27 October 2015

Kawasaki Z125: piccola naked urbana per l'Asia

La Casa di Akashi ha presentato la nuova Z125: motore da 125 cc di cilindrata, ruote da 12 pollici, 4 marce, dimensioni ridotte e peso contenuto. Disponibile anche con frizione automatica. Inizialmente destinata ai mercati asiatici, arriverà anche da noi? Non perdetevi il video di lancio

FUN BIKE DA CITTÀ

Dopo il 1.000 cc sovralimentato della Ninja H2 2016 e della nuova ZX-10R, torniamo a parlare di Kawasaki, questa volta per le piccole cilindrate. La Casa di Akashi ha presentato in questi giorni la nuova nata della famiglia “Z”: a far compagnia a Z250SL, Z300, Z800 e Z1000 arriva (al momento nel mercato asiatico) la Z125: una naked piccola e compatta destinata ad un pubblico giovane che desidera un mezzo agile e divertente per muoversi in città, segmento che fino ad oggi era rappresentato dalla Honda MSX125. Ruote da 12 pollici, motore 125 cc e un peso complessivo di poco superiore ai 100 kg, sfogliate le immagini della nuova Z125 presenti nella gallery, poi andiamo a conoscerla meglio. 
1/40 Kawasaki Z125

PICCOLA E COMPATTA

Come detto, la Z125 è spinta da un motore monocilindrico, 4T, raffreddato ad aria, da 125 cc con albero a camme in testa. Questo propulsore è in grado di donare alla Z125 una potenza vicina ai 10 CV. Lo scarico trova posto sotto al motore, per centralizzare le masse, e il collettore di scarico è protetto da un puntale. La Z125 è equipaggiata con ruote da 12 pollici, 100/90-12 all’anteriore e  120/70-12 al posteriore. La frenata è affidata a due dischi singoli: da 200 mm l’anteriore, da 184 mm quello posteriore, entrambi morsi da una pinza a singolo pistoncino. Per quanto riguarda le sospensioni troviamo forcella a steli rovesciati da 30mm e monoammortizzatore posteriore regolabile nel precarico. Le misure sono da vera e proprio fun bike: 102 kg di peso e altezza della sella contenuta (78 cm). Il serbatoio può contenere 7,8 litri di carburante. Esteticamente la Z125 è molto simile ai modelli Z più grandi di Kawasaki, con linee tese e design moderno. Dietro al faro anteriore trova posto la strumentazione, composta da un contagiri analogico affiancato da un display LCD multifunzione, che riporta il livello del carburante, indicatore di marcia, tachimetro, orologio e contachilometri totale e parziale. La Z125 è disponibile in due versioni: la “base”, con frizione automatica, e la “Pro”, caratterizzata dalla livrea verde lime e dalla frizione manuale con cambio a quattro rapporti.
Al momento la Z125 è riservata al mercato asiatico, ma non è affatto da escludere che in futuro potrebbe arrivare anche da noi. Non ci resta che aspettare Eicma (17-22 novembre) per ulteriore novità, nel frattempo gustatevi il filmato attraverso il quale Kawasaki ci presenta la nuova piccola Z125. 

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA