“Il Mugello è la pista più bella, sicura e affascinante d’Italia”

Il fascino di Monza, la sicurezza offerta da Misano e la bellezza delle curve di Imola sono poca cosa al cospetto della pista toscana, l’unica che arriva dritta al cuore di tutti i motociclisti italiani. Che premiano anche Franciacorta

“il mugello è la pista più bella, sicura e affascinante d’italia”

Al timido risveglio delle moto supersportive sul mercato italiano sta seguendo anche un leggero aumento delle uscite in pista per i turni di prove libere. È ancora presto per parlare di grande ritorno delle sportive, ma almeno dopo anni di declino finalmente si vede un segno “più”. E Motociclismo testimonia la tendenza con le prove del numero di maggio (Ducati 1299 Panigale e BMW S 1000 RR) e la comparativa maxi sportive 2015, che verrà pubblicata su quello di giugno, con le due sportive appena citate più la nuova Aprilia RSV4 R, la Kawasaki ZX-10R Ninja 30° anniversario e la Yamaha YZF-R1. Ma dove amano girare gli smanettoni? Per quale motivo preferiscono un circuito a un altro? Esistono tracciati piccoli ma insospettabilmente frequentati? Vi abbiamo chiesto tutto questo attraverso il nostro immancabile appuntamento del lunedì. Ci avete risposto in 1.839, segno ulteriore che l’argomento sta tornando di attualità.

 

Che fascino monza e imola, ma in fatto di sicurezza…

Due motociclisti su tre ritengono che il Mugello sia la pista più bella d’Italia per girare con una supersportiva. Addirittura la percentuale sale al 68% tra coloro che la ritengono anche la più sicura d’Italia (specie dopo le ultime modifiche). Il circuito toscano soffre un po’ la concorrenza soltanto alla voce “fascino”, dove è comunque in testa alla classifica col 36% delle preferenze. Ma in questo caso sia Monza (31%) sia Imola (30%) si difendono egregiamente, pur pagando un enorme ritardo sugli altri fronti: solo il 5% degli intervenuti indica Monza e Misano (le piste della nostra comparativa maxi sportive 2015) come le più sicure, ma almeno Imola guadagna consensi alla voce piacere di guida (19%: noi ci siamo stati ultimamente, per i test delle Ducati Panigale R e R SBK “Giugliano” e, in effetti, ci siamo parecchio divertiti. Sicuramente la pensa così anche Jonathan Rea, che ha centrato una splendida doppietta nella tappa italiana della SBK 2015).

 

Vallelunga e soprattutto misano sono sotto le aspettative

Colpisce il risultato sottotono di Misano nonostante sia una delle più belle tappe del Mondiale SBK e MotoGP: solo per il 6% dei nostri lettori è la più bella dove andare a girare, per il 16% la più sicura, per il 2% la più affascinante. Ed è proprio il fascino il suo tallone d’Achille: a questa voce prende meno di un decimo dei voti del Mugello, di Monza e di Imola. Insomma, l’unico dato positivo è che i motociclisti la considerano la seconda pista più sicura d’Italia. Fra questi 4 monumenti del motociclismo fa capolino Vallelunga, che alcuni (3%) indicano come la più divertente.

 

Sorpresa franciacorta, il meridione in difficoltà

Oltre alle 5 piste più grandi e più famose d’Italia, ne abbiamo individuate un’altra dozzina cosiddette “minori” che si collocano a metà strada tra i circuiti di caratura mondiale e i kartodromi. Il più bello di tutti? Sicuramente Franciacorta (21%), che precede San Martino del lago (17%) e Adria (15%). Tra le piccole, vecchie glorie, Magione (12%) ha la meglio su Varano (9%). Molto bene il Tazio Nuvolari di Cervesina (4%), considerato che è un impianto giovanissimo e non ancora conosciuto. Sotto il 2% dei voti vanno solo Binetto, Cellole, Mores, Pergusa e Racalmuto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli