10 October 2011

KTM festeggia i successi sportivi con un party a Salisburgo. Presentata la Moto3 di Mattighofen

Abbiamo partecipato alla grande festa organizzata da KTM per festeggiare i due titoli iridati vinti nel Mondiale di Motocross 2011 da Tony Cairoli in MX1 e da Ken Roczen in MX2, oltre alla vittoria di Martin Bauer nel campionato tedesco Superbike IDM. Ecco come è andata.

Ktm festeggia i successi sportivi con un party a salisburgo. presentata la moto3 di mattighofen

Salisburgo (AUSTRIA) - KTM ha organizzato un grande evento per festeggiare i successi ottenuti durante la stagione agonistica 2011 e presentare le novità di rilievo della sua gamma 2012 (come le SX 2T, ora con il link). Per la sua festa, la Casa austriaca ha scelto un teatro d’eccezione: l’Hangar 7 adiacente l'aeroporto salisburghese. Noi abbiamo partecipato al party. Erano presenti i piloti ufficiali di Mattighofen: Tony Cairoli, Campione del mondo della MX1 2011, Ken Roczen, Campione del mondo della MX2 2011 impegnato anche nel Supercross USA, Pascal Rauchenecker, giovanissima promessa del motocross internazionale e Martin Bauer, vincitore dell’IDM Superbike, il campionato tedesco delle derivate di serie.

Tutti i piloti hanno avuto qualche minuto per raccontare la loro stagione agonistica. Tony ha avuto un inizio difficile, reso tale da un grave infortunio al ginocchio, presto recuperato grazie al lavoro indefesso della squadra dall'ambiente molto “familiare” e alla caparbietà dello stesso Cairoli. Ken ha dovuto affrontare, come Tony, una stagione faticosa a causa del doppio impegno in Europa e negli Stati Uniti, oltre che per un grosso infortunio subito a metà stagione, quando già si trovava in vetta alla classifica MX1; anche lui ha voluto sottolineare quanto  il lavoro della squadra, l'ambiente tranquillo ed amichevole (nonostante le  pressioni) ed il supporto della sua famiglia siano stati fondamentali per poter concludere la stagione con la vittoria.

Martin Bauer, all'ultimo anno di competizioni prima del suo ritiro, ha conquistato il campionato IDM sul circuito di Hockenheim (dove abbiamo provato la sua moto). Il titolo di “campione tedesco della Superbike” è arrivato nonostante sia rimasto infortunato nella gara precedente a quella di Sachsenring, dove secondo il parere dei medici non avrebbe dovuto correre e, invece è riuscito non solo a gareggiare, ma anche a concludere secondo una delle due manche, guadagnando punti preziosi per il campionato. L’abbandono delle piste non rappresenterà per Bauer un distacco da KTM, dove resterà a lavorare con un ruolo di consulente.

Il party della KTM è stato l’occasione buona per ufficializzare l’ingaggio di Ryan Dungey per la prossima stagione dell’AMA Supercross. Restando in tema di Stati Uniti, i manager della Casa austriaca hanno fatto sapere che Roczen parteciperà solo ai due campionati americani National e Supercross e non sarà più in gara nel Mondiale di Motocross.

Sempre durante la festa, KTM ha svelato il prototipo della sua Moto3, sviluppata in collaborazione con la tedesca KALEX Engeneering. KTM parteciperà in modo ufficiale al Motomondiale, nella Classe Moto3, dove sarà presente con tre piloti gestiti dalla scuderia Ajo Motorsport. Per il momento si conosce il numero ma non si sa il nome di piloti.

La Moto3 di KTM ha una cilindrata di 249 cc, ottenuti nel rispetto delle misure limite di alesaggio massimo di 81 mm e corsa massima di 48,5 mm, imposte dal regolamento di classe. Il motore non supera il limite regolamentare di 14.000 giri ed è dotato della centralina elettronica fornita in esclusiva da Dellorto a tutti i costruttori della Moto3. L’alimentazione è ad iniezione, con doppio iniettore. La termica include un contralbero di equilibratura e le valvole in titanio montate in posizione radiale. La frizione è antisaltellamento.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA