qui con la sesta posizione e altri punti per il campionato. Il risultato in gara è stato molto meglio di quello che ci aspettavamo dopo le prove. A parte le mie condizione fisiche oggi è stato molto difficile anche perché non abbiamo potuto effettuare le FP4 ieri e quindi abbiamo perso molto tempo alla ricerca del setup. Il Team ha fatto un ottimo lavoro per preparare la moto e voglio ringraziarli per tutto il lavoro del fine settimana. In gara ho cercato di mantenere un ritmo costante fino alla fine. Ho dato il mio meglio, ma negli ultimi dieci giri il piede ha iniziato a farmi molto male. Tuttavia non ho mollato e sono soddisfatto del risultato e dei punti guadagnati che mi hanno permesso di raggiungere la sesta posizione in campionato. Adesso ci aspetta Valencia, darò il massimo e cercherò di finire la mia stagione da rookie al meglio.

 

Yonni Hernandez

Ho avuto una gran partenza, sicuramente la migliore in carriera! Mi sentivo bene e ho tenuto un bel ritmo per tutta la gara anche se gli ultimi cinque giri sono stati davvero difficili, il pneumatico posteriore scivolava molto. Il settimo posto è il mio miglior risultato in MotoGP,  sono molto felice, devo ancora migliorare ma le premesse per fare meglio ci sono tutte!

 

Andrea Dovizioso 

Peccato davvero per il problema che abbiamo avuto: tutte le volte che aprivo il gas il motore aveva dei vuoti e quindi ho dovuto rallentare il mio ritmo. Spero che anche questo inconveniente ci possa servire come esperienza per migliorare le cose per il prossimo anno. Sono però abbastanza contento di come stava andando la mia gara, perché sappiamo che i primi quattro piloti sono molto difficili da raggiungere in questo momento. Questo weekend abbiamo fatto un ottimo lavoro: abbiamo migliorato turno dopo turno per arrivare, a mio parere, al massimo che si può ottenere con questa moto. Soprattutto stavo tenendo un ritmo costante, ed era quello che mi interessava, perché su questa pista è molto difficile.

 

Scott Redding

Sapendo che le altre Honda in configurazione Open avrebbero utilizzato la gomma più soffice in gara, abbiamo scelto di adottare una tattica differente, come fatto a Phillip Island, montando la gomma posteriore a mescola dura: in questo modo pensavamo di poter essere più competitivi nella parte finale della gara. In realtà si è rivelata l’idea sbagliata, avremmo dovuto utilizzare la gomma morbida. Per questo motivo non sono riuscito a tenere un buon ritmo e di fatto si è trattato soltanto di cercare di essere il più costante possibile e portare a termine la gara. In ogni caso, per il campionato è positivo essere giunti ancora una volta al traguardo come la migliore Honda Open, anche se nel corso del weekend Aoyama è stato più veloce di noi.

 

Hiroshi Aoyama

Ieri è stato un giorno fantastico per noi, abbiamo fatto un ottimo lavoro e sono riuscito ad ottenere il miglior posto sulla griglia di partenza di quest’anno. Anche questa mattina nel warm up avevo un buon feeling. Ho avuto una buona partenza in gara e sono andato con il mio ritmo, ma ho avuto problemi con l’impianto dell’acqua e non ho potuto bere per quasi tutta la gara. Ero disidratato e gli ultimi giri mi è stato davvero difficile concentrarmi, è per questo che ho fatto un dritto nella sabbia. Per fortuna sono riuscito a rientrare e a finire in undicesima posizione. Dopo un bel fine settimana è un peccato non essere riuscito a far di più a causa di un problema così. Avremmo potuto finire primi nella categoria Open e la squadra se lo sarebbe meritato dopo l’ottimo lavoro che ha fatto, quindi voglio chiedere scusa a loro.

 

Daniel Pedrosa

Mi stavo godendo un ottimo week-end ma in gara non ho raccolto nessun risultato. Per qualche strano motivo al secondo giro ho perso l'anteriore e sono caduto: non saprei dire come è successo perché non stavo guidando al limite. Per fortuna sono riuscito a riprendere la moto e a continuare la gara, riguadagnando posizioni. Stavo guidando molto bene, avevo un buon feeling, ma poi la stessa cosa è successa di nuovo. Anche in quel caso non stavo guidando al limite, eppure sono caduto una seconda volta, nello stesso modo di prima. Ora vedremo di fare le necessarie verifiche per capire cosa è successo, perché è capitato due volte di fila sullo stesso lato del pneumatico. Mi sarebbe piaciuto finire la gara in modo diverso perché avevamo fatto un ottimo lavoro per tutto il weekend, ma si vede che non era destino. È stata una gara da dimenticare. Ci vediamo a Valencia.

 

Cal Crutchlow

Ovviamente sono molto deluso perché sentivo di aver veramente un buon passo per la gara. Dopo il warm-up di questa mattina sapevamo di avere un buon ritmo con la gomma completamente usata e quindi oggi ero convinto di poter lottare per la quarta posizione. Però le gare sono così: abbiamo avuto un problema elettrico e il motore si è spento. Adesso cercherò di archiviare subito questa delusione per concentrarmi sull’ultima gara di Valencia, dove darò il massimo per ottenere un buon risultato.

 

Aleix Espargaro

Sono partito bene e ho spinto al massimo per stare con i primi. Alla prima curva del secondo giro sono andato un po’ lungo in frenata e ho toccato Bautista. La mia moto è diventata ingestibile e mi sono ritrovato a terra senza poter fare nulla. Mi dispiace per Alvaro: ho rovinato la mia e la sua gara. Fortunatamente la caduta è stata senza conseguenze e stiamo bene entrambi. Aver vinto il Campionato del Mondo categoria Open è davvero un risultato importante per me e il team. Quest’anno ci siamo tolti tante soddisfazioni e abbiamo raggiunto traguardi importanti. Grazie a tutti i ragazzi per il loro splendido lavoro, a Yamaha per il suo supporto, a tutti coloro che lavorano per il team in pista e a casa e a tutti gli sponsor.

 

Alex De Angelis

Nonostante il ritiro posso dire di aver fatto una bella gara. Rispetto agli altri non ho partecipato ai test invernali su questa pista e questo ha reso le cose ancora più difficili. Abbiamo fatto un gran lavoro, sono partito venerdì con un distacco molto pesante dai primi e oggi sono riuscito a stare tutta la gara insieme a Redding. Sono partito bene, i primi due giri sono stato aggressivo e ho recuperato tante posizioni. All’ultima tornata un problema tecnico mi ha fermato e sono stato costretto al ritiro. È stata una gara davvero dura sia fisicamente che per la gestione degli pneumatici.

 

Nicky Hayden

Non ho fatto una buona partenza ma ho cercato di rimediare da subito e ho passato alcuni piloti. Mi sentivo bene sulla moto e sono riuscito a tenere un passo costante fin dall’inizio e stavo riuscendo a chiudere il gap che avevo da Aoyama. Quando ho tirato i freni alla curva nove mi è scappato l’anteriore e non sono riuscito a salvarla. Anche se la temperatura dell’asfalto era molto elevata non ci sono scuse, è stato un errore mio. È un peccato perché mi stavo avvicinando al mio compagno di squadra e penso che sarebbe potuta essere una bella gara per noi. Mi dispiace per il nostro sponsor principale al quale non ho potuto offrire un risultato migliore nella sua gara di casa.

 

Danilo Petrucci

Sono veramente dispiaciuto perché stavo facendo una gara tutto sommato buona. Potevo andare a punti e migliorare ancora la mia prestazione su questa pista, dove non sono mai andato troppo bene. Nelle prove sono riuscito a migliorare i miei tempi e in gara ero con gli altri. Mi dispiace per la squadra anche perché i punti che potevo prendere oggi potevano ripagarli del gran lavoro fatto in questi giorni.

 

Alvaro Bautista

Sinceramente non so spiegare cosa sia successo: ho superato Aleix Espargarò sul rettilineo all’inizio del secondo giro ed ero davanti a lui alla frenata della prima curva, all’interno. Aleix però all’improvviso ha chiuso la traiettoria, urtandomi, e siamo caduti entrambi. Fortunatamente stiamo bene, ma mi dispiace, per la squadra e per me. Peccato, questa non è decisamente la nostra stagione, abbiamo sempre tanti problemi e oggi si è aggiunto anche questo episodio.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA