La moto di Batman: è meglio la replica vietnamita o l’americana?

Da quando il Batpod (Batciclo) nel 2008 è entrato a far parte del garage del Batman cinematografico, fioccano i tentativi di replicarlo con mezzi funzionanti anche senza effetti speciali. Ecco due esempi in video

La moto di batman: è meglio la replica vietnamita o l’americana?

La moto di Batman, così come la conosciamo dopo che è stata introdotta in forma di Batpod da Christopher Nolan nel film “Il cavaliere oscuro” (2008), di fatto non è nemmeno una moto tranne per le due ruote. Infatti le acrobazie che il “pipistrello” fa in sella sono possibili solo grazie alla computer grafica. Interasse chilometrico, ruotone da Formula 1 e pure tassellate, sterzo indiretto, posizione di guida da dragster… Insomma, un mezzo inguidabile nella realtà. Ma il fascino gotico e postatomico non si discute. Infatti ci sono schiere di appassionati che cercano di trasformare questa invenzione di uno sceneggiatore in un mezzo concretamente guidabile su strada, magari pure omologato. Ci provano preparatori improvvisati come veri e propri esperti del settore della customizzazione estrema. Qui vi mostriamo due esempi corredati di video e gallery.

 

DA UN GARAGE IN VIETNAM

Nel primo caso ecco l’opera di un ragazzo vietnamita che si è costruito il proprio Batpod intorno ad un motore monocilindrico Suzuki. La ciclistica sfrutta quello che in origine doveva essere il telaio della moto che ha donato il motore, ma completato con un monobraccio a traliccio all’avantreno e un sistema di sterzo indiretto ingegnoso quanto macchinoso (e dall’utilizzo decisamente poco naturale). Le ruote sono da auto, ma il pezzo forte è l’impianto di scarico. Inutile descriverlo, scopritelo nel video, dove potrete apprezzare anche l’estetica decisamente originale.

 

 

DA UNA FACTORY USA

La realizzazione americana è invece decisamente più professionale e firmata da Dave Welch, di Chopper City USA (Orange Park, Florida). Questo Batpod si caratterizza per il motore bicilindrico di 850 cc prelevato direttamente dall’Aprilia Mana, di cui si sfrutta ovviamente anche il cambio automatico. La trasmissione è ad albero, mentre lo sterzo è indiretto nel mozzo. I gommoni sono enormi ma motociclistici e la “moto” è addobbata con tutte le armi che un vero Batpod deve avere. Incluso lo scarico a mitragliatore.

 

 

In conclusione, in base alle impressioni che si ricevono dai video, sembra andare meglio il Batpod vietnamita.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA