SPECIALE SALONE EICMA 2021
Tutte le novità Casa per Casa

In Piemonte sarà ancora possibile disputare gare delle discipline fuoristradistiche

Il Consiglio Regionale del Piemonte ha approvato una norma che consentirà ai Comuni di autorizzare sino ad un massimo di due manifestazioni da tre giorni ciascuna in un anno.

In piemonte sarà ancora possibile disputare gare delle discipline fuoristradistiche

Torino 31 maggio 2010 – Tornano, enduro, cross e trial in Piemonte. Il Consiglio Regionale del Piemonte, nel corso della votazione della Legge Finanziaria 2010, ha approvato un emendamento che consentirà di disputare nuovamente gare di tutte le discipline del fuoristrada sul territorio piemontese, grazie al potere concesso ai comuni di autorizzare, in deroga, le manifestazioni di tali discipline. Ciascun comune potrà concedere un massimo di due autorizzazioni all’anno e per una durata non superiore a tre giorni. La nuova normativa prescrive anche l’obbligo degli organizzatori di ripristinare i luoghi utilizzati e introduce sanzioni pensanti per chi non provvederà al ripristino: le somme da pagare saranno, infatti, proporzionate all’entità dell’evento e al numero dei partecipanti. L’attività agonistica off road era stata inibita per effetto di una norma sulla tutela del patrimonio ambientale approvata dal precedente dal Governo Bresso con la Finanziaria 2009. Ha spiegato Alberto Cirio, Assessore regionale al Turismo e Sport: “La Finanziaria 2009, approvata dal Governo Bresso, aveva apportato delle modifiche alla legge 32 per la tutela ambientale, che di fatto bloccavano le principali gare motoristiche fuoristrada. Con questo emendamento riteniamo di aver dato immediata soluzione a una problematica che stava penalizzando tutti i motoclub piemontesi, senza contare i danni all'indotto commerciale del settore nonché al turismo sportivo. Mi preme sottolineare che l’emendamento è stato predisposto nel rispetto e nella piena tutela dell’ambiente”. Ha specificato l’assessore all’Ambiente, Roberto Ravello: “L’emendamento approvato nella seduta del Consiglio Regionale va incontro alle richieste avanzate dai moto club piemontesi. Mi preme sottolineare che, prima della presentazione dell'emendamento, è stato fatto un attento lavoro di verifica del rispetto delle normative sulla tutela ambientale. I comuni, infatti, potranno valutare l’autorizzazione della deroga per eventi e gare motociclistiche fuoristrada soltanto nel rispetto di alcuni prerequisiti indispensabili. Ad esempio, gli organizzatori delle manifestazioni motociclistiche devono impegnarsi a ripristinare lo status quo delle zone su cui si svolge l'evento stesso”.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA