Inchiesta: chiedi lo sconto sul nuovo, salvaguarda l’usato. Così puoi risparmiare

Su Motociclismo di febbraio, in edicola, potete leggere la nostra inchiesta sul comportamento delle Case costruttrici di tutte le marche riguardo alla politica dei prezzi del nuovo e dell’usato. Ecco come risparmiare.

Inchiesta: chiedi lo sconto sul nuovo, salvaguarda l’usato. così puoi risparmiare

Milano – Volete sapere come spendere meno e ottimizzare il vostro acquisto quando acquistate la moto nuova? Volete sapere anche quale sarà il suo valore una volta usata? Vi domandate quali siano le Case costruttrici che salvaguardano maggiormente il prezzo dell’usato e come si comportano le diverse Marche o i concessionari nella politica degli sconti sul nuovo? Vi chiedete infine dove sia più vantaggioso comprare la motocicletta e sui quali modelli si possa risparmiare maggiormente? Rispondiamo a tutte queste domande con un’inchiesta, che potete leggere sul numero di Motociclismo di febbraio, in edicola questo mese. Nel frattempo, vi spieghiamo come l’abbiamo fatta.

 

SALVA IL VALORE DEL TUO DENARO

 

Per la realizzazione di questa inchiesta una squadra di collaboratori di Motociclismo ha compiuto numerosi rilievi con diverse modalità. In forma strettamente anonima, si sono recati presso importanti rivenditori in diverse zone d’Italia, chiedendo informazioni e prezzi effettivi di specifici modelli. In molti casi l’impressione è comunque stata che, in caso di avanzamento della trattativa, fosse possibile ottenere ulteriori sconti se non in forma monetaria, almeno attraverso omaggio di accessori o servizi di manutenzione inclusi nel prezzo. Spesso l’assenza di usato poteva costituire una “leva” in più da utilizzare per portare la trattativa a proprio favore. In parallelo, e con modalità analoghe, sono stati contattati telefonicamente altri operatori del settore in diverse regioni italiane, ponendo richieste analoghe e valutando le proposte fatte. Sono poi stati visionati i siti delle diverse Case, confrontando le offerte “ufficiali” con quanto effettivamente ottenibile direttamente, e sono state analizzate le offerte inviate regolarmente da concessionari e operatori del settore alla redazione di Motociclismo per la pubblicazione sul sito e sul mensile. Le quotazione che abbiamo riportato sono una media dei prezzi realmente ottenibili sul mercato italiano per alcune tra le moto più diffuse e vendute nel 2010. Non si tratta dunque di prezzi “assoluti”, ma di una quotazione che, ragionevolmente e con un minimo di trattativa commerciale, non dovrebbe essere difficile riuscire a spuntare. È stato interessante rilevare che più che il tradizionale divario di prezzi nord-sud, il commercio di motociclette evidenzia differenze tra grandi centri e piccoli. Non si pensi, infatti, di trovare i migliori affari a Milano, Genova, Roma o Napoli. Nelle grandi metropoli c’è senz’altro una scelta più vasta e un maggiore ventaglio di prezzi, ma le quotazioni medie sono più elevate rispetto a piccole città. Chi desidera un ottimo affare deve mettere in conto qualche viaggetto... anche virtuale, visto che i numerosi siti di compravendita offrono una panoramica quanto mai completa del mercato.

Altrettanto vantaggiosa potrebbe essere la ricerca di un modello particolare, magari poco diffuso o meno “modaiolo” di altri. In questi casi è possibile che alcuni rivenditori offrano condizioni particolari riservate agli ultimi esemplari disponibili, da prendere però “al volo”.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA