IntMX 2016: seguite le gare di Ottobiano su motociclismo.it

Tutto pronto per il round conclusivo degli Internazionali d’Italia Motocross: entrate in questo articolo per seguire live le prestazioni dei campioni del cross di MX1 ed MX2, in pista sul tracciato pavese domenica 14 febbraio a partire dalle 13,30 circa. Purtroppo Tony Cairoli è costretto a dare forfait all'ultimo a causa del mancato "ok" del medico per correre

Il gran finale nel Nord Italia

Episodio 3 di 3: gli Internazionali d’Italia Motocross 20160 si apprestano ad affrontare la tappa conclusiva del Campionato sul tracciato pavese di Ottobiano. Sarà un emozionante testa a testa fra Evgeny Bobryshev (Honda) e Jeremy Van Horebeek (Yamaha) per capire chi dei due si aggiudicherà il titolo di Campione, oltre che il ricco bottino in palio. Non ci sarà Tony Cairoli (KTM), che da poco ha rinnovato il suo contratto con il Team De Carli e la Casa di Mattighofen. Il siciliano, fuori per infortunio negli appuntamenti di Alghero (SS) e Lamezia Terme (CZ), ha già “assaggiato” la sabbia di Ottobiano nello scorso fine settimana con due giorni di intenso allenamento, ma non ha ricevuto l'ok del medico per correre. L’8 volte iridato scenderà quindi in pista il 27 febbraio in Qatar, giorno in cui inizia il Mondiale (qui il calendario completo).
1/53 Internazionali d'Italia Motocross 2016, Lamezia Terme: Samuele Bernardini (TM) chiude al 2° posto in MX2

LIVE STREAMING

Chi non dovesse riuscire, per quasiasi motivo, a raggiungere il circuito pavese, può seguire in diretta tutte le manche comodamente da PC o dispositivi mobili. Non bisogna far altro che aprire questo articolo attorno alle 13,45 di domenica e cliccare play qui sotto per visualizzare la diretta delle gare.

Ricapitolando…

In MX1 la sfida è tra Bobryshev e Van Horebeek: entrambi hanno 200 punti, quindi chi sta davanti all’altro vince. Ma attenzione: Max Nagl (Husqvarna), Romain Febvre (Yamaha), Glenn Coldenhoff (KTM), Tanel Leok (KTM), David Philippaerts (Yamaha) e Valentin Guillod (Yamaha) non sono matematicamente fuori dai giochi. In particolare, dopo lo spavento di domenica scorsa in seguito alla caduta e alla corsa in ospedale, Febvre è pronto a tornare dietro al cancelletto di partenza, semplicemente con due punti in più sul gomito e un centinaio in meno in Campionato. Salvo eclatanti sorprese, Michele Cervellin (Honda) dovrebbe aggiudicarsi il titolo della MX2. L’azzurro classe 1996 guida la generale con 80 punti di margine su Alvin Ostlund (Yamaha) e 92 su Samuele Bernardini (TM). Per quanto riguarda l’Elite, è ancora un testa a testa fra Bobryshev e Van Horebeek, con il russo in vantaggio sul belga di soli 20 punti. Decisamente più staccato Nagl, a 100 punti dalla vetta.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA