Piste da cross più sicure

La sicurezza sulle piste da cross è un tema sempre più sentito. Gli incidenti nei crossdromi sono spesso conseguenze di investimenti a seguito di cadute di piloti in punti ciechi. Durante le prove amatoriali e gli allenamenti, in assenza di sbandieratori, è un bel rischio. Ma arriva Eye-Track una soluzione tecnologica made in Italy 
 

A “sbandierare” ci pensa lui

Si chiama Eye-Track ed è un'interessante proposta per migliorare la sicurezza nelle piste da cross durante gli allenamenti. Si tratta di un sensore in grado di coprire i punti ciechi della pista e riconoscere una situazione di pericolo, avvisando i piloti in arrivo attraverso un’intensa luce ambrata (qui le immagini). Svolge, cioè, la funzione di uno sbandieratore. Funziona a energia solare ed è composto da una telecamera a infrarossi programmata con un particolare algoritmo capace di differenziare i piloti dalle altre situazioni di disturbo (polvere, fango, sacchetti, riflessi solari, fogliame) e il tutto è visionabile attraverso tablet o monitor TV. Si tratta davvero di una bella invenzione, brevettata dalla Porzio & Partners che la sta lanciando sul mercato. 

TU CADI E LUI S'ILLUMINA

Grazie a un sistema di riconoscimento visivo, Eye Track è in grado di distinguere un pilota a terra in un punto cieco della pista e avvisare i piloti in arrivo del pericolo. Una buona idea che speriamo sia presa come si deve dagli impianti italiani, dato che serve a ridurre il rischio di incidenti nei punti ciechi (dove avviene il 35% dei crash: le cadute in punti ciechi che espongono al rischio di investimenti sono 2,5 volte più numerose degli incidenti).
Il sistema automatico EYE-TRACK rileva veicoli e persone fermi in punti ciechi di una pista e ne segnala la presenza ai piloti in arrivo accendendo un semaforo giallo prima del punto cieco, per rallentare i piloti in arrivo, ma anche uno all’ingresso della pista per avvertire tutti i piloti. Oltre a ridurre il rischio di investimenti e collisioni tra piloti, così, consente di prestare soccorso in condizioni di sicurezza.
Come detto all’inizio, le immagini di ogni sensore sono visionabili in tempo reale tramite smartphone, tablet o monitor al fine di intervenire in caso di necessità, in più è disponibile un pulsante per attivare manualmente i semafori, utile ad esempio per invitare i piloti ad uscire al termine di una sessione di allenamento.

CARATTERISTICHE

  • Realizzato in allumino
  • Resiste al caldo, al freddo, alla pioggia e alle condizioni più avverse
  • I semafori sono omologati dal Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, classe L8H, secondo la norma UNI EN12352
  • Funziona con l’energia del sole, ma è sufficiente la luce del cielo nuvoloso
  • È completamente automatico
  • Ha un solo interruttore per accensione e spegnimento
  • Non richiede allacciamenti elettrici
  • Non necessita di supervisione e controllo
  • Tutti i sostegni sono in vetroresina, cedono in caso di urto

Dati tecnici

  • Distanza massima di rilevamento: 50 metri
  • Efficacia: rileva un casco sul terreno nel 98% dei casi
  • Luminosità semaforo: 1850 cd, visibile in pieno sole
  • Immagini e semaforo visionabili da monitor, PC, tablet, smartphone
  • Peso di ogni sensore: 2,0 Kg
  • Collegamento WiFi802.11b/g/n, GSM/UMTS
  • Alimentazione: pannello solare con batteria di emergenza
  • Prodotto in Italia

Chi volesse saperne di più, può visionare la pagina Facebook EYE-TRACK o il sito www.eye-track.it.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA