di Beppe Cucco
- 19 October 2020

Baby Ducati Scrambler? Non proprio…

Le linee riprendono chiaramente quelle della Ducati Scrambler Icon, ma questa moto non ha nulla a che vedere con la gamma di Borgo Panigale. Si tratta del suo clone cinese, la Lifan Hunter 125

1/19

Lifan Hunter 125

Alcune volte sui mercati asiatici compaiono moto che hanno grandi somiglianze con i modelli prodotti in Europa. Ce ne sono alcune solo “leggermente ispirate a” e altre più sfacciate che copiano spudoratamente. Di recente, ad esempio, abbiamo visto la Moto S450RR, il clone cinese della BMW S 1000 RR, e la Yamax Z400, la copia spudorata della Z1000. Quella di cui vi parliamo oggi è la Lifan Hunter 125 e non c’è bisogno che vi diciamo a che moto “assomiglia”!

Lifan Group è un marchio cinese che si occupa di auto, moto e motori in generale. Il gruppo ha una forte presenza in Cina e in tutti i paesi dell’Asia Meridionale. La loro Hunter 125 esteticamente assomiglia in tutto e per tutto alla Ducati Scrambler Icon, ma al posto del bicilindrico di 803 cc monta un motore monocilindrico di 125 cc a iniezione raffreddato ad aria. Non solo il design è molto simile a quello della naked di Borgo Panigale, ma anche la strumentazione ha lo stesso aspetto di quello utilizzato sulla moto originale. La Hunter 125 si presenta anche con lo stesso faro tondo a LED della Ducati e anche la sella sembra molto simile. Ma le somiglianze si fermano solo all’estetica.

Cambia, ovviamente, tutta la ciclistica, che non ha nulla a che vedere con quella della naked di Borgo Panigale. La Hunter 125 ha, infatti, cerchi da 14”, freni a disco di dimensioni ridotte e sospensioni di dubbia qualità.

La Linfan Hunter 125 è stata in vendita in Thailandia per circa due anni ad un prezzo equivalente a 1.500 euro, ma recentemente è sparita dalla gamma moto del Gruppo cinese.

1/20

Lifan Hunter 125

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Ultimi articoli