Honda NT1100 2022: come va, pregi e difetti

Abbiamo messo alla prova la nuova Honda NT1100 2022, la turistica della Casa di Tokyo spinta dal propulsore di 1.084 cc dell’Africa Twin. La dotazione di serie è ricca e prevede sospensioni completamente regolabili, valigie, parabrezza regolabile e connettività. Ecco le prime impressioni di guida, con i pregi e i difetti della moto

1/98

1 di 3

La Honda NT1100 2022 rappresenta un nuovo concetto di tourer, almeno secondo le intenzioni di Honda, che l’ha pensata e sviluppata miscelando gli aspetti del mondo crossover e quello delle stradali pure (come lo era la CBF1000 di qualche anno fa, tanto per intenderci). L’influenza delle enduro stradali è evidente nelle forme “ibride” del frontale piuttosto verticale, su cui spiccano il parabrezza regolabile (con tanto di deflettori a protezione delle mani) e il gruppo ottico sdoppiato dal taglio “felino” completamente a LED e con sistema DRL automatico. Gli indicatori di direzione, a LED anch’essi, sono a disattivazione automatica e includono la funzione “lampeggio” nel caso di frenata d’emergenza. La gestione dei flussi d’aria è demandata ai deflettori presenti sulla parte frontale della carrozzeria, dedicati non solo a proteggere le gambe del pilota, ma ad offrire una maggiore stabilità di marcia alle alte velocità. Il telaio a semi-doppia culla in tubi di acciaio con telaietto posteriore in alluminio, fa il paio con sospensioni Showa (azienda di cui Honda è proprietaria) ad escursione maggiorata, rispetto agli standard soliti delle moto da strada: 150 mm sia per la forcella a steli rovesciati non regolabile sia per il mono settabile nel precarico molla tramite un pratico pomello. Il reparto freni vede all’anteriore una coppia di dischi da 310 mm abbinati a pinze freno ad attacco radiale Nissin. Il motore è il bicilindrico parallelo derivato dall'Africa Twin da 1.084 cc, 102 CV e 104 Nm di coppia. Disponibile anche nella versione DCT, è gestito tramite cinque riding mode, mentre legati alla piattaforma inerziale ci sono l’ABS di tipo cornering, il controllo di trazione e l’antiimpennata.

Per tutti i dettagli sulla nuova Honda NT1100 vi rimandiamo al nostro articolo di presentazione, ora è arrivato il momento di salire in sella. Nelle pagine successive trovate le prime impressioni di guida, con i pregi e i difetti della moto, e il prezzo.

1/8

Honda NT1100 2022

Ricerche di Honda hanno rivelato - soprattutto nel Nord Europa - una domanda insoddisfatta di moto turistiche nel senso più tradizionale del termine: cerchi da 17", gran comfort, nessuna velleità fuoristradistica, sella bassa. Altro parametro rilevante emerso, il prezzo: doveva essere abbordabile. La risposta della Casa è la NT1100, una moto che condensa le caratteristiche delle tourer più classiche in una confezione moderna. A grandi linee la si può definire una crossover. In effetti buona parte della ciclistica e il motore sono in comune con la Africa Twin, le sospensioni hanno escursione generosa, il manubrio è largo e il busto, alla guida, è pressoché perpendicolare a terra. Tuttavia, la sportività che caratterizza poco o tanto più o meno tutte le concorrenti con caratteristiche simili (Yamaha Tracer 9, Kawasaki Versys 1000, BMW F 900 XR) lascia spazio sulla NT a una superiore attenzione alla comodità e alla praticità. Difficile trovare una moto che abbia, tutto insieme, una sella così accogliente (e ragionevole nella distanza da terra), una così spiccata capacità di digerire le asperità, una così efficace protezione aerodinamica, una tale stabilità ad alta velocità. Per non parlare della possibilità di avere il DCT, il cambio automatico a doppia frizione che funziona molto bene. Il risvolto logico è un carattere un po' più orientato al turismo che alle andature "da sparo". Attenzione: che con la NT si possano tenere ritmi notevoli è fuori discussione. Da buona Honda gode di un apprezzabile equilibrio e sia nello stretto sia sul veloce è neutra, precisa, bilanciata. E il motore è brillante, soprattutto se utilizzato dai medi in su. Se però si parte dal presupposto crossover = sportiva col manubrio alto si finisce, figuratamente, fuoristrada. La notevole efficacia della NT si basa su scorrevolezza, stabilità. È una moto molto veloce su ogni percorso, decisamente più di quanto il look elegante non suggerisca. Ciò non toglie abbia sospensioni più attente al comfort che alla gestione delle staccate "assassine". La maneggevolezza inoltre è solo buona e la luce a terra discreta, cose che portano a disegnare ad andature da TT traiettorie un filo più larghe dell'ideale. Tutto ciò non toglie che il bilancio complessivo tra efficacia e comfort sia eccellente; senza dubbio tra i migliori pregi di questa interessante nuova proposta.

1/8

Honda NT1100 2022

La nuova Honda NT1100 2022 è in listino rispettivamente a 14.540 euro c.i.m. per la versione con tradizionale cambio manuale e 15.540 euro c.i.m. per la versione con cambio a doppia frizione DCT.

I prezzi presenti in questo articolo sono da considerarsi con la formula “chiavi in mano”, comprensivi di “messa in strada”, che Motociclismo quantifica in 250 euro.

1/76

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA