16 January 2011

Marc Coma vince la Dakar 2011 con la KTM. È la terza nella sua carriera

Coma, sulla KTM, ha vinto la Dakar del 2011, con 15’04” di vantaggio su Cyril Depres, anche lui con KTM. Sfumato il podio Aprilia: la terza piazza è andata a Helder Rodrigues su Yamaha.

Marc coma vince la dakar 2011 con la ktm. è la terza nella sua carriera

Buenos Aires (ARGENTINA) - Marc Coma, in sella alla KTM ufficiale, ha vinto la Dakar 2011: la terza nella sua carriera. Dopo aver concluso in testa la tappa di ieri (la dodicesima) nella tredicesima è partito per primo e faceva da apripista, con 16’36” di vantaggio sull’inseguitore Cyril Despres nella classifica assoluta. Il catalano, quest’anno, non ha sbagliato un colpo e anche oggi ha terminato la prova speciale pensando di gestire il vantaggio, senza mai esagerare. Coma ha finto quinto in 1:27’23”, con un ritardo dal primo di 02’16”. Il migliore della giornata è stato il belga Frans Verhoeven, sulla BMW, che, con il tempo 01:25’07”, ha preceduto di soli 5 secondi il portoghese Helder Rodrigues, secondo su Yamaha in 1:25’12”. Si è inserito in terza posizione il brasiliano Jean De Azevedo, che ha concluso con 19 secondi di ritardo in 1:25’26”. La quarta piazza è andata a Cyril Despres che ha finito la speciale sulla KTM in 01:25’51”, 44 secondo dopo il vincitore di tappa e davanti a Coma, ma non abbastanza da strappare al catalano la vittoria nel rally. Coma ha dominato la classifica assoluta, mantenendo 15’04” di vantaggio su Despres, rimasto secondo, 1:40’20” su Rodrigues, che ha strappato il terzo gradino del podio nella Dakar 2011 al cileno Franciso Chaleco Lopez Contardo, rimasto arretrato per colpa di un guasto meccanico alla sua Aprilia. Lopez si è dovuto accontentare del quarto posto nell’assoluta con 2:09’45” di ritardo. Peccato per il podio sfumato su cui Noale stava già contando. KTM si è rivelata vincente anche con la nuova cilindrata di 450 cc. Prosegue dunque la storia di successi incontrastati della Casa austriaca nei grandi rally.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA