Jorge Lorenzo: “Ho perso molto dopo che Marquez mi ha toccato”

Marc Marquez ha vinto di nuovo, dopo lo stop di Brno, ma stavolta se l’è dovuta sudare e ha lottato con il maiorchino fino all’ultimo giro. Bella anche la lotta per il 3° posto, con Vale e Dovi che contenti ma non al 100%. Gara emozionante, per noi, ecco le dichiarazioni dei piloti.

Jorge lorenzo: “ho perso molto dopo che marquez mi ha toccato”

Il GP di Gran Bretagna è stato divertente e coinvolgente in tutte le gare, a partire dalla Moto3, dove il nostro Bastianini si è dimostrato una volta di più un talento cristallino. Ma in precedenza c’era stato lo show della Moto2 e nemmeno il clou della giornata, la MotoGP, ha deluso le aspettative. Grandi battaglie, sorpassi a ripetizione, sportellate (non perdetevi la mega gallery con tutte le foto più belle)… Vabbé, è finita come al solito, ma almeno non è stato un monologo. Se poi ci mettiamo anche il sale della polemicuccia sotto traccia di Lorenzo che non ha gradito il sorpasso aggressivo di Marquez, ecco che ci sono tutti gli ingredienti per riempire i 15 giorni che ci separano da una gara di Misano che si annuncia imperdibile (noi ci saremo e abbiamo in serbo delle sorprese). Ma ecco le impressioni dei piloti nelle dichiarazioni post gara.

 

Marc Marquez

Onestamente non mi aspettavo una battaglia come quella con Jorge. È stato molto veloce all’inizio, il ritmo era altissimo. Credo allo stesso livello delle FP4. Lui ha spinto all’inizio, mentre io stavo cercando di conservare le gomme. Era una situazione critica: perché se lo facevo troppo, lui poteva aprire un gap! Nella seconda parte della gara ho visto che il mio ritmo migliorava, anche se non di tanto. Ho cercato di passarlo a 7 giri dalla fine ma ho commesso un piccolo errore. Così ho iniziato a pensare all’anno scorso e mi sono detto: ok, proviamoci, perché sarà difficile negli ultimi giri! Alla fine è stato sufficiente. È stata davvero una gran bella battaglia. Era importante vincere oggi dopo la battuta a vuoto di Brno. Avevo anche un conto in sospeso dallo scorso anno, quando Jorge mi aveva battuto all'ultima curva, quindi sono felice di essere tornato sul gradino più alto del podio!

 

Jorge Lorenzo

Da come si erano messe le cose all’Inizio del weekend, la gara è andata meglio delle aspettative. Ho fatto una gran gara e sono orgoglioso di come ho corso! Probabilmente non avevamo il miglior pacchetto qui. Nonostante tutto, abbiamo fatto un ottimo lavoro, migliorando poco a poco in ogni sessione. Non eravamo in grado di avere lo stesso passo di Marc ma ho spinto al massimo. Forse lui era messo meglio, mentre io ho dovuto guidare molto… di fisico per tenere la moto. Alla fine, ho perso molto dopo che lui mi ha toccato in quella curva. Sapevo che stava per tentare il sorpasso in quella curva da prima marcia a destra, ma non l'ho lasciato entrare. Ero all'esterno quando ho aperto il gas e lui mi ha toccato. Nella curva successiva, mi ha toccato di nuovo in ingresso curva e ho perso sette decimi di secondo. Ho cercato di riprenderlo ma stavo lottando con le mie condizioni fisiche perché avevo spinto tanto sin dalla prima curva. E anche il posteriore iniziava a scivolare troppo; magari per lui invece proprio questo aspetto ha costituito un vantaggio. Ho finito dietro di decimi, quando il ritardo del venerdì era invece di 1”3 al giro. Di sicuro quindi, è stato molto meglio delle nostre aspettative. Purtroppo la Yamaha non si può guidare con aggressività come le altre moto, devi aprire le traiettorie e perdi tempo in curva. Del resto noi abbiamo i nostri punti forti, come gli altri hanno i propri. La sfortuna vuole che la fase della frenata sia quella dove per me è più difficile combattere

 

Valentino Rossi

Sono contento per questo podio perché per me è la prima volta qui a Silverstone, che di solito è stato sempre una pista difficile per me. Sono felice del passo che ho avuto all’inizio perché Jorge lì davanti stava spingendo al massimo e il tempo sul giro era velocissimo. Sono riuscito a stare con loro nei primi giri. Ma stando dietro Dovizioso si era aperto già un gap per andarli a prendere. Così ho stressato troppo le gomme e il mio ritmo è calato. Da quel momento c’è stata una bella battaglia con Dani e Dovi, che si protratta fino alla fine. Ho deciso di stare davanti perché avevo un buon ritmo e potevo andare a podio. Alla fine portiamo a casa molte cose positive: intanto è arrivato un altro podio. Va bene così, ma dobbiamo provare a fare un ulteriore passo avanti, perché avrei voluto stare con Jorge e Marc per tutta la gara. Dobbiamo fare un altro step per essere pronti al 100% per Misano, tra due settimane, perché quello sarà il mio Gran Premio di casa e quindi dovremo fare più del massimo.

 

Daniel Pedrosa

La gara non è stata facile. Ho fatto una brutta partenza e nei primi giri ho perso un po' di terreno dai primi, anche se ad essere onesti non ho avuto il loro stesso passo dopo neanche. Ad ogni modo, abbiamo combattuto con Valentino e Andrea e alla fine abbiamo guadagnato una posizione nel giro finale. Non è stato il nostro miglior weekend, ma cercheremo di essere di nuovo là davanti nel prossimo Gran Premio.

 

Andrea Dovizioso

Possiamo dire che la quinta posizione ci sta un po’ stretta! Ho lottato per tutta la gara con Valentino e Dani per il podio, ma ero più lento di loro in tre o quattro curve: perdevo davvero tanto di grip e non ho potuto fare la strategia che volevo. Riuscire però a stare con loro fino alla fine è davvero una bella soddisfazione. Abbiamo lavorato bene durante tutto il weekend e il risultato è la conferma dei miglioramenti che stiamo facendo. Riuscire a finire la gara con meno di dieci secondi di gap dai primi era quasi un sogno prima di partire, ma invece ci siamo riusciti e siamo sempre stati in lotta per il podio.

 

Pol Espargaro

Tutto sommato devo essere contento del 6° posto, dato che all’inizio della gara non è affatto stata facile. Ci ho messo un po’ a trovare il ritmo per via dell’azzardo di usare la dura all’anteriore, soluzione mai provata nel weekend. Fortunatamente, con l’andare dei giri, ho cominciato a recuperare e a superare i piloti davanti a me, finendo giusto dietro le factory e al Dovi, che se n’era andato a inizio gara. Chiaro che la posizione non rispecchia dove vorremmo essere, anche per via del gap dai primi, ma continuiamo a lavorare in vista di Misano.

 

Stefan Bradl

Tutto sommato questo è un buon risultato. Sono partito bene dalla terza fila ma all’inizio ho commesso un errore e sono sceso fino al 13° posto. Poi ho fatto del mio meglio per rimontare curva dopo curva e quando ci sono riuscito, Smith ha avuto un problema tecnico e mi ha “bloccato”. Ho ricominciato tutto daccapo fino a superare Iannone e Bautista (che è caduto a due giri dalla fine) e ho chiuso al settimo posto. Ci mancava un po’ di trazione posteriore e ci dobbiamo lavorare su a Misano per fare meglio.

 

Andrea Iannone

È stata una domenica difficile, sin dal warm up non avevo feeling con la moto, pensavo ti poter fare meglio. Sono molto deluso da questo risultato, ma purtroppo ho faticato molto, non riuscivo a frenare forte ed inserire la moto in curva. Dopo pochi giri ho perso subito grip sia in entrata che in uscita rendendo la guida ancora più difficile. Ho dato il massimo dall’inizio del weekend e speriamo di migliorare il risultato a Misano!

 

Aleix Espargaro

Ho fatto una bella partenza e nei primi giri ho cercato di stare con i primi, poi ho dovuto cedere posizioni. Sul rettilineo soffrivo più delle precedenti volte rispetto alle moto factory, mi mancava un po’ di potenza ed è stato frustrante. Bradl, Iannone e Pol mi passavano sul dritto, mentre io li riprendevo in staccata. Sapevamo di soffrire qui, così non vedo l’ora di correre a Misano, una pista piccola, dove possiamo fare bene. Sono comunque contento di lasciare Silverstone sesto in Campionato.

 

Scott Redding

Sono contento, anche se all’inizio della gara ho faticato con il serbatoio pieno a fermare la moto in frenata e a tenere la traiettoria in ingresso curva; per questo motivo i piloti davanti a me sono riusciti a prendere un po’ di vantaggio. In seguito però sono riuscito a tenere dietro di me Crutchlow e le altre Honda in configurazione Open, che era il nostro obiettivo primario. Verso la fine della gara riuscivo ad essere più veloce e così ho raggiunto Hernandez, superandolo e battendolo di oltre un secondo sulla linea del traguardo. Sono contento anche perché sono stato il migliore oggi tra i miei connazionali, proprio nel Gran Premio di casa: so che Smith si è dovuto fermare per un problema, ma per me è stato comunque bello battere Cal.

 

Yonny Hernandez

Sono felice di aver finito la gara nella zona punti, la sfortuna se n'è andata! La gomma posteriore verso la fine della gara non aveva più grip così lottare per la top ten è stato impossibile. Voglio risolvere questo problema che ho con l’usura della gomma per poter lottare per le prime dieci posizioni dalla prossima gara.

 

Cal Crutchlow

Sono soddisfatto di aver concluso la gara, perché uno dei nostri obiettivi per questo weekend era di percorrere l’intera distanza di gara e ci siamo riusciti. Ovviamente non posso essere contento della mia posizione finale, ma prima della gara abbiamo voluto rischiare scegliendo la gomma anteriore dura con la quale non avevo però compiuto neanche un giro durante tutto il weekend. Purtroppo in gara ho commesso molti errori, e il dodicesimo posto nella mia gara di casa non è certamente il risultato che volevo.

 

Alex De Angelis

La doppia caduta nel warm up per problemi tecnici ha sicuramente condizionato la giornata. Avevo molto dolore al polso destro e soffrivo soprattutto in frenata. Sono comunque contento perché abbiamo centrato gli obiettivi che ci eravamo posti: ridurre il gap dai primi e conquistare i primi punti. Stiamo progredendo e guardo con fiducia al GP di San Marino, la mia gara di casa.

 

Danilo Petrucci

Continuiamo ad avere i soliti problemi con l’elettronica. Anche se cambiamo le regolazioni la moto si comporta sempre alla stessa maniera, che ci sia la gomma morbida o la dura, che sia usata o nuova è così. Almeno mi consolo con il fatto di aver messo dietro Barbera all’ultimo giro, ma comunque la moto ha dimostrato di non funzionare bene. Rimane molto incostante con il passare dei giri in tutte le occasioni. Il nostro livello è questo. Non riusciamo a migliorare da venerdì pomeriggio e ogni volta che tocchiamo la moto questa sembra peggiorare ogni volta. In gara si è visto quello che possiamo fare anche se sono riuscito a passare un altro pilota gli altri erano lontanissimi visto che prendevamo in questa occasione un secondo al giro da quelli che dovrebbero essere i nostri avversari di riferimento.

 

Alvaro Bautista

Nel warm up abbiamo provato delle modifiche che mi ha permesso di guidare con più fiducia e di sentirmi più a mio agio con la moto: in gara infatti pian piano sono riuscito a prendere un buon ritmo. Avevo recuperato e stavo lottando per la settima posizione, quando purtroppo a un giro e mezzo dal traguardo non so come ho perso aderenza all’anteriore e sono caduto. Non stavo forzando, sapevo di non poter raggiungere Pol Espargarò, che aveva già oltre un secondo di vantaggio; pensavo semplicemente a finire la gara, senza rischiare. Fisicamente sto bene, anche se il morale non è dei migliori: non stiamo passando un bel momento, è chiaro. Quando lavori sempre al massimo e le cose non vanno bene è dura, ma cerchiamo di mantenere un atteggiamento positivo.

 

Bradley Smith

Chiaro, non ho finito la gara come speravo… Purtroppo ho avuto un problema ad una ruota, che si è crepata, anche se non sappiamo in che occasione. Ho cercato di continuare, ma semplicemente era troppo pericoloso. Sono rientrato ai box e ho cambiato la ruota, dimostrando poi di avere il ritmo per arrivare 6°. Fino alla gara era stato un buon weekend, ma sono cose che succedono, anche se ovviamente è stato deludente per tutti quelli che erano venuti a sostenermi: sono stati fantastici, specie nel mio giro di rientro a fine gara. Io non mi sento battuto e imparo da tutte le esperienze. Ci vediamo a Misano, cercherò di dare ai fans inglesi qualcosa per cui brindare.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA