SPECIALE SALONE EICMA 2021
Tutte le novità Casa per Casa

Malaguti Blog 125-160: arriva il tettuccio di copertura per lo scooter, ma non è il primo

Malaguti propone un tetto per lo scooter. Ecco come è fatto, i precedenti e alcune considerazioni sul funzionamento.

Malaguti blog 125-160: arriva il tettuccio di copertura per lo scooter, ma non è il primo

 

San Lazzaro di Savena (BOLOGNA) 16 settembre 2010 – Malaguti ha realizzato “All Weather System”, un tettuccio di copertura per gli scooter Blog 125-160. È un accessorio che integra il parabrezza in policarbonato termoformato di 4 mm, con trattamento antigraffio e forma avvolgente, dotato di tergicristallo. Il tetto è fabbricato con una lastra di plastica ABS, rivestita di un sottile strato di polimetilmetacrilato, che offre una maggiore resistenza agli agenti atmosferici e una superficie più brillante. È dotato di una rete portaoggetti, fissata nella parte interna del tetto. Si monta fissandolo al maniglione posteriore degli scooter BLOG 125-160 mediante un supporto d’acciaio ed è sostenuto da una coppia di tubi in alluminio. Lascia spazio per l’installazione di un bauletto da 30 lt. Costa 690 euro. Grazie alla campagna promozionale con cui l’azienda bolognese applica uno sconto di 1.000 euro sul prezzo di listino degli scooter, si può avere il Blog completo di All Weather System a 2.485 euro franco rivenditore, nella versione 125 cc e a 2.585 euro per la versione 160 cc. La promozione è valida sino al 30 novembre 2010.

                                                                                                                       

Non è la prima volta che si sente parlare di un tettuccio, di concezione automobilistica, installato su uno scooter. I precedenti sono stati il C1 della BMW e l’Adiva. Il tetto si può fare in due modi: portante o non portante. A farlo portante provò la Casa di Monaco con il C1: dovendo essere rigido, era anche pesante e alzava il baricentro del mezzo. Ciò rendeva la guida molto particolare. Era omologato per essere guidato senza casco, ma così facendo esponeva a fastidiosi vortici aerodinamici. L’alternativa è un tetto leggero che serva solo a proteggere dall’acqua: ci ha provato Adiva, ma il risultato è stato poco diverso: il baricentro resta piuttosto alto e la guida poco intuitiva. In più la soluzione mobile determina inevitabilmente scricchiolii e risonanze.

 

La soluzione dell’All Weather System, ancora più leggera, sicuramente è ancor meno rigida, il che potrebbe dar luogo a torsioni durante la marcia, a vibrazioni in velocità e qualche vortice; si tratta peraltro di un mezzo pensato per un uso cittadino. Va anche detto che stando ad alcuni studi, in velocità un parabrezza alto ripara praticamente come un tetto chiuso, per cui la differenza si avverte soprattutto ai semafori o in altri momenti di sosta. Certo non è poco. Montando un tetto mobile sullo scooter, bisogna poi fare i conti con l’estetica del veicolo. Ma questa è solo una questione di gusti.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA