Le novità Moto Guzzi 2021

Entrano a far parte della gamma Moto Guzzi 2021 le nuove V7 e V9 (entrambe in due versioni), più potenti e più tecnologiche, e l'aggiornata l'adventure bike V85 TT, ora con più coppia e un'elettronica evoluta. Arrivano anche le livree "Centenario"

1/11

Moto Guzzi V85 TT 2021

1 di 8

V7 Stone

La prima Moto Guzzi V7, la 700, venne prodotta a partire dal 1965. Ora, oltre cinquant’anni dopo, la Casa di Mandello del Lario presenta la nuova V7 MY 2021. Numerose le modifiche rispetto alla versione precedente, a partire dal nome, che perde la numerazione progressiva in numeri romani che aveva caratterizzato le varie evoluzioni del modello dal suo ritorno sul mercato nel 2007. Arriva un nuovo motore, strettamente derivato da quello della globetrotter V85 TT. Si tratta di un bicilindrico trasversale a V di 90° di 853 cc, con due valvole per cilindro e raffreddamento ad aria. Rispetto alla precedente unità di 744 cc la potenza massima cresce del 25%, passando da 52 CV a 6.200 giri/min a 65 CV a 6.800 giri/min. Cresce anche la coppia massima, che passa da 60 Nm a 4.250 giri/min a 73 Nm a 5.000 giri/min, con più dell’80% di questo valore già disponibile a 3.000 giri/min. Nuovo anche l’impianto di scarico, con i tubi che presentano un layout differente.

Il telaio è stato modificato con l’aggiunta di elementi in acciaio nella zona del cannotto di sterzo, mentre la nuova coppia di ammortizzatori ha maggior escursione. Nuova anche la sella, a doppia altezza, e i supporti per le pedane del pilota. Al retrotreno troviamo una trasmissione a giunto cardanico irrobustita e un nuovo cerchio, che rimane da 17” ma ospita ora uno pneumatico di sezione maggiore: 150/70 (prima 130/80). Riguardo il design, sono nuovi i fianchetti e il parafango posteriore, più corto.

La nuova Moto Guzzi V7 sarà offerta anche in versione depotenziata, per essere conforme alla guida con patente A2 e, come la versione “full power”, avrà di serie il controllo di trazione regolabile e disinseribile.

La Stone presenta il nuovo impianto di illuminazione full LED, con ilproiettore anteriore con luce diurna DRL che delinea la sagoma dell’Aquila Moto Guzzi, e una nuova strumentazione completamente digitale a singolo quadrante circolare. Nuovi anche i cerchi in alluminio. È disponibile in tre colorazioni satinate: Nero, Azzurro e Arancione.

1/11

Moto Guzzi V7 Stone 2021

V7 Special

Condivide tutte le modifiche tecniche e meccaniche con la versione "Stone", ma mantiene il faro classico, la strumentazione analogica a doppio quadrante (tachimetro e contagiri) e i cerchi a raggi. È disponibile in Blu Formale e Grigio Casual.

1/9

Moto Guzzi V7 Special 2021

V9 Bobber

La modifica più evidente è l’adozione del nuovo motore di 850 cc, derivato da quello della V85 TT, in grado di erogare una potenza massima di 65 CV (prima erano 55) e 73 Nm di coppia massima (prima erano 62 Nm). Anche il telaio è stato evoluto e irrobustito nella zona del cannotto di sterzo.

Sono nuove anche le pedane montate su tamponi in gomma, pensate per ridurre le vibrazioni. È di serie, oltre ovviamente all’ABS, il controllo di trazione MGCT regolabile e disinseribile.

La nuova V9 è disponibile in versione depotenziata, in linea con le limitazioni della patente A2.

V9 Bobber presenta una nuova sella, nuovi sono anche i fianchetti laterali in alluminio e il parafango anteriore corto. V9 Bobber sfoggia anche una nuova strumentazione digitale e un impianto di illuminazione full LED che include il proiettore anteriore con luci diurne DRL che delineano la sagoma dell’Aquila di Mandello.

Moto Guzzi V9 Bobber 2021 è disponibile nella finitura totalmente opaca Nero Essenziale, senza nemmeno le fresature delle alette dei cilindri.

1/4

Moto Guzzi V9 Bobber

V9 Roamer

V9 Roamer

A differenza della Bobber, V9 Roamer mantiene l'impianto di illuminazione tradizionale ed è disponibile nell’unica variante cromatica Grigio Lunare, che presenta tinte lucide per i parafanghi, il serbatoio e i fianchetti.

1/4

Moto Guzzi V9 Roamer

V85 TT

Il motore rimane il bicilindrico a V trasversale di 90° di 853 cc raffreddato ad aria, con distribuzione ad aste e bilancieri a due valvole per cilindro (quelle di aspirazione sono in titanio), ma ora è omologato Euro 5. Non è stato comunicato il dato relativo alla potenza massima, ma la Casa dichiara che “ora il motore è più ricco di coppia ai bassi e medi regimi grazie ad una legge di alzata delle camme della distribuzione ad aste e bilancieri ottimizzata, con un conseguente adeguamento dell’elettronica di controllo del motore” (i dati relativi alla coppia non sono stati diffusi).

Per quanto riguarda la parte elettronica troviamo due nuovi riding mode: Sport e Custom, quest’ultimo completamente personalizzabile. I due nuovi riding mode si aggiungono agli esistenti Terra, Pioggia e Strada. Tutti i parametri sono gestibili tramite i blocchetti elettrici e le impostazioni sono visualizzabili sulla strumentazione TFT a colori.

L’adventure bike di Mandello rimane invariata a livello di ciclistica, ma arrivano ora nuovi arrivano i cerchi a raggi predisposti per gli pneumatici tubeless, una mancanza sottolineata dai proprietari della precedente versione di V85TT.

Per quanto riguarda l’estetica arrivano nuove varianti cromatiche: Nero Etna, Giallo Mojave e Rosso Uluru.

1/14

Moto Guzzi V85 TT 2021

In un’occasione dei suoi 100 anni Moto Guzzi produrrà una serie limitata dei suoi modelli in una speciale Livrea Centenario, che sarà disponibile su V7, V9 e V85 TT solo nel corso del 2021. Una colorazione esclusiva, evocativa di una storia unica e che trae origine dall’estetica di moto leggendarie, che hanno segnato la storia del motociclismo, prima tra tutte la Otto Cilindri del 1955. Una idea folle e visionaria, nata per competere nella classe 500 del Campionato del Mondo. Questa pietra miliare della storia della moto si presentava in un abbinamento di colori elegantissimo nella sua essenza puramente racing, unendo il metallo satinato del serbatoio col verde della carena e il cuoio della sella.

Cromie che caratterizzarono anche la 350 Bialbero, una delle moto più vincenti della storia, imbattibile dominatrice della classe 350 nel Motomondiale, con lo strabiliante record di 9 titoli iridati consecutivi (5 Piloti e 4 Costruttori) dal 1953 al 1957. Il verde è stato anche il primo colore “indossato” da una Moto Guzzi con la Normale, il primo modello, e probabilmente il più iconico dei colori dell’Aquila. Il Centro Stile l’ha reinterpretato in chiave moderna con una finitura opaca e associato a colori metallici che esprimono l’autenticità del marchio lariano.

I colori della carrozzeria sono abbinati ad una sella rivestita con un materiale di colore naturale, come quello della pelle, per sottolineare la cura del dettaglio tipicamente italiana. Altri particolari distintivi sono l’aquila in una finitura dorata e il logo dedicato che celebra anche graficamente i 100 anni di Moto Guzzi.

Nelle pagine a seguire le fotogallery dei modelli "Centenario".

1/34
1/7
1/66

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA