L’Associazione Italiana per la Sicurezza della Circolazione studia guard-rail sicuri per i motociclisti

L’ente privato attivo nel settore della sicurezza stradale e unico accreditato per svolgere crash test per la certificazione di guard sta facendo degli studi per identificare quale sia la tipologia meno dannosa per i motociclisti in caso d’impatto. Il progetto mira a colmare le lacune della legge italiana (ed europea) che in materia non prevede nessuno standard di sicurezza per i motociclisti.

L’associazione italiana per la sicurezza della circolazione studia guard-rail sicuri per i motociclisti


Milano 23 gennaio 2009IN ITALIA Guard rail sicuri per i motociclisti: è l’obiettivo della ricerca avviata dall’Associazione Italiana per la Sicurezza della Circolazione, unico ente accreditato a svolgere crash test per la certificazione delle barriere di sicurezza. Il progetto mira a colmare le lacune della legge italiana che in materia non prevede nessuno standard di sicurezza per i motociclisti.

IN EUROPA La carenza normativa, in realtà, riguarda tutta l’Unione Europea che solo di recente si è mossa per porvi rimedio, predisponendo un’integrazione alla norma di riferimento (EN1317) che ragionevolmente richiederà 5 o 6 anni prima di potere essere completata e recepita dai Paesi membri della UE.

TEST PRATICI La sperimentazione avviata dall’AISCO dovrebbero quindi permettere al nostro Paese di predisporre in tempi più brevi una propria norma sui guard-rail al fine di renderli meno pericolosi per i motociclisti. Entro l’estate del 2009 saranno quindi disponibili i risultati dei 100 crash test in corso di svolgimento presso il centro di Anagni. L’iniziativa è stata presentata al convegno sulla sicurezza stradale organizzato dall’ANCMA (Confindustria moto), a cui hanno partecipato  rappresentati della Ministero dei Trasporti, della FEMA (Federazione delle associazioni Motociclistiche Europee) e il Commissario europeo ai Trasporti, Antonio Tajani. A quest’ultimo è stata presntata una prima bozza di norma tecnica redatta sulla base delle attuali conoscenze.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA