01 February 2014

Honda: record di vendite mondiali nel 2013

Sono quasi 17 milioni le moto e gli scooter Honda immatricolati l'anno scorso nel Mondo. Soprattutto in America e Asia. Bene anche in Europa, pur con numeri percentualmente piccoli rispetto al risultato globale, e i dati italiani lo confermano

Honda: record di vendite mondiali nel 2013

Nonostante la crisi che colpisce a livello globale, ma soprattutto l'Europa (anche se, nel pur ristretto campo delle due ruote, a Dicembre in Italia abbiamo visto un piccolo miglioramento), due Case motociclistiche si sono distinte nel 2013 per il numero di moto vendute superiore a quello dell'anno prima. Una di queste, come già detto, è BMW, che fa segnare +8,3% rispetto al 2012. Il colosso giapponese Honda, però, fa meglio, con un +8,7%. Sui numeri totali, poi, non c'è storia: il record registrato quest'anno arriva a quota 16.790.000 (circa 17 milioni) tra moto e scooter immatricolati in tutto il mondo.

 

QUALCHE NUMERO

L’Europa occupa una piccola fetta di mercato: in Italia, dove gli SH125/150/300 dominano la classifica degli "automatici", la Casa di Tokyo ha raggiunto le 36 mila unità vendute tra moto e scooter; in tutto il Continente Europeo diventano circa 164.000 . Cifre abbastanza ridotte in confronto al dato globale, cento volte più grande. Sono altre, infatti, le zone del pianeta dove Honda fa i veri numeri: in Nord America (Canada, Messico e America Centrale inclusi) l’aumento è del 5,5% (sempre rispetto all’anno precedente), in Asia e Oceania sale al 10,7% (12.960.000); in Cina i dati parlano di +5% circa, mentre in America Latina le vendite si fermano a +0,2%. Nel resto del mondo, nonostante la contrazione dovuta alla crisi, Honda registra una crescita (modesta) anche nelle quote di mercato. Superfluo ricordare che, se le percentuali possono sembrare minime, i numeri totali dei pezzi venduti sono enormi, visto l'immenso bacino di utenza. I quasi 17 milioni di vecoli venduti parlano chiaro, e si noti che il totale dei mezzi a due ruote prodotti da Honda nel 2013 ammonta a 17.212.000 pezzi, l'8,1% in più rispetto all'anno precedente. La Casa giapponese sta, del resto, sempre più globalizzandosi, attaccando i mercati emergenti e lasciando quelli maturi a posizioni di fatto marginali. In Giappone la Honda nel 2013 ha prodotto, ad esempio, solo 137.000 moto (nel 2012 erano 184.000), mentre in Vietnam la cifra sale a 2.000.000!

 

UN SUCCESSO DOVUTO ALLA RICERCA

Sono numeri impressionanti e il record di vendite nel 2013 è dovuto a diversi fattori: tra questi, secondo Honda, la grande attenzione dedicata alla ricerca e allo sviluppo gioca un ruolo fondamentale. Gli obiettivi importanti per la Casa di Tokyo sono, oltre che a un elevato rapporto qualità/prezzo, le buone prestazioni, con un occhio ai consumi, e le tecnologie a favore della sicurezza e del comfort di guida. Per elencarne qualcuna: l’ABS elettronico introdotto sulle sportive CBR600/1000RR, il controllo di trazione, lo Start&Stop installato sugli scooter SH125/150/Mode e PCX125/150, l’impianto luci full-LED (montato su VFR800F, CTX1300 e ancora PCX125/150) e, per finire, il cambio sequenziale a doppia frizione DCT (Dual Clutch Transmission), di cui protagonista è l’Integra 750.

 

SCOMMESSA RILANCIATA

L’obiettivo per l’anno in corso è di rafforzare ancora di più la presenza di Honda nel mondo: il muro da abbattere è a quota 18 milioni! Aspettando di scoprire l’esito della scommessa, ecco una gallery con le ultime novità Honda per il 2014.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA