KTM 450 Rally: DNA da corsa

Dopo aver debuttato un po' cammuffata nel Rally del Marocco, a Eicma 2017 KTM mostra al pubblico la 450 Rally, in quella che potrebbe essere la sua forma definitiva
1/13 KTM 450 Rally: il prototipo impegnato nelle competizioni

Dai Rally a Eicma

La nuova moto che punta a dominare tutti i rally (KTM vince la Dakar da 17 anni di fila) ha già debuttato in gara, al Rally del Marocco, con una grafica Total Black colorata solo dallo sponsor RedBull. Ma adesso a Eicma 2017 vediamo quella che potrebbe essere la versione definitiva della moto che correrà la prossima Dakar. Dalle foto possiamo notare un telaio sempre a traliccio, ma con un disegno completamente rivisto. Il forcellone riprende esattamente le forme di quello della gamma cross, con l’ammortizzatore dotato di leveraggi progressivi. Colpiscono i nuovi serbatoi anteriori, con un’inedita forma a “C”, che si estendono fino ad inserirsi nelle forme del serbatoio posteriore autoportante (non ha un telaietto di supporto, funge lui stesso da sostegno per sella, scarico, faro e porta targa). Nuovo il cupolino, sempre trasparente, ma molto più compatto, così come il porta strumentazione in carbonio. Rimangono un paramotore in carbonio che ospita il serbatoio dell’acqua, e le carenature con sganci rapidi. Difficile trovare altre novità da queste foto, il motore rimane avvolto nel mistero (attualmente la 450 Rally è dotata di un monocilindrico con distribuzione monoalbero, iniezione elettronica e cambio 5 marce, concettualmente simile al motore cross). La tendenza delle ultime moto da rally è ridurre il peso ed aumentare la maneggevolezza, e KTM ha lavorato in queste direzioni.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA