Libri: Gilera, una storia lombarda

Giuseppe Gilera fu la personificazione dell’industriale vecchia maniera: un po’ padre e padrone, fortemente legato alla fabbrica creata con le sue mani, come le prime moto che portavano il suo nome. La sua vicenda, speculare a quella della Casa lombarda, la racconta uno di famiglia in 139 pagine: Massimo Lucchini Gilera, nipote da parte di madre, Giliola, primogenita del commendator Gilera.

Libri: gilera, una storia lombarda



Milano 8 aprile 2009
- Giuseppe Gilera fu la personificazione dell’industriale vecchia maniera: un po’ padre e padrone, fortemente legato alla fabbrica creata con le sue mani, come le prime moto che portavano il suo nome. La sua vicenda, speculare a quella della Casa lombarda, la racconta uno di famiglia: Massimo Lucchini Gilera, nipote da parte di madre, Giliola, primogenita del commendator Gilera. La storia dell’industria di Arcore diventa così storia di uomini e di donne, un ritratto ricco e avvincente. Tra le numerose foto e disegni del libro, ci sono anche due inediti: un motore boxer stazionario, richiesto dall’esercito tedesco durante la guerra e poi andato disperso, e lo studio di quattro cilindri da competizione. Legenda Editore, 208 pag, 39 euro.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA