di Tarcisio Olgiati - 15 marzo 2017

Ufficiale: le KTM enduro 2T 2018 saranno a iniezione!

Lo avevamo anticipato, ma ora è confermato: le KTM EXC 2018 (enduro 2T), avranno motori alimentati a iniezione elettronica. Il lancio dei modelli TPI (Transfer Port Injection) di 250 e 300 cc avverrà il 15 maggio. Primo disegno del nuovo sistema, foto e qualche dettaglio tecnico
  • Salva
  • Condividi
  • 1/19 Disegno ufficiale del motore KTM 2T a iniezione che equipaggerà le EXC 250 TPI e 300 TPI 2018

    I nostri lettori già lo sapevano…

    L'articolo fi FUORIstrada di marzo 2017 che anticipava l'arrivo dell'iniezione sulle KTM EXC 2018

    Ricordate? Noi lo avevamo anticipato qui, poi su Motociclismo FUORIstrada di febbraio e di marzo (appena sostituito in edicola dal numero di aprile), ma ora è ufficiale: KTM presenterà una gamma di moto da enduro con motore 2T alimentato a iniezione elettronica. Oggetto di un importante sviluppo fatto anche in gara, si chiameranno 250 EXC TPI e 300 EXC TPI, dove la sigla significa Transfer Port Injection, il tipo di sistema studiato dalla Casa austriaca che permetterà di rispettare la normativa Euro 4, di abbassare i consumi e di ottimizzare l’erogazione.

    C’è il miscelatore

    Il prototipo della KTM 300 EXC, con motore a iniezione e miscelatore

    Mattighofen annuncia che le moto saranno presentate alla stampa il prossimo 15 maggio, ma non accompagna la notizia con quelle informazioni tecniche che farebbero la gioia degli appassionati. Di fatto, l’unica cosa che ci viene detta è che l’alimentazione sarà ad iniezione e che le moto avranno il miscelatore (altra cosa che avevamo anticipato e che è dimostrata dal tappo aggiuntivo che si è visto nella zona del cannotto di sterzo delle moto scese in gara al Roof Of Africa).

    Insolito alloggiamento per l'iniettore

    Foto scoop del motore KTM 2T a iniezione che equipaggerà le EXC 250 TPI e 300 TPI 2018. Si vede l'iniettore, che spruzza direttamente dentro un travaso

    In compenso allega un disegno che, unito alle foto in nostro possesso (quelle che abbiamo pubblicato su FUORIstrada e che potete vedere nella gallery) permette di capire qualcosa di più della tecnica. Analizzando le foto e il disegno, si nota l’iniettore alloggiato direttamente nel cilindro, che dovrebbe nebulizzare la miscela spruzzando direttamente dentro uno dei travasi. È un sistema non usuale, per chi usa l’iniezione sui motori 2T (motori stradali, s’intende, dato che nel fuoristrada solo la Ossa e la Vertigo da trial hanno l’iniezione).
    Il corpo farfallato prevede la presenza di un sensore che legge i gradi di apertura della farfalla e interagisce con l’accensione. Pare invariata la valvola allo scarico, che resta al suo posto e non mostra evidenze di una modifica nel sistema di funzionamento. I carter del motore sono anch’essi invariati, ma in realtà erano già stati progettati in vista di questa importante innovazione tecnica.
    Resta da dire che, molto presumibilmente (ma diciamo pure certamente) i nuovi motori TPI andranno ad equipaggiare anche le enduro Husqvarna.

    Le moto saranno disponibili indicativamente all'inizio dell'estate

    Foto scoop del motore KTM 2T a iniezione che equipaggerà le EXC 250 TPI e 300 TPI 2018. Si vede il corpo farfallato

    "Per KTM questa novità è tanto incredibile quanto eccitante. Ci siamo impegnati a lungo per ottenere una nuova tecnologia che rendesse le nostre moto ancora più performanti e che allo stesso tempo fosse rivoluzionaria, affidabile e che rispondesse perfettamente al nostro mantra READY TO RACE. Il nostro R&D ha testato a lungo il nuovo sistema di alimentazione, in modo da affinare quanto più possibile il prodotto e renderlo perfettamente fruibile a tutti i livelli. Siamo altresì molto eccitati per essere stati i primi ad adottare questa tecnologia su una moto da Enduro e non vediamo l'ora di presentare le nuove 250 EXC TPI e 300 EXC TPI ai giornalisti di tutto il mondo il prossimo maggio. Le moto saranno disponibili presso i concessionari ufficiali europei indicativamente all'inizio dell'estate, mentre bisognerà aspettare la fine dell'autunno per il mercato nord americano". Questo il commento di Joachim Sauer, KTM Product Marketing Manager.

    © RIPRODUZIONE RISERVATA