L’Italia trionfa nel Motocross delle Nazioni Europee 2014

Doppietta in casa azzurra: sia la nazionale maschile (composta da Cervellin, Furbetta, Lugana e Facchetti) che la nazionale femminile (Kiara Fontanesi e Francesca Nocera) dominano in Repubblica Ceca all’evento europeo più importante dell’anno

L’italia trionfa nel motocross delle nazioni europee 2014

Una soddisfazione dopo l’altra: in attesa del Motocross delle Nazioni 2014, l’Italia si conferma una delle nazioni più forti nel campo dell’off road (se non addirittura la più forte). Dopo il trionfo di Samuele Bernardini nel Campionato Europeo EMX300 e la conquista del terzo titolo mondiale consecutivo per Kiara Fontanesi, la formazione azzurra dimostra di essere la più completa e la più compatta, ogni pilota ha lavorato per la squadra ed ha anteposto l’interesse del gruppo a quello personale: è questo il segreto per vincere il Motocross delle Nazioni Europee, in scena a Pacov, Repubblica Ceca, il 24 agosto 2014. Per i ragazzi del Team Italia è una gara al cardio-palma che si risolve solamente a pochi giri dalla fine. Nella EMX85 Gianluca Facchetti (Suzuki) e Paolo Lugana (KTM) raccolgono entrambi un secondo ed un quinto posto, mentre nella EMX125 ed EMX250 un quarto ed un terzo posto di Michele Cervellin (Honda) ed un undicesimo e un sesto di Joakin Furbetta (KTM) permettono agli azzurri di salire sul gradino centrale del podio.

 

IL PENSIERO DELLA FMI

"Vincere così è davvero bello - spiega il Commissario Tecnico FMI, Thomas Traversini -. La squadra femminile ha regalato ottime prestazioni, riuscendo a vincere grazie a gare di ottimo livello. Con i ragazzi è stato più complicato arrivare al successo: per tutta la competizione è stata una lotta tra noi, l'Olanda, la Francia e l'outsider Slovenia. La seconda manche è stata concitata fino agli ultimi minuti ma siamo riusciti a vincere davanti a Olanda e Francia. Entrambe le formazioni, femminile e maschile, sono state fantastiche. Ognuno si è messo a disposizione dei compagni e tutti hanno ascoltato le nostre direttive mettendosi a completa disposizione della squadra. Sono felice non solo per i risultati, ma anche per lo spirito di gruppo che ho visto. I miei complimenti vanno a alle ragazze e ai ragazzi".

 

GLI AVVERSARI

?Sconsolati i francesi, impotenti gli sloveni e soddisfatti solo a metà gli olandesi. I primi, campioni europei in carica, schierano un Team di tutto rispetto, con Dercourt ed Herbetreau che tengono il passo di Cervellin e Furbetta (anzi, in Gara2 fanno addirittura meglio), ma le prestazioni di Moreau in EMX85, seppur di grande rispetto, non bastano per competere con Facchetti e Lugana. I secondi, gli sloveni, hanno il pilota più forte del paddock sotto la loro tenda, il diciassettenne Tim Gajser del team Honda Gariboldi MX2, ma non vantano altri fenomeni di rilevanza. Così, complice anche una caduta di Gajser, si piazzano al quinto posto molto distaccati dal podio. Infine l’Olanda: i ragazzi dei Paesi Bassi sono quelli più agguerriti e pericolosi per il Team Italia, specialmente Bryan Bogers (KTM), vice Campione Europeo EMX250 e Rene De Jong (KTM, EMX125), ma per fortuna un nono posto di Elzinga (KTM, EMX85) regala agli azzurri un sospiro di sollievo e la vittoria assoluta!

 

Classifica Motocross delle Nazioni 2014

  1. Italia 27
  2. Olanda 30
  3. Francia 33
  4. Repubblica Ceca 63
  5. Slovenia 64

 

Per i risultati completi di tutte le manche clicca qui.

 

WMX: CHE COPPIA!

Le ragazze italiane dominano la competizione grazie alla doppia vittoria di Kiara Fontanesi (Yamaha, neo Campionessa del Mondo Motocross) ed agli ottimi piazzamenti di Francesca Nocera (Suzuki). Dopo un’avvincente Gara1, la squadra italiana ha già un notevole vantaggio sugli avversari, così in gara 2 non si lascia sfuggire l’occasione di portare a casa il trofeo continentale chiudendo in classifica con un buon vantaggio rispetto a Francia e Germania, che completano il podio. Una vittoria meritata, ma anche sudata quella conquistata a Pacov, che ripaga lo sforzo fatto e mette il buon umore per un Nazioni 2015 da vivere da favoriti. Senza dubbio saranno rimaste deluse Livia Lancelot (Kawasaki) e la sua compagna di squadra Justine Charroux (Yamaha), campionesse in carica, che non sono andate oltre la seconda piazza, conquistata per un niente sulle tedesche Stephanie Laier e Larissa Papenmeier (entrambe su Suzuki). Podio sfiorato per le ragazze olandesi, sempre più in evidenza sui tracciati europei.

 

Classifica Motocross delle Nazioni 2014, Woman

  1. Italia 7
  2. Francia 13
  3. Germania 13
  4. Olanda 14
  5. Repubblica Ceca A 26
  6. Repubblica Ceca B 32

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA