Kawasaki Ninja H2: prima immagine ufficiale della linea

Dopo la conferma che avrà il motore sovralimentato, dopo aver sentito il sound del 4 cilindri con compressore, ecco il primo “assaggio” della linea: sportivissima! Un video spiega l’eccellenza prestazionale firmata Ninja

Kawasaki ninja h2: prima immagine ufficiale della linea

Si avvicina il momento del debutto della Ninja H2, previsto per Intermot 2014 (2-5 ottobre). Se ancora non sapete nulla di questa succulenta novità che Kawasaki presenta al Salone di Colonia, facciamo un piccolo riassunto.

Si tratta di una moto sportiva - non a caso si chiama Ninja - che ospita un grande ritorno a livello motoristico: il motore sovralimentato. Non si tratta né di un turbo mosso dai gas di scarico né di un volumetrico “classico”, ma di un compressore centrifugo azionato meccanicamente con un sistema di ingranaggi inedito e dotato, pare, di trasmissione per modificare il regime di rotazione a seconda delle richieste del pilota (cliccate qui per sapere tutto su questo propulsore, ci sono anche le curve di erogazione nelle foto della gallery).

La promessa implicita è quella di prestazioni di assoluto riferimento, anche se questa moto non correrà in nessun campionato: niente si sa per ora della cilindrata (ma è presumibile che sarà inferiore a 1.000 cc) e comunque la sovralimentazione non è ammessa in nessuna serie. Dall’ascolto del suono del motore (che “ulula e cinguetta”, secondo la definizione di Kawasaki), possiamo senz’altro dire che questo 4 cilindri è cattivissimo, ma della moto in sé si conosce ben poco.

 

LA LINEA SI SVELA (UN PO’)

Se la meccanica pura dovrebbe verosimilmente essere associata ad un’elettronica raffinatissima, che presumiamo al top sia nella gestione del motore sia per quanto riguarda la ciclistica (le sospensioni a regolazione elettronica o semiattive non sarebbero certo fuori luogo su una moto che vuole essere un manifesto tecnologico super aggiornato), il design è ancora top secret.

O meglio, lo era fino ad oggi, perché il video seguente svela almeno in silhouette la linea delle futura Ninja. La vedete anche nella gallery: sportiva senza mezzi termini, con un codino parecchio più corto e affilato di quello della attuale ZX-10R (che non ha convinto tutti: fate un confronto guardando questa gallery con le livree dei modelli “30° Anniversario” e le Ninja più rappresentative della storia di questo iconico nome…), carenatura integrale attillata e tesa, gruppo ottico posteriore verosimilmente a Led e impostazione generale che più racing non si può! Anche se gli uomini Kawasaki sostengono con forza che la moto sarà totalmente diversa dalle attuali ZX-R. In effetti la foto non mostra la parte inferiore della carenatura, che potrebbe riservare qualche sorpresa. D'altronde il codino è davvero esplicito e nella parte anteriore non si notano tutte quelle appendici aerodinamiche che ad Akashi usano applicare ai modelli super tourer.

 

ECCELLENZA PRESTAZIONALE

In effetti le dichiarazioni d’intenti che Kawasaki sta facendo filtrare sono a dir poco bellicose e lasciano capire come ad Akashi vogliano, con questa moto, porsi nella posizione di leader tecnologici e prestazionali, così come lo sono stati ai loro tempi altri modelli chiamati Ninja. Ce li mostra il video: ricordate che nel resto del Mondo sono “Ninja” anche moto che da noi hanno avuto altri nomi, tipo le ZZR, o modelli non prettamente supersportivi, come la ZX-12R o l’attuale ZZR 1400 (cliccate qui per provare l’ebbrezza on board del turismo a 300 all’ora, su autostrada tedesca, ovviamente). Sul sito www.ninja30.com ci sono tutte.

 

 

www.ninja-h2.com

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA