di Nicolas Patrini - 07 ottobre 2019

“Nulla di positivo. Solo un pilota può vincere con la Honda”

Jorge Lorenzo lancia l’ennesimo allarme: a parte Marquez, nessuno può vincere in sella alla RC231V. Secondo il maiorchino, la Honda dovrebbe concentrarsi sullo sviluppo di una moto che permetta a tutti di essere competitivi. Il problema principale è il motore

1/17

Che Jorge Lorenzo non sia a proprio agio sulla RC213V è ormai risaputo: il compagno di team, Marc Marquez, ha festeggiato l’ottavo trionfo mondiale mentre lui tagliava al traguardo di Buriram con quasi 1 minuto di distacco. Un duro colpo da accettare, in una stagione che non lo ha mai visto protagonista, sia a causa del poco feeling in sella che degli infortuni. Al termine della gara, Lorenzo non può che essere dispiaciuto:

“Niente di positivo dalla gara in Thailandia e questo a prescindere dalla mia condizione fisica. Sono lento e il gap dagli altri è troppo ampio. Non va bene, non ho feeling con la moto. Il limite, oltre che nelle sensazioni che ho in fase di frenata, è nel motore. Per me si tratta del problema principale dato che non ci saranno novità nelle prossime gare che possano aiutarmi. Non arriverà nulla di significativo. Vorrei che Honda si concentrasse sulla moto per renderla guidabile anche da altri piloti: ora un solo pilota è in grado di vincere le gare”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli