Il Moto Club Stelvio dice basta

La notizia, rilasciata da Candido Rizzi, il Presidente del Moto Club Stelvio, ha lasciato molti appassionati a bocca aperta: il famoso Raduno, tra i più importanti e seguiti d’Italia, non si farà più.

Il moto club stelvio dice basta



La notizia, rilasciata da Candido Rizzi, il Presidente del Moto Club Stelvio, ha lasciato molti appassionati a bocca aperta: il famoso Raduno, tra i più importanti e seguiti d’Italia, non si farà più.

Riportiamo di seguito il comunicato stampa attraverso cui il Presidente ha ufficializzato la notizia, una lunga e appassionata lettera che, purtroppo, non concede repliche.

“Dopo 18 anni di successo, di spettacoli, di personaggi, di presenze impressionanti di motociclisti, di grande lavoro e massimo impegno da parte degli organizzatori, il Moto Club Stelvio International getta la spugna. Diversi sono i motivi che ci hanno spinto a questa decisione: la mancanza di un ricambio generazionale; la manifestazione è diventata sempre più grande e impegnativa; i costi sono lievitati, mentre la crisi ha lasciato il segno anche da noi; le polemiche sui disagi, i rumori e le problematiche di viabilità; la stanchezza accumulata in 18 anni di attività...
Tutti elementi che ci hanno portato ad una decisione dolorosa, ma inevitabile. Sono stati compiuti diversi passaggi istituzionali, con l’Amministrazione del Comune di Sondalo, con le Associazioni sportive locali, con la Pro Loco di Sondalo, nel tentativo di individuare un gruppo di giovani a cui lasciare questa pesante eredità, non trovando però una risposta adeguata.
Il nostro ringraziamento va a tutti i collaboratori che ci hanno affiancato in questi 18 anni, a tutti i volontari, alla Provincia di Sondrio, alla Comunità Montana Alta Valtellina, al Comune di Sondalo, alle Forze dell’Ordine e alle Aziende che ci hanno sostenuto. Il rammarico è proprio quello di perdere l’esperienza maturata in tutti questi anni, esperienza che ci ha permesso di affrontare impegni così onerosi, anche sotto il profilo economico, riuscendo sempre a superare le difficoltà di bilancio.
Non solo: in annate particolarmente “felici”, il nostro Moto Club ha lasciato anche alcuni segni significativi alla comunità di Sondalo.
Ricordiamo il pulmino attrezzato di elevatore alla Casa di Riposo, una struttura in muratura adibita a cucina, completamente arredata, un impianto a gas, con bombolone interrato, a norma di legge, il rifacimento della linea elettrica e telefonica dell’area tennis, la rete tecnologica della nuova area parcheggio del Palazzetto, il rifacimento quadro elettrico del Palazzetto, a norma di legge, per 150 kw e, per ultimo, quest’anno, rifacimento illuminazione area verde adiacente il tennis.

Il mitico Stelvio International lascia così in eredità anche un patrimonio di pubblicità e di immagine per l’intera Valtellina, con benefici economici che sono andati a tutti gli operatori dell’intera zona e non solo di Sondalo. La speranza è che fra un anno o due un nuovo gruppo riparta per questa avventura, così come abbiamo fatto noi nel 1990 raccogliendo il testimone lasciato dal Moto Club che ci ha preceduto. Da parte nostra diamo fin d’ora la garanzia della massima collaborazione ad ogni eventuale iniziativa per il recupero immediato del nostro caro motoraduno”.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA