di Fabio Meloni - 19 ottobre 2019

Husqvarna: "Sfrutteremo altre piattaforme di KTM"

Abbiamo intervistato Justin Maxwell, Senior Product Manager di Husqvarna, che ci ha parlato della Svartpilen 701 e di come la Casa svedese sfrutterà il know-how di KTM

1/19 Husqvarna Svartpilen 701 2019

Durante il test della Svartpilen 701 abbiamo avuto modo di intervistare il Product Manager di Husqvarna. Di seguito cosa ha risposto alle nostre domande.

La Svartpilen 701 è sotto alcuni aspetti inferiore nella dotazione rispetto alla sorella 690 Duke, che ha display a colori, varie modalità di guida con impostazioni gestibili dai blocchetti al manubrio, ABS regolabile. Eppure costa 1.150 euro in più. Come mai?

“Quando abbiamo progettato la gamma stradale Husqvarna abbiamo ragionato su come identificarla. Ci siamo allacciati ai valori chiave svedesi. Abbiamo notato che molte moto stanno diventando complicate, con tanta elettronica e ancora più regolazioni. Con Husqvarna vogliamo invece riportare il discorso all’essenza, a quello di cui davvero c’è bisogno. Il prezzo della Svart è giustificato dalle finiture, dalle luci a LED, dalle sospensioni. Ci sono diversi particolari che lo rendono un po’ alto. L’obiettivo comunque è stato di fare una moto che non fosse piena di eccessi, ma pura, essenziale e attenta allo stile. La Duke punta più sulla sportività”.

Sfrutterete le altre piattaforme motore-telaio di KTM? Sarebbero molto interessanti per esempio una naked e una endurona Husqvarna su base 790 Duke e 790 Adventure.

“Naturalmente noi di Husqvarna possiamo sfruttare molte piattaforme, e continueremo lo sviluppo della gamma stradale. Quindi… Non posso dire esattamente cosa arriverà, ma di certo valuteremo tutte le opzioni che ci offre il gruppo KTM e vedrete altri modelli stradali Husqvarna. Esploreremo molti segmenti e ci saranno novità già a breve”.

1/34 Husqvarna Svartpilen 701 2019
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli