Internazionali d’Italia Supermoto: a Latina Thierry Van Den Bosch vince. Gozzini leader italiano S2. Lazzarini guida la S1

Il francese Thierry Van Den Bosch in sella alla TM del Team 747 Motorsport si è aggiudicato la terza prova nella Gara finale (piloti italiani e stranieri) degli Internazionali d’Italia di Supermoto, anche se Davide Gozzini (TM 747 Motorsport) mantiene il comando della classifica internazionale. Nel Campionato Italiano il bresciano Gozzini è in testa nella Calsse S2, mentre il pesarese Ivan Lazzarini (HM Honda Racing) guida il campionato in classe S1.

Forza Italia



LATINA 17 maggio 2009
 – FORZA ITALIA Sul circuito Sagittario il francese Van Den Bosch (TM-747 Motorsport) si è aggiudicato la terza tappa degli Internazionali d’Italia di Supermoto. Tuttavia alla guida delle classifiche sia tricolore sia internazionale (dove si sfidano i migliori della S1 e della S2) resta Davide Gozzini. Il campione bresciano ha ottenuto il massimo dei punti nelle due manche della S2, in cui ha preceduto Luca Minutilli (Aprilia-PMR H2O) e Lorenzo Mariani (TM-Fiamma), aggiudicandosi la tabella rossa di leader. Nella S1 il più forte degli italiani è stato il capoclassifica Ivan Lazzarini, che ha realizzato il massimo dei punti nelle due prove, precedendo Christian Ravaglia (Aprilia-Evolution) e Massimo Beltrami (Aprilia-Evolution). Diego Monticelli ha realizzato una doppietta nel Trofeo Honda, aggiudicandosi l’assoluta, davanti ad Orlando Gattazzo, secondo ed in testa alla classifica di campionato, e a Matteo Traversa, terzo. Nel Trofeo Suzuki le tre manche sono andate a vincitori diversi: Thomas Gory, Kevin Dursapt e Simone Cecchetti. La classifica di giornata ha propeso a favore di Dursapt, ma Simone Cecchetti è primo del trofeo. Nel Trofeo Aprilia, il più forte è stato Giuseppe Di Iorio, che ha dato spettacolo nella classe Open, con due vittorie parziali da cui ha ottenuto quella assoluta. Seconda posizione per Simone Comellini, davanti a Lorenzo Lapini.

S2 Gara 1


S2 GARA 1: Davide Gozzini (TM) anticipa tutti al primo via della classe S2, precedendo il pilota locale Luca Minutilli (Aprilia), il campione del mondo Adrien Chareyre (Husqvarna), Lorenzo Mariani (TM), Andrea Occhini (TM). Dopo pochi giri si assiste ad un rimescolamento nelle prime posizioni con Occhini che sbaglia nel tratto fuoristrada e Ryan Sconfietti (Honda) che sbaglia anche lui. I due sono costretti a retrocedere, mentre in testa Gozzini, dopo essersi lasciato dietro il vuoto, va a vincere avendo fatto 15 giri davanti a Chareyre. Terzo il pontino Luca Minutilli che conferma il buon potenziale della sua squadra. Sono andati bene anche Lorenzo Mariani, Paolo Gaspardone e Alessandro Tognaccini che hanno preceduto fra i primi dieci Sconfietti, Occhini e De Angelis.

S2 Gara 2


S2 GARA 2: Il campione del mondo Adrien Chareyre (Husqvarna) balza alla partenza e sin dalla prima curva prende la testa, precedendo Davide Gozzini (TM), Luca Minutilli (Aprilia), Andrea Occhini (TM), Lorenzo Mariani (TM), Paolo Gaspardone (Ktm). Al secondo passaggio dal via Minutilli inizia ad insidiare il francese, poi ci provano anche Occhini e di nuovo Gozzini, ma Chareyre è imprendibile, perché ha staccato di tanto gli avversari da arrivare al traguardo senza alcun problema. Dietro a Chareyre arrivano Gozzini, Occhini, Minutilli, Mariani, Gaspardone, Sconfietti, De Angelis.

S1 Gara 1


S1 GARA 1: Al segnale di partenza il transalpino Thierry Van den Bosch (TM) risponde con prontezza, precedendo Max Verderosa (Honda) e Ivan Lazzarini (Honda), ma già all’inizio del secondo giro Lazzarini è secondo davanti al francese Thomas Chareyre (Husqvarna). Più indietro risalgono Christian Ravaglia (Aprilia), Massimo Beltrami (Aprilia) e Verderosa. L’ex iridato Van den Bosch è rimasto sempre in testa ed è giunto al traguardo anticipando Lazzarini, Chareyre, Ravaglia, Beltrami, Verderosa, Balducci, Dondi, Borella e Giraudo. La gara del belga Eddy Seel finisce dopo solo quattro giri.

S1 Gara 2


S1 GARA 2: Thierry Van Den Bosch (TM) fa di nuovo una grande partenza, piazzandosi davanti al leader del Campionato italiano Ivan Lazzarini (Honda) eal francese Thomas Chareyre (Husqvarna). Seguono Max Verderosa (Honda), Jerome Giraudo (Honda), Christian Ravaglia (Aprilia), Fabio Balducci (Suzuki). La pista molto veloce ed il tracciato molto tecnico non hanno consentito grandi sorpassi, così la seconda manche è stata caratterizzata da Van Den Bosch che ha condotto il gruppo di testa dall’inizio alla fine, inseguito da Ivan Lazzarini e Thomas Chareyre, i quali hanno ben difeso rispettivamente la seconda e la terza posizione in cui hanno concluso. A seguire, nell’ordine: Ravaglia, Borella, Verderosa, Beltrami, Giraudo, Seel, Bartolini. In testa al tricolore ancora il pesarese Lazzarini davanti a Ravaglia e Beltrami.

Gara internazionale


GARA INTERNAZIONALE: La sfida fra i migliori della S1 e della S2 è stata come sempre un grande spettacolo. Adrien Chareyre (Husqvarna) è scattato in partenza, precedendo il leader mondiale della S1 Thierry Van Den Bosch (TM), Luca Minutilli (Aprilia), Davide Gozzini (TM), Ivan Lazzarini (Honda), Thomas Chareyre (Husqvarna) e Massimo Beltrami (Aprilia). Adrien è stato in testa senza problemi sino al sesto giro, quando ha cominciato ad avere problemi alla moto che tre giri più tardi lo hanno costretto al ritiro. Thierry Van Den Bosch (TM) ha sfruttato a dovere l’occasione, portandosi al comando e dovendosi difendere dagli attacchi di Gozzini, che ha tentato per tutto il tempo di passare. Tuttavia il bresciano non è riuscito nel suo intento ed è stato sconfitto per la prima volta da Van Den Bosch. Thomas Chareyre ha concluso terzo. Più indietro: Lazzarini, Ravaglia, Occhini, Mariani, Gaspardone, Borella e Dondi per i migliori dieci.

Classifiche


CLASSIFICHE

S2 GARA-1: 1. Davide Gozzini (TM 747Motorsport-ITA) 15 giri in 18’32.473 e giro + veloce in 1’13.327; 2. Adrien Chareyre (Husqvarna-Azzalin-FRA); 3. Luca Minutilli (Aprilia-PMR H2O-ITA); 4. Lorenzo Mariani (TM-MRC-ITA); 5. Paolo Gaspardone (Ktm-ITA).
S2 GARA-2: 1. Adrien Chareyre Husqvarna 15 giri in 18’37.453 e giro + veloce; 2. D. Gozzini TM; 3. A. Occhini TM.
S2 ASSOLUTA: 1. Davide Gozzini punti 50; 2. L. Minutilli 42; 3. L. Mariani 38.
S2 CAMPIONATO ITALIANO: 1. Davide Gozzini punti 150; 2. L. Minutilli 122; 3. L. Mariani 109.

S1 GARA-1: 1. Thierry Van Den Bosch (TM 747 Motorsport-FRA) 15 giri in 18’30.594; 2. Ivan Lazzarini (HM Honda Racing-ITA); 3. Thomas Chareyre (Husqvarna Azzalin-FRA) giro + veloce in 1’13.458; 4. Christian Ravaglia (Aprilia Evolution-ITA); 5. Massimo Beltrami (Aprilia Evolution-ITA).
S1 GARA-2: 1. Thierry Van Den Bosch (TM) 15 giri in 18’27.494; 2. Ivan Lazzarini (Honda); 3. T. Chareyre (Husqvarna) giro + veloce in 1’13.290.
S1 ASSOLUTA: 1. Ivan Lazzarini punti 50; 2. Christian Ravaglia 44; 3. Massimo Beltrami 36.
S1 CAMPIONATO ITALIANO: 1. Ivan Lazzarini punti 150; 2. Christian Ravaglia 115; 3. Massimo Beltrami 114.
 
GARA INTERNAZIONALE OPEN:  1. Thierry Van Den Bosch (TM-747 Motorsport-FRA); 2. Davide Gozzini (TM-747 Motorsport-FRA); 3 Thomas Chareyre (Husqvarna-Team Azzalin-FRA); 4. Ivan Lazzarini (HM Honda Racing-ITA); 5. Christian Ravaglia (Aprilia-Evolution-ITA).
GRADUATORIA INTERNAZIONALE OPEN: 1. Davide Gozzini (TM) punti 97; 2. Ivan Lazzarini (Honda) 95; 3. Adrien Chareyre (Husqvarna) 85; 4. Thierry Van Den Bosch (TM) 83; 5. Thomas Chareyre (Husqvarna) 80.
 
GARA-1 S4: 1. Cristiano Lupacchini Honda 10 giri in 13’20.365; 2. P. Salmaso Ktm; 3. M. Cucchietti Yamaha.
GARA-2 S4: 1. Marco Animento Kawasaki 10 giri in 13’12.813 e giro + veloce in 1’17.901; 2. C. Lupacchini Honda; 3. P. Salmaso Ktm.
ASSOLUTA S4: 1. Cristiano Lupacchini punti 47; 2. Paolo Salmaso 42; 3. Mauro Cucchietti 36.
CAMPIONATO S4: 1. Marco Animento punti 127; 2. Mauro Cucchietti 108; 3. Cristiano Lupacchini 107.
 
GARA-1 S5: 1. Mattia Martella Ktm 10 giri in 13’26.299 e giro + veloce in 1’19.126; 2. A. Piccinato Aprilia; 3. C. Massandrini Suzuki.
GARA-2 S5: 1. Fabio Gazzarri 10 giri in 13’24.222; 2. M. Martella Ktm giro + veloce in 1’18.931; 3. A. Piccinato Aprilia.
ASSOLUTA S5: 1. Mattia Martella punti 47; 2. Alessio Piccinato 42; 3. Adriano Barni 36.
CAMPIONATO S5: 1. Mattia Martella punti 133; 2. Alessio Piccinato 130; 3. Fabio Gazzarri 102.

TROFEO HONDA GARA-1:  1. Diego Monticelli 10 giri in 13’13.575 e giro + veloce in 1’18.523; 2. M. Traversa; 3. O. Gattazzo.
TROFEO HONDA GARA-2:  1. Diego Monticelli 10 giri in 13’08.572 e giro + veloce in 1’17.819; 2. O. Gattazzo; 3. E. Veglia.
TROFEO HONDA ASSOLUTA:  1. Diego Monticelli punti 200; 2. Orlando Gattazzo punti 170; 3. Matteo Traversa 158.
GRADUATORIA HONDA: 1. Orlando Gattazzo punti 560; 2. Diego Monticelli 540; 3. Matteo Traversa 502.
 
TROFEO SUZUKI GARA-1: 1. Thomas Gory 10 giri in 13’05.591 e giro + veloce in 1’17.094; 2. K. Dursapt; 3. R. Peresson.
TROFEO SUZUKI GARA-2:  1. Kevin Dursapt 10 giri in 13’04.154; 2. S. Cecchetti; 3. S. Marchesini.
TROFEO SUZUKI GARA-3:  1. Simone Cecchetti 10 giri in 13’04.863; 2. C. Saligari; 3.  S. Marchesini.
TROFEO SUZUKI ASSOLUTA:  1. Kevin Dursaptin punti 65; 2. Thomas Gory 59; 3. Christian Saligari 56.
GRADUATORIA DI CAMPIONATO: 1. Simone Cecchetti punti 180; 2. Kevin Dursaptin 177; 3. Thomas Gory 174.
 
TROFEO APRILIA OPEN GARA-1: 1. Giuseppe Di Iorio 10 giri in 12’51.545 e giro + veloce in 1’15.987; 2. S. Comellini; 3. S. Iale.
TROFEO APRILIA OPEN GARA-2: 1. Giuseppe Di Iorio 10 giri in 12’44.746 e giro + veloce in 1’15.350; 2. S. Comellini; 3. P. Valentini.
TROFEO APRILIA OPEN ASSOLUTA: 1. Giuseppe Di Iorio punti 50; 2. Simone Comellini 44; 3. Pierluigi Valentini 38.
TROFEO APRILIA OPEN GRADUATORIA: 1. Giuseppe Di Iorio punti 100; 2. Simone Comellini 88; 3. Lorenzo Lapini 70.
TROFEO APRILIA SERIE GARA-1: 1. Leonardo Draghi 10 giri in 13’52.306 e giro + veloce in 1’21.295; 2. E. Fanti.
TROFEO APRILIA SERIE GARA-2: 1. Leonardo Draghi 10 giri in 14’07.550 e giro + veloce in 1’22.240; 2. E. Fanti.
TROFEO APRILIA SERIE ASSOLUTA: 1. Leonardo Draghi punti 50; 2. Emanuele Fanti 44.
TROFEO APRILIA SERIE GRADUATORIA: 1. Leonardo Draghi punti 95; 2. Emanuele Fanti 91; 3. Renzo Razzi 42.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA