23 April 2013

KTM Super Duke R 1290: versione definitiva (quasi)

Un prototipo non diventa mai un modello di serie mantenendo tutte le caratteristiche che più avevano impressionato ai saloni. Succede anche alla maxi naked KTM, che vediamo in queste foto spia apparse sul web

Ktm super duke r 1290: versione definitiva (quasi)

The beast”, la bestia. Così il marketing e la comunicazione KTM hanno denominato il prototipo della futura Super Duke nelle settimane precedenti il Salone di Milano 2012. E infatti poi il prototipo esposto all’Eicma si è rivelato una vera e propria belva che sprizzava rabbia, cattiveria e ignoranza da ogni cc. Infatti il video che accompagnava la presentazione era uno dei più adrenalinici e… scorretti degli ultimi anni (lo trovate qui, insieme ad una gallery davvero eloquente). Acquolina in bocca e aspettative a mille, ben sapendo che un mostro del genere difficilmente sarebbe potuto diventare un modello di serie così come lo stavamo ammirando dal vivo e sul web.

 

BESTIA ADDOMESTICATA

Infatti stanno cominciando a girare le foto dei prototipi “quasi di serie” impegnati nei collaudi (superduke.net), e la sensazione (praticamente certezza) è che la Bestia forse rimarrà tale nel carattere ma non nel look. Le linee sono più “normali”, con un frontale che sfoggia un faro… pericolosamente somigliante agli elementi più economici adottati per le piccole Duke. Che dire poi dello scarico? Il cattivissimo doppio Akrapovic del prototipo lascia il posto ad un convenzionale ed ingombrante (ma indispensabile per l’omologazione) 2-in-1 sulla destra. Il retrotreno è paradossalmente più “arioso”, senza il terminale tra ruota e sotto sella, ma l’effetto è tutt’altro. Fortunatamente è stata mantenuta la soluzione del forcellone monobraccio.

 

L’ARANCIONE CHE CI MANCA

Le sovrastrutture sono praticamente identiche, soprattutto per l'inedito gruppo sella/serbatoio/convogliatori, mentre il codino deve ovviamente ospitare la sella del passeggero (con l’inutile cinghietta di legge) e il porta targa. Nessuna traccia del color arancione, né per la carrozzeria né per il telaio né per i cerchi. Ma arriva, statene certi, e allora la faccia della Super Duke 1290 cambierà completamente. Nuova la strumentazione, simile a quella della 1190 Adventure (cliccate qui per il test della nuova versione R). Ma fate pure i confronti, nella gallery ci sono le foto sia del prototipo di Eicma che di quello beccato in giro nei collaudi: cliccate qui.

 

I MUSCOLI RESTANO

Tornando alla tecnica: sparita (ma era ovvio) la splendida forcella pressurizzata, al suo posto una comunque raffinata unità pluriregolabile, così come il mono. Anche i freni rimangono Brembo, ma le pinze ultra racing della Bestia ce le scordiamo. In compenso il motore si fa ammirare in tutta la sua possanza. Si tratta della stessa unità che equipaggia la RC8, quindi la potenza (anche se nessuno dice nulla) dovrebbe aggirarsi intorno ai 175 CV - sembra che a Eicma a microfoni spenti qualcuno abbia sparato questa cifra -, un numero che, fosse anche di una decina di CV inferiore, giustificherebbe l’impiego massiccio di controlli elettronici, come sulla sorella Adventure

 

Probabilmente sarà Eicma 2013 il palcoscenico per la presentazione della versione definitiva

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA