Kymco Xciting 250

Soldi ben spesi

Com'è




Dopo il maxi scooter Xciting di 500 cc (provato sul numero di maggio), la taiwanese Kymco propone il modello di cilindrata dimezzata. Pratico in città, brillante nelle trasferte extraurbane e, soprattutto, con costi d’esercizio contenuti. Costa 4.195 euro.  

L’Xciting 250 ha sembianze e pregi del fratello maggiore. Solo un occhio attento noterà la trasmissione meno voluminosa rispetto a quella del 500.
Sportivo ed elegante, ricorda il TMax Yamaha
: codone rastremato e sfuggente, in questo caso impreziosito dal gruppo ottico a led. Il frontale aggressivo è “lavorato” da spigoli pronunciati e aperture di ventilazione. Il corpo centrale vede il grosso tunnel. Buone le finiture.

La strumentazione è completa.
Ci sono tre strumenti circolari
: tachimetro con scala in Km/ e (nel semicerchio rosso più interno), in miglia.
A sinistra il contagiri e, a destra, gli indicatori della temperatura e del carburante.
Migliorabile la leggibilità del display
: meriterebbe numeri più grandi per l’ora e il contachilometri/contamiglia, sia parziali che totali.

I comandi elettrici sono fatti bene. Non manca il pulsante di arresto motore e l’hazard. La leva freno è regolabile su quattro posizioni. Manca il freno di stazionamento: è vero che pesa 32 kg meno del fratello di 500 cc. Ma su uno scooter di queste dimensioni consentirebbe di sfruttare con più sicurezza la comoda stampella laterale. Degna di nota la capacità del vano sottosella in grado di ospitare un casco integrale e altri piccoli oggetti.

Come il modello di maggior cubatura anche l’Xciting 250 è fornito di ruota fonica (nella foto) per poter montare in seguito l’ABS: al momento infatti questo optional non è ancora disponibile.
La frenata è combinata: la leva destra agisce su una sola delle due pinze anteriori; con la sinistra si aziona la seconda e quella posteriore insieme.
La potenza è notevole e gli spazi d'arresto sono ridotti.
La leva destra, però (così cara ai motociclisti), richiede uno sforzo eccessivo per una frenata soddisfacente.

Come va





Una ciclistica che esalta il piacere di guida. Un motore tranquillo, dall'erogazione fluida per una guida rilassante. Anche vibrazioni e rumorosità meccaniche sono contenute. Solo sui fondi accidentati, o sul pavé, le sospensioni dalla risposta secca e la sella dura non giovano a schiena e fondo schiena.


La posizione di guida è naturale anche se il manubrio è un po’ distante dalla sella. Nonostante il grosso tunnel centrale i piedi trovano il giusto spazio. Questo scooter, complici le dimensioni generose e la grossa sezione degli pneumatici, non è proprio un fuscello nel traffico cittadino. Però l'erogazione fluida e la trasmissione che non strappa, permettono di cavarsela bene.
La protezione aerodinamica è efficace
anche alle alte velocità. Bene la stabilità e la tenuta di strada.
Le sospensioni, piuttosto secche, assecondano la guida sportiveggiante
e, presa un minimo di confidenza è facile limare il cavalletto da ambo i lati.

Se la potenza non è trascendentale, l'allungo è comunque buono.
I rilievi cronometrici (vedi la sezione "Rilevamenti")
lasciano intendere che gli oltre 200 kg in ordine di marcia penalizzano solo in parte il brio in accelerazione e ripresa. Infatti, allo scattare del verde, il motore dell'Xciting ha carattere a sufficienza per lasciarsi dietro  il traffico cittadino.

In sintesi





LA SCHEDA

Motore: a 4 tempi, monocilindrico orizzontale, alesaggio per corsa 72,7x60,4 mm, cilindrata 251 cc, rapporto di compressione 10,6:1, distribuzione ad albero a camme in testa, 2 valvole per cilindro, lubrificazione a carter umido, raffreddamento a liquido, potenza max 20,1 CV (14,8 kW) a 7.250 giri, coppia max 2,09 kgm (20,5 Nm) a 6.500 giri. Alimentazione: a carburatore tipo Kymco CVK da 28,8 mm; capacità serbatoio carburante 12,6 litri compresa la riserva. Accensione: elettronica digitale; candele NGK DPR 7EA. Impianto elettrico: batteria 12V. Trasmissione: automatica con frizione centriguga a secco e variatore continuo di velocità con cinghia trapezoidale, trasmissione finale a ingranaggi. Telaio: tubi di acciaio e piastre stampate; inclinazione cannotto di sterzo nd, avancorsa nd. Sospensioni: anteriore forcella teleidraulica con steli da 40 mm, escursione ruota 110 mm; posteriore forcellone oscillante con doppio ammortizzatore idraulico, escursione ruota 100 mm. Ruote: cerchi in lega leggera, anteriore 3,50x15”, posteriore 4,50x14”; pneumatici tubeless, anteriore 120/70-15, posteriore 150/70-14. Freni: anteriore a doppio disco da 260 mm con pinza a due pistoncini; posteriore a disco da 240 mm con pinza a due pistoncini. Dimensioni (in mm) e peso: lunghezza 2.255, larghezza 800, altezza 1.450, interasse 1.590, altezza sella nd, peso a vuoto 189 kg. Prestazioni: velocità max 122 km/h.
Manutenzione
Tagliando: programmato ogni 6.000 km. Lubrificazione: sostituzione olio motore ogni 6.000 km, ispezione ogni 500 km. Distribuzione: controllo gioco ogni 12.000 km. Trasmissione: sostituzione cinghia ogni 12.000 km. Pneumatici: pressione di gonfiaggio, ant 2,0 bar, post 2,5 bar.
Dati anagrafici
Costruttore: Kwang Yang Motor Company, Ltd, Taiwan. Importatore: Padana Ricambi, via de Gasperi 11, 25080 Molinetto di Mazzano (BS), tel 030-2120620, www.kymco.it. Gamma colori: arancio Mantova, argento metal, blu benaco, nero smoke. Inizio vendite: giugno 2005. Garanzia: 2 anni con chilometraggio illimitato e 1 anno di KymcoCare. Prezzo: 4.195 euro, indicativo chiavi in mano. Optional (prezzi Iva compresa): parabrezza maggiorato (99), kit allarme completo (189), bauletto 45 litri nero (135), bauletto 45 litri in tinta (165), schienalino per bauletto (29,90), supporto bauletto (45).

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA