16 May 2013

Husqvarna-Husaberg: per i dipendenti è saccheggio!

Il comunicato sulla riunificazione delle due Case svedesi (ora entrambe austriache) è stato rilasciato proprio durante uno sciopero a Cassinetta. I dipendenti non l’hanno presa bene. Il 22 maggio incontro col ministro per lo Sviluppo Economico

Husqvarna-husaberg: per i dipendenti è saccheggio!

Si continua a chiedere chiarezza sulla questione Husqvarna/Cassinetta, ma purtroppo le informazioni che arrivano sono tutte di segno negativo. All’incontro in Regione Lombardia, che ha confermato la volontà della proprietà di interrompere la produzione (cliccate qui), è seguito oggi un documento  in cui (con toni fin troppo trionfalistici, ci permettiamo di dire) si annunciava la fusione di Husqvarna con Husaberg, nell’intento di garantire un futuro brillante alla Casa neo acquisto di Pierer (cliccate qui). A parte il fatto tecnico (le Husqvarna avranno tecnica Husaberg, cioè KTM), la cosa che interessa i lavoratori di Cassinetta è che tutto si sposta a Mattighofen, quindi non si vedono vie d’uscita per l’impianto produttivo di Biandronno. Lo scontento e la rabbia sono assolutamente comprensibili. Se poi il comunicato viene diramato proprio durante uno sciopero, ecco che i rapporti da tesi si fanno incandescenti. Di seguito pubblichiamo integralmente e senza interventi la nota delle rappresentanze sindacali, che usa parole dure anche verso i modi in cui le notizie sono state date, cosa che ha scatenato un’azione di protesta da parte dei dipendenti. L’incontro al ministero dello Sviluppo economico del 22 prossimo sa tanto di ultima spiaggia…

 

 

COMUNICATO STAMPA FIM-CISL E FIOM-CGIL VARESE

KTM UFFICIALIZZA IL SACCHEGGIO

Stamattina si è tenuto lo sciopero di 2 ore dei lavoratori dell'Husqvarna.

Durante lo sciopero, mentre i lavoratori occupavano la strada di fronte allo stabilimento, Husqvarna ha rilasciato il comunicato stampa allegato alla presente.

Dai contenuti del comunicato emergono di fatto e senza equivoci le caratteristiche dell'operazione che il gruppo KTM sta conducendo contro i lavoratori di Husqvarna e il territorio varesino e che da tempo le organizzazioni sindacali hanno evidenziato.

In particolare:

1. verrà sviluppata una nuova gamma di prodotti Husqvarna in sinergia con la svedese Husaberg (altro marchio di proprietà KTM), che sarà commercializzata utilizzando l'attuale rete di vendita Husqvarna. la nuova gamma sarà presentata al salone di Milano di inizio 2013.

2. viene costituita una nuova società Husqvarna con sede a Mattinghofen, Austria, dove si trova la sede del gruppo KTM: Husqvarna Motorcycle GMBH che sarà operativa da ottobre 2013.

Alla pubblicazione del comunicato i lavoratori hanno immediatamente reagito occupando per circa 45 minuti gli uffici dei dirigenti inviati da KTM a condurre l'operazione, interpretando la tempistica della pubblicazione del comunicato (emesso durante lo sciopero con i dirigenti che osservavano dalla finestra) come una provocazione nei loro confronti.

Alla luce di tutto questo, l'incontro previsto al Ministero dello sviluppo economico per il 22 maggio 2013 assume una valenza ancora più significativa: non possiamo accettare un'operazione di disimpegno industriale, depauperamento professionale e lacerazione sociale così spregiudicata e penalizzante non solo per i lavoratori ma anche per il territorio e la comunità.

FIM-CISL FIOM-CGIL Varese
16 maggio 2013

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Ultimi articoli