Indian a Bonneville celebrando Burt Munro: i 3 video della caccia al record

Record di velocità: Indian si è presentata a Bonneville con la "Spirit of Munro Scout" guidata da Lee Munro, pronipote di Burt, per celebrare i 50 anni dal record fatto segnare nel 1967 dal mitico neo zelandese. Obiettivo del team superare le 200 miglia all'ora. Video, foto e risultato della prova
1/21 Lee Munro in sella alla Indian “Spirit of Munro Scout" sul lago Salato di Bonneville ha raggiunto una velocità massima di 307,83 km/h

Sulle orme di Burt Munro

Esattamente 50 anni fa, nel 1967, il neozelandese Burt Munro all’età di 68 anni si presentò con la sua Indian Scout del 1920 sulla linea di partenza del lago salato di Bonneville a caccia del record di velocità. Questo attirò subito l’attenzione di tutti, sia per l’età del partecipante, sia per la moto, preparata direttamente da Burt nel suo garage di casa con i pochi attrezzi a disposizione e i pochi spiccioli che era riuscito a racimolare dagli amici. Nonostante ciò, Burt in sella alla sua Scout, con un motore portato a 950 cc, raggiunse la velocità di 295,5 km/h (durante le qualifiche fu rilevata una velocità di 305,9 km/h): ciò gli valse il record della categoria (cilindrata inferiore a 1.000 cc) e la velocità più alta mai raggiunta con una Indian. Una storia talmente ricca di fascino e di passione che nel 2005 gli venne dedicato anche un film: “Indian, la grande sfida”, diretto da Roger Donaldson e con Anthony Hopkins come protagonista.

Ora, per celebrare al meglio questo importante anniversario Indian ha voluto ripercorrere i passi del mitico Burt nel migliore dei modi. Per farlo ha deciso di tornare sul lago salato di Bonneville con lo streamliner “Spirit of Munro Scout”, un "razzo" preparato per l'occasione. Per guidare la moto poi non è stato scelto un pilota a caso, ma Lee Munro, pronipote di quel pazzo di Burt. Nei due video qui sotto potete scoprire come è nata l’idea e come la moto è stata preparata per l’evento.
Lee Munro e la Indian “Spirit of Munro Scout" sul lago Salato di Bonneville

Spirit of Munro - pt 1

Spirit of Munro – pt 1

Spirit of Munro – pt 2

Spirit of Munro – pt 2

Spirit of Munro - pt 3

Il vento ha rovinato i piani del Team

Il primo obiettivo del team era quello di raggiungere la velocità di 295,5 km/h fatta registrare nel 1967 da Burt. Per prendere la licenza per poter correre a Bonneville, Lee ha preso parte alla gara di El Mirage Dry Lakebed (una manifestazione simile a quella di Bonneville che si svolge però in California) nella categoria MPS-G 1.350 cc (streamliner parzialmente modificati, cilindrata 1.350 cc) e in quell’occasione ha raggiunto la velocità di 300,43 km/h. Stracciato dunque il primo obiettivo il team ha ricalibrato il tiro e si è posto come nuovo limite da superare le 200 miglia orarie, vale a dire 321,86 km/h.

Arrivati a Bonneville, Lee ha effettuato i primi due lanci sul tracciato da 5 miglia (8 km) ed è riuscito a raggiungere i 307,83 km/h (uno dei due test non è stato misurato a causa di un problema tecnico dei cronometristi). Il giorno seguente Lee ha avuto il via libera per scendere in pista con la sua Spirit of Munro Scout sul tracciato da 9 miglia (14,48 km). Sfortunatamente però si sono messi di mezzo il vento e condizioni del fondo non perfette a rovinare i piani e così la massima velocità rilevata è stata di 299,99 km/h.
Il secondo obiettivo del Team non è stato dunque superato e rimane così intatto anche il record assoluto di velocità a Bonneville nella categoria MPS-G 1.350 cc: 359,26 km/h, fatto registrare nell’agosto del 2011 dalla Suzuki Hayabusa del Team Vance & Forstall Racing.
Lee Munro in sella alla Indian “Spirit of Munro Scout" sul lago Salato di Bonneville ha raggiunto una velocità massima di 307,83 km/h

"Un’esperienza che mi resterà per sempre nel cuore"

Anche se Lee e il team non sono riusciti a superare l’obiettivo che si erano imposti, il pronipote di Burt si dice orgoglioso dell’opportunità avuta e pensa già ai prossimi tentativi. Ecco le parole di Burt dopo la sua esperienza a Bonneville: “è stato un grandissimo onore per me rappresentare Indian in questo incredibile tributo a mio zio Burt nel 50° anniversario della sua impresa. Non abbiamo raggiunto l’obiettivo che ci eravamo posti, ma guidare una Indian Scout modificata sullo stesso lago salato dove Burt ha corso è stata un’impresa che resterà per sempre nel mio cuore ed una delle più belle cose che io abbia mai fatto. Ora guardo al futuro, ai prossimi tentativi che faremo e ai nuovi successi che arriveranno grazie al mio Team, agli amici e a Indian”.
Il Team Indian sul lago salto di Bonneville, davanti a loro la “Spirit of Munro Scout" (a sx) e la Scout usata da Burt Munro nel 1967 per conquistare il record di velocità (a dx)

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA