Lazio – Monti Simbruini – tra Capistrello e Fiuggi, le strade che costeggiano il passo di Serra S. Antonio

Con le prime nevicate i Monti Simbruini offrono uno spettacolo meraviglioso. Alcune strade sono già chiuse. L’itinerario dovrebbe partire da Fiuggi e arrivare a Subiaco, ma visto le temperature troppo basse, aggrediamo il percorso da Capistrello per raggiungere Filettino ed entrare nel Lazio dal passo di Serra S. Antonio. Proseguiamo poi per la valle dell’Aniene e raggiungiamo Fiuggi.

Stagione di neve




STAGIONE DI NEVE
Si rimonta in sella! Il sabato è dedicato al solito gruppo di amici: un paio di centinaia di km, tenendosi però lontani dalle montagne e vicino a tavole imbandite. L’esperimento riesce in pieno: le temperature cominciano a trasportarci verso l’inverno freddo. La prima meta è il parco naturale dei Simbruini, un confine naturale tra Lazio ed Abruzzo, in particolare il tratto marsicano. Il percorso è bellissimo, ma la vera protagonista e stata l’immensa quantità di neve nella quale ci siamo imbattuti. Difatti, i due passi inclusi nel giro, son già ancora chiusi per neve. La prima impressione è davvero strana: sembra che un’immensa slavina alta un metro e mezzo abbia coperto il panorama, e vi sia stata poi tagliata una strada. L’itinerario parte da Fiuggi e arriva a Subiaco, ma decidiamo, visto le temperature troppo basse di aggredire il percorso da Capistrello per raggiungere Filettino ed entrare nel Lazio dal passo di Serra S. Antonio. Qui ci rendiamo conto che le miti temperature costiere sono un vero sogno, soprattutto la mattina presto: uno strato di ghiaccio ricopre tutto e la strada, un budello tra 2 pareti di neve, una specie di pista da bob, s’interrompe 15 km dopo, per lasciare spazio ad una pista da sci da fondo.

Capistrello- Carsoli




CAPISTRELLO - CARSOLI
Decidiamo di scendere a valle e riattraversare Capistrello, un piccolo borgo abbarbicato alla montagna, incassato nella valle del fiume Liri, nascosto in un piccolo angolo della piana del Fucino. Strette vie che si affacciano sui dominanti Simbruini. La strada per Tagliacozzo corre tagliata nella roccia e fiancheggia pittoreschi paesi presepe coperti di neve: Castellafiume, Putrella Liri, Cappadocia, Verrecchie. Arrivati a Tagliacozzo sarà bene concedersi una sosta per visitare la piazza dell’ obelisco e concedersi una passeggiata per i suoi vicoli. Da qui inizia per qualità della guida il tratto più entusiasmante dell’intero percorso: per arrivare a Carsoli ci sono due possibilità, due Tiburtine. Siamo infatti giunti sulla vecchia consolare romana: la vecchia e la nuova diramazione. Se non avete tempo prendete per il valico di Monte Bovo. La strada sale serpeggiando con ottimo asfalto, traffico quasi inesistente, tra bellissime vedute. L’arrivo a Carsoli può avvenire anche in brevissimo tempo se ci si fa prendere la mano, cosa assai probabile. Qui termina la pista di bob, niente più neve, avvenimento che coincide con il tratto più monotono della giornata.

Arsoli e Cervara




ARSOLI E CERVARA
Raggiungo Arsoli, un borgo dominato da una rocca in via di restauro, sullo sfondo il paese di Oricola che dà valore aggiunto al paesaggio. Basta seguire le indicazioni per Cervara di Roma e subito la strada ricomincia a salire srotolandosi sul fianco del monte che sovrasta la valle dell’Aniene. Aggirato un immenso sperone roccioso, sul quale è letteralmente incastonata Cervara, piomberemo dall’alto su Subiaco, bel borgo medioevale, il cui nome ha origine dal latino “Sublaquem”, termine indicante la grande villa di Nerone che si specchiava in un lago artificiale. Questo, nelle intenzioni iniziali doveva essere il punto di arrivo e sicuramente merita una sosta.

Valle dell'Aniene




Noi invece proseguiamo verso Fiuggi, piegando a sinistra, per la cosiddetta strada dei monasteri, direzione Jenne, fiancheggiando i resti della villa di Nerone. I due monasteri, di S. Scolastica e di S. Benedetto, sono edificati in un ambiente selvaggio e suggestivo. Avendo poco tempo a disposizione ci sentiremmo di consigliare la visita del secondo, con le sue due chiese, superiore ed inferiore, formate da cappelle a più livelli, ricavate negli anfratti della roccia. Ma torniamo alla strada, che nel tratto fino a Jenne ridiventa assoluta protagonista. La valle dell’Aniene è sicuramente in questo punto, più angusta delle precedenti ma il panorama è fantastico. Non preoccupatevi non vi siete persi e dopo Jenne, percorsi circa 7km, prendete a destra per Trevi nel Lazio. Qui l’itinerario dovrebbe condurre a Filettino, ma il passo è bloccato per la neve. Sappiatate che il passo in questione, la Serra di S. Antonio, offre una visuale assai interessante scendendo verso Capistrello, e in condizioni meteo normali rappresenta il fulcro di tutto il percorso. A noi non resta che chiudere questo itinerario percorrendo un tratto piuttosto anonimo che ci separa da Fiuggi. Bonifacio VIII vi mandava messi a prendere l’acqua con cui curava i suoi calcoli, Michelagelo ricorreva ad esse come ad uno sciroppo, anch’io io ne approfitto per inserirmi nel lunghissimo elenco.

Bloc notes




Numeri Utili


Fiuggi (FR) AA, via Gorizia 4, tel. 077/555446
Ufficio informazioni, piazza Frascara 2, tel. 077/555019 www.comune.fiuggi.fr.it ; www.termefiuggi.it

Tagliacozzo (AQ) AA, via Vittorio Veneto 6, tel. 0863/610318, www.comune.tagliacozzo.aq.it ; www.tagliacozzo.it

Subiaco (RM) AA, via Cadorna 59, tel. 077/4822013 web.tiscali.it/subiaco
Per informazioni sui monasteri: www.benedettini-subiaco.it
Parco regionale dei Simbruini Ente parco, tel. 077/4827219, www.simbruini.it  L’orario di apertura dei centri visita è il seguente: dal lunedì al venerdì: 8.00-14.00 sabato e domenica: 8.00-13.00

Dove mangiare e dormire


Fiuggi (FR) Ristorante “Torre”, piazza Trento e Trieste 29, tel. 077/5515382, in contrapposizione al mondo fatto di diete per i frequentatori delle terme, ottima qualità ma caro Azienda agrituristica “San Lorenzo”, via Prenestina 96, tel. 077/5505514-5515389 oppure 347/7217828, www.italiaagriturismo.net/s an_lorenzo  ad un km dal centro del paese, si erge su di un complesso di cisterne risalenti all’epoca imperiale romana

Carsóli (AQ) “L’angolo d’Abruzzo”, pluridecorato, un locale importante, forse sopravvalutato, grande carta dei vini, grande anche il conto finale, in piazza Aldo Moro 8, tel. 0863/997429

Arsoli (RM) Lungo la provinciale che conduce a Cervara di Roma, al km 1,950, l’azienda di Vitreo Ulizia offre formaggi, miele, marmellate e olio extravergine

Cervara di Roma (RM)
Trattoria “Ferrari”, via XX settembre 20, tel. 077/4828720

Subiaco (RM) “Hotel Miramonti - la botte di Bacco”, piccolo hotel con discreto ristorante, viale Giovanni XXIII 4, tel. 077/483243

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA