Svelata la KTM RC16 in livrea definitiva

La KTM MotoGP si svela in livrea ufficiale al Red Bull Ring. Nel sabato del GP d’Austria ecco la presentazione e la tecnica della RC16, che nel 2017 correrà il Mondiale della Classe Regina con Bradley Smith e Pol Espargaro

Eccola!

Non è certo una novità. Ormai sono mesi e mesi che si sa che nel 2017 KTM farà il proprio debutto in MotoGP come Casa costruttrice, con la RC16 guidata da Bradley Smith e Pol Espargaro. Anzi, già dall’ultima gara del 2016, a Valencia, la troveremo in pista a confronto con le avversarie. A dire la verità il confronto c’è già stato: nei test collettivi al Red Bull Ring la MotoGP arancione non se l’è affatto cavata male, dopo i varie sessioni di prova effettuate in solitaria con Kallio, Luthi e Hofmann (cliccate qui per seguire lo sviluppo della moto, mentre non perdetevi il favoloso sound del suo motore nel video a destra e in quello in fondo alla pagina). 
 

livrea classica

Ma ora è il momento dell’ufficialità. Sulla pista di casa, appena dopo le FP3 della Moto2 e prima delle qualifiche della MotoGP del GP d’Austria 2016 (qui gli orari TV), la Casa di Mattighofen presenta ufficialmente la moto, la squadra e i piloti con cui affronterà l’avventura in MotoGP. La moto che avevamo finora visto solo in versione “test” è svelata con la livrea ufficiale. E' prevista anche un'esibizione in pista prima della gara della MotoGP, alle 13,15 della domenica al Red Bull Ring.
Come si può vedere nelle foto, la moto è nella classica colorazione Red Bull, quella della Moto3 ufficiali, ed è illustrata sul palco della conferenza stampa da Stefan Pierer, Pit Beirer (direttore KTM motorsport), Sebastian Risse (direttore tecnico), Mike Leitner (vice presidente settore strada), Mika Kallio, Alex Hofmann.
Salta all’occhio la vera differenza tra questa MotoGP e tutte le altre: il telaio a traliccio, mentre la forcella è WP, i freni Brembo e i cerchi Marchesini. Il motore, si sa, è un V4, che canta attraverso lo scarico Akrapovic.

In azione

scheda tecnica

Motore
  • Tipo: 4 clindri a V   
  • Cilindrata: 1.000 cc  
  • Distribuzione: valvole pneumatiche  
  • Cambio: Seamless
  • Potenza: oltre 250 CV
  • Limitatore di giri: 19.000 giti
  • Lubrificazione: Motorex  
  • Scarico: Akrapovič 4-in-1 in titanio  
  • Centralina: Magneti Marelli   
  • Elettronica: Ride-by-Wire, Engine Braking, Traction Control, Wheelie Control, Quickshifter
 
Ciclistica
  • Telaio: traliccio in acciaio  
  • Forcellone: in alluminio  
  • Interasse: 1.400 mm  
  • Altezza: 700 mm  
  • Oesi minimo: 157 kg  
  • Capacità serbatoio del carburante: 22 litri  
  • Sospensione anteriore: WP  
  • Sospensione posteriore: WP
  • Freni: Brembo  
  • Pneumatici: Michelin, 17”  
  • Carrozzeria: Carbonio

PIERER: “dovremo imparare molto, ma so che faremo bene”

Mika Kallio: “La prima volta che sono salito su questa moto ho sentito delle buone sensazioni e i tempi sul giro erano già di un buon livello. Abbiamo bisogno di migliorare ulteriormente anche se abbiamo già fatto importanti passi avanti. Credo che un paio di settimane fa abbiamo avuto modo di dimostrare il nostro valore. Siamo già molto vicini ai nostri concorrenti, direi che il motore di questa moto è già buono e ora abbiamo altri quattro test prima di Valencia”.
 
Stefan Pierer, CEO KTM: “Sono quasi due anni e mezzo che abbiamo iniziato questa avventura, nel frattempo abbiamo aumentato le vendite delle nostre moto stradali. La corsa è la nostra filosofia e di sicuro dovremo imparare molto, ma so che faremo bene, il sogno è vincere in MotoGP”.
 
Carmelo Ezpeleta, CEO di Dorna Sports: “Non è stato difficile convincere KTM a partecipare al MotoGP, lo spirito della competizione è nel loro cuore. Così avremo un equilibrio tra Case giapponesi ed europee. Sono stato molto colpito da come KTM lavora. Quando hanno iniziato in Moto3 da subito sono stati molto competitivi, la classe regina è difficile ma si stanno preparando nel migliore dei modi”.

sorellina minore

Ricordiamo che nel 2017, la Casa di Mattighofen sarà impegnata in tutte le classi del Motomondiale: in Moto3 con 14 piloti alla guida delle 250 cc KTM; in MotoGP, come detto, e in Moto2. In particolare, il debutto nella classe di mezzo è importante, perché per la prima volta una Casa si schiera in forma ufficiale: Brad Binder e un altro pilota, ancora da definire, guideranno la WP-KTM del team Ajo, motorizzata ovviamente Honda, come vuole il regolamento (se vincerà, gioiranno di più in Austria o a Tokyo?).
 
Ne approfittiamo per un pro memoria: col ritorno del Motomondiale dopo settimane di pausa, torna anche FantaMOTOCICLISMO, il nostro gioco che dà la possibilità a uno di voi di diventare tester di Motociclismo per un giorno. Partecipare è semplice: basta fare un pronostico sui primi 5 classificati di ogni gara della MotoGP, e a fine campionato si tirano le somme: il migliore sarà dei nostri!
 

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA