La ZX-25R è pronta a correre!

Ad affiancare la stradale della Kawasaki ZX-25R ecco la versione “racing”, con carene in carbonio, sospensioni Showa dedicate, impianto frenante maggiorato, scarico libero… La piccola sportiva è pronta a scendere in pista per un campionato monomarca

1/27

Kawasaki ZX-25R versione racing

1 di 2

Sulla base della ZX-25R Kawasaki Motors Japan ne ha realizzata una versione “pronto gara”, che sarà utilizzata in Giappone (e forse in altri paesi asiatici) per un trofeo monomarca il prossimo anno. Anche se, Coronavirus permettendo, la Casa di Akashi vorrebbe disputare una gara già nel 2020.

Come detto la moto di partenza è la ZX-25R, una piccola sportiva spinta da un inedito motore a quattro cilindri in linea di 250 cc, con la zona rossa posta a 17.000 giri/min. I dati relativi alle prestazioni non sono stati diffusi, ma dall’oriente dicono che la potenza sarà vicina ai 60 CV. Troviamo poi telaio tubolare in acciaio, forcella a steli rovesciati Showa SFF-BF, monoammortizzatore progressivo, cerchi da 17”, pinza freno radiale e look da vera Ninja. Anche la dotazione elettronica è da “grande”, e comprende traction control, quickshifter e mappe motore.

1/27

Kawasaki ZX-25R versione racing

Il kit racing comprende crenatura e parafango in carbonio, sospensioni Showa pensate per la pista (con il mono che arriva dalla ZX-10R) e freni con pastiglie racing. Nuovo anche lo scarico, un quattro in uno prodotto da Beet. Troviamo poi nuovi telaietto posteriore, pedane, serbatoio, air-box e sella realizzati da A-Tech. Le le leve di freno e frizione sono regolabili su sei posizioni e le gomme scelte sono le Dunlop Sportmax.

Purtroppo, se già sognate di portarla tra i cordoli dovrete mettere da parte la vostra fantasia. Attualmente non è prevista l’importazione in Italia della Kawasaki ZX-25R.

1/27

Kawasaki ZX-25R versione racing

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli