Test SBK a Jerez: anche Rea e Baz in pista

Si è appena chiusa la stagione Superbike 2013, ma i piloti sono di nuovo in pista per provare le moto del prossimo anno. C’è Marco Melandri su Aprilia e il ritorno in sella di Rea e Baz dopo gli infortuni, oltre alle novità delle categorie minori, Morbidelli e Lowes. Ancora incerto il futuro per Laverty

Test sbk a jerez: anche rea e baz in pista

A Jerez sono iniziati (non in modo ufficiale) i test invernali per i piloti della Superbike, in vista della stagione 2014. Il campionato è appena finito, con la vittoria di Sykes e la doppietta di Laverty, e alcuni contratti sono ancora validi, ma nulla vieta fino in fondo di prendere confidenza con la nuova moto per l’anno prossimo.

 

MELANDRI IN APRILIA

La novità più attesa per il 2014 è sicuramente l’arrivo di Marco Melandri in Aprilia, dopo il ritiro di BMW dalla Superbike. Marco ha percorso solo pochi giri, a causa degli obblighi contrattuali e del dolore alla caviglia, con una RSV4 senza marchio e una tuta nera da “ghost rider”. Il ravennate, però, è rimasto subito soddisfatto della moto ed ha concluso il turno di prove con un best lap 1’42”1, a pochi decimi dai tempi segnati da Laverty e Guintoli nel weekend. Marco deve dimostrare di poter fare meglio dell’irlandese, ma per questo bisogna aspettare le prossime giornate di test.

 

IL RITORNO DEGLI INFORTUNATI

In pista, oggi, sono tornati anche due piloti che hanno saltato alcune delle ultime manche della stagione: si tratta di Jonathan Rea e Loris Baz. Rea ha firmato ancora per il Team Pata Honda ed è salito sulla CBR1000RR per riprendere confidenza con la moto, dopo la rottura del femore riportata al Nürburgring. Baz, invece, correrà anche nel 2014 con la ZX-10R del Kawasaki Racing Team; il pilota francese del KRT si era infortunato in Germania, come Rea, procurandosi la frattura di una vertebra. Nonostante la lontananza dalla pista, Baz ha ritrovato subito in feeling con la sua Ninja e ha percorso più di 40 giri, fermando il cronometro a 1’42”1. Ha dimostrato, quindi, di non essere per nulla arrugginito dallo stop forzato: Loris ha dichiarato solamente di sentire un po’ di dolore al collo, che non è ancora in forma perfetta. Il suo compagno di squadra, nonché campione del mondo, Tom Sykes ha percorso solo qualche giro in pista della giornata di lunedì ed è tornato in Inghilterra per riposarsi e tornare più rilassato ai prossimi test invernali.

 

I GRANDI DELLE PICCOLE (CILINDRATE)

Ci sono novità anche nelle categorie inferiori del mondiale WSBK. La prima riguarda Franco Morbidelli, fresco campione europeo della Superstock 600, che è salito in sella alla Kawasaki del Team Italia, nella Supersport. Per il pilota Sam Lowes, campione Supersport 2013, è ormai ufficiale il passaggio alla Moto2 con il Team Speed Up per il 2014 e 2015: Sam, però, dovrà aspettare i test MotoGP per provare la nuova moto. Oggi è scesa in pista anche la prima Superbike Evo, allestita dal Team Pedercini per l’argentino Leandro Mercado.

 

IL FUTURO DI LAVERTY

Per Eugene Laverty la situazione per il 2014 non è ancora definita, dopo aver perso la sella della RSV4 ufficiale. Per Eugene si parla di due opzioni. La prima è quella di una Suzuki del Team Fixi, con la possibilità di trasferirsi in MotoGP nel 2015. Laverty è arrivato nel paddock ma, causa pioggia, non è saltato sulla GSX-R; nel frattempo, la trattativa continua. L’altra opzione, invece, è quella proposta da Albesiano, nuovo ingegnerie Aprilia, e consiste in un posto nel Team Alstare di Francis Batta, che, contemporaneamente al ritiro di Checa, sta per divorziare da Ducati e potrebbe ottenere due RSV4 per il 2014. Lo scopriremo nelle prossime settimane…nel frattempo sfogliate la gallery per vedere i piloti scesi in pista oggi!

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA