Incidente fatale: Simon Andrews muore alla North West

Il pilota di Evesham, nato nel 1984, si trovava ricoverato all’ospedale di Belfast in seguito all’incidente che lo ha visto protagonista sabato 17 maggio durante la gara della Stock 1000della famosa gara su strada North West 200. Purtroppo le ferite riportate hanno avuto la meglio...

Incidente fatale: simon andrews muore alla north west

Simon Andrews purtroppo non ce l’ha fatta. Ricoverato dopo l’aviotrasporto d’urgenza al Royal Victoria Hospital di Belfast, il 29enne pilota di Evesham nel Worcestershire, impegnato nel BSB con il Team RoylAirForce Reserves Honda e vittima di un incidente durante la gara della Stock 1000 della famosa road race North West 200, è deceduto domenica 18 intorno alle ore 17 per le conseguenze del drammatico crash (di cui c'è anche un video, ma ci scuserete se evitiamo di riproporlo anche noi...).

Il pilota, in sella alla BMW del team Penz13.com di Rico Penzkofer, aveva perso il controllo della sua HP4 all’ingresso della curva Metropole del Triangle Circuit durante la gara di sabato 17 maggio, riportando gravi danni alla parte superiore del corpo ed al capo. Il nostro pensiero e le condoglianze vanno ai genitori Stuart e Dee ad alla compagna Lisa.

 

UN PILOTA DALL’ANIMO NOBILE

La vocazione di Simon per le due ruote, sbocciata sin dall'infanzia, ha trovato soddisfazione a partire dai 16 anni con le prime gare. Approdato alla British Spersport nel 2001 e dopo aver ottenuto risultati incoraggianti è passato alla BSB nel 2007 ed ha partecipato, nel 2009 in Gran Bretagna e nel 2010 in Spagna, come wild card alla WSBK.

La passione di Simon tuttavia restavano le corse su strada come il TT e la North West (qui le foto), come ha confermato anche il padre, Stuart, davvero orgoglioso del figlio anche per la decisione di donare gli organi a conferma del grande impegno di Simon nel sociale e nella beneficenza.

 

NON SOLO UNO

Un'altra tragedia durante la gara nord irlandese, dunque, che segue quella del 2012, appuntamento durante il quale era scomparso Mark Buckley. Ma quello di Simon non è stato l’unico incidente grave della North West 200 2014, anche il francese Franck Petricola, caduto durante le prove del martedì, si trova ricoverato, in condizioni descritte come “di una certa gravità”, nel medesimo ospedale di Belfast.

Sempre il solito ritornello: le corse su strada sono affascinanti, vere imprese epiche per veri motociclisti duri e puri, il retaggio di un modo di intendere le competizioni che non c'è più. Ma portano con sé anche un concetto di sicurezza molto relativo... I piloti lo sanno, ovviamente, nessuno li obbliga a correre. Ciò non toglie che la morte durante una gara di moto è un'eventualità che vorremmo sempre più remota, non certo data per scontata. D'altronde anche i super appassionati di road races chiedono maggiore sicurezza, come dimosttrano i risultati del nostro sondaggio sull'argomento.

 

PER LA CRONACA: VINCE DUNLOP

Le gare della Superbike e della Superstock, accorciata a causa dell’incidente di Simon, sono andate a Michael Dunlop, protagonista delle due categorie. Ma, sinceramente, che ce ne importa...

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA