Honda presenta la nuove CRF450R cross e CRF450RX enduro 2017

Honda CFR450R e CRF450RX 2017: info, tecnica e foto delle novità offroad di Tokyo. La Casa dell'Ala Dorata svela il nuovo modello della propria monocilindrica 450 cc da cross (completamente rivista rispetto al precedente) e, grande novità, la versione riservata all’enduro racing, arricchita con sospensioni più morbide, serbatoio maggiorato e un erogazione del motore più dolce
 

GRANDI NOVITà IN CASA HONDA

Dopo Husqvarna (cross ed enduro), KTM (cross ed enduro), Suzuki, Yamaha e Beta con le RR,  ecco che anche Honda presenta la proprie nuove armi tassellate da 450 cc per il 2017. Grande novità per la Casa di Tokyo è l’arrivo della versione “X” destinata all’enduro racing, ma partiamo dalla cross. Per quanto riguarda la CRF450R, si tratta della prima riprogettazione completa dopo otto anni di storia del modello: la m.y. 2017 porta con sé un motore con l'11% di potenza in più rispetto al precedente e una coppia maggiore su tutto l’arco di erogazione, un telaio completamente nuovo (con geometrie della ciclistica riprogettate, baricentro più basso), forcella Showa da 49 mm con molle in acciaio, serbatoio in titanio e nuove plastiche più lisce e aerodinamiche. Inoltre, il kit racing comprende l’avviamento elettrico (opzionale).
La nuova CRF450RX da enduro è realizzata sulla base della sorella da cross, con la quale condivide motore e telaio, ma si differenza per le sospensioni (hanno una taratura dedicata), ruota posteriore da 18”, mappature ad hoc,  serbatoio maggiorato, cavalletto laterale e avviamento elettrico di serie.
Sfogliate le immagini dei due modelli presenti nella gallery, poi ci addentriamo nei dettagli delle due moto. 

PANORAMICA DELLA NUOVA HONDA CRF450R

"Si tratta di una completa riprogettazione della CRF450R. Niente è stato lasciato al caso, abbiamo impiegato tutte le nostre energie per offrire ai clienti una moto da cross un passo davanti a tutte. Ci siamo concentrati sul realizzare una moto con prestazioni del motore superiori, eccezionale  trazione e aderenza della ruota posteriore e un baricentro basso, ottenendo un miglioramento dell’accelerazione rispetto al precedente modello del 5%. Il motto alla base di tale sviluppo era "indiscussa regina dell’holeshot". Ora siamo orgogliosi di poter offrire una moto con questo tipo di prestazioni a tutti gli appassionati di motocross”. Così M. Uchiyama, il Project Leader della CRF450R m.y. 2017 introduce la nuova moto.
 
La nuova CRF450R è stata infatti sviluppata in base ai dati raccolti dai Team Honda nei campionati AMA e MXGP, con l’obiettivo di diventare la moto più veloce del gruppo a scattare dal cancelletto. La sua progettazione è stata portata avanti da HRC anche grazie al continuo confronto con l’attuale modello 2016 in una serie di test con simulazioni di partenza una di fianco all’altra. Il risultato è che il nuovo modello riesce a coprire in soli 1,53” lo scatto da 0-10 m, ciò significa un -6,4% rispetto al precedente..
Le sovrastrutture della moto presentano un design totalmente nuovo e sono studiate per offrire prestazioni aerodinamiche più efficienti. Le grafiche sono stampate con la tecnica dell'inserimento della pellicola, per immagini più nitide e una finitura durevole. Inoltre, per la prima volta sulla CRF450R, è disponibile il kit di avviamento elettrico (optional).

MOTORE HONDA CRF450R m.y. 2017

Come detto, il motore da 449 cc della CRF450R 2017 ha una potenza massima superiore dell’11% rispetto al precedente modello. Analizzando i grafici delle curve di potenza e coppia si nota che il nuovo propulsore è più vigoroso, ad ogni regime di rotazione e anche nel picco di potenza, con più allungo e consistenza anche in prossimità del limitatore. Per raggiungere questi risultati la testata (sempre con distribuzione Unicam a quattro valvole) presenta un nuovo design: è ora presente un bilanciere a dito sulle valvole di aspirazione che determina un’alzata aumentata di 0,5 mm (ora è di 10 mm), mentre l’alzata delle valvole di scarico aumenta di 0,85 mm (ora è di 8,8mm.) Il diametro delle valvole di aspirazione è 38 mm (+2mm) e grazie alla lavorazione bidirezionale delle sedi valvola, il flusso dei gas è più omogeneo. Il flusso in ingresso nei condotti è ora diretto e rettilineo, migliorando così del 19% l’efficienza. Analogamente, il flusso dei gas di scarico è del 10% più efficiente grazie agli scarichi doppi, a loro volta ridisegnati con curvature radiali graduali. I terminali di scarico doppi sono più corti di 78 mm.

Le molle delle valvole hanno una sezione trasversale ovale e l’angolo tra le valvole di aspirazione è ora di 9° (dai precedenti 10°), quello tra le valvole di scarico è di 10,5° (dai precedenti 11,5°). Modifica questa che, grazie anche al nuovo pistone, massimizza l’efficienza della combustione e permette di ottenere un aumento del rapporto di compressione, dal precedente 12,5:1 all’attuale 13,5:1. Al raffreddamento del pistone provvede un getto d’olio a 4 fori (prima era a due fori). Lo spinotto del pistone e il bilanciere a dito sono entrambi dotati di rivestimento DLC (Diamond like Carbon). Le misure caratteristiche di alesaggio e corsa rimangono immutate a 96 x 62,1 mm.
Il motore ora utilizza una pompa di recupero per distribuire l'olio a forza (invece che nebulizzarlo) sia per la trasmissione che per la frizione ed è ora impiegata una sola fonte di olio (invece di due come in precedenza); ciò si traduce in una riduzione del volume totale di lubrificante (da 1.390 cc a 1.250 cc)
 
L’alleggerimento complessivo e il dimensionamento compatto sono stati ottenuti con numerose modifiche: il contralbero di bilanciamento è posizionato ora dentro al carter motore e l’ingranaggio della trasmissione primaria e del contralbero sono in comune, così come sono in comune l’ingranaggio guidato della primaria e quello della pompa dell’olio.
La velocità di rotazione dell'ingranaggio della trasmissione primaria è ora maggiore del 30%. Per sfruttare al meglio la maggiore potenza e coppia, sono stati messi a punto tutti e cinque i rapporti delle marce, con la trasmissione finale che passa dalla precedente 13/48 ad una più corta 13/49, rispettivamente per pignone e corona.
La frizione ora è composta da 7 dischi conduttori (invece di 8) e da 6 dischi condotti realizzati con un nuovo trattamento superficiale. Questa soluzione è stata scelta in quanto porta con sè un vantaggioso risparmio di ingombro e di peso (7,7 cm totali e quindi 2,6 mm più sottile).
 
I comandi e le indicazioni a disposizione del pilota sono posizionati sul lato sinistro del manubrio: qui troviamo pulsante di spegnimento del motore, spia EFI, pulsante di selezione delle mappe motore (EMSB) con spia LED.
Il pilota ha a disposizione tre mappe motore: la 1 offre un'erogazione bilanciata di potenza e coppia. La 2 è più mite, offre una risposta dell'acceleratore più facile da gestire, adatta ai fondi a bassa aderenza. La 3 è la più sportiva, con una combinazione di potenza e coppia sempre reattiva e aggressiva. Mentre la mappa 1 è standard e non modificabile, le mappe 2 e 3 possono essere ulteriormente personalizzate con l'hardware e il software di mappatura "setting tool HRC". Le mappe motore possono essere scelte dal pilota solo a moto ferma, con una pressione di circa un secondo del tasto dedicato; una pressione veloce permette invece al pilota di visualizzare in ogni momento la mappa scelta.

TELAIO E CICLISTICA HONDA CRF450R m.y. 2017

Il nuovo telaio presenta una struttura in alluminio a doppio trave discendente, che punta a migliorare la velocità in curva, la stabilità sull'anteriore, la direzionalità e la trazione al posteriore. La principale modifica riguarda le due travi principali, che sono ora più rastremate. La rigidità torsionale è stata ridotta del 6,8 %, con rigidità laterale invariata. Ne beneficia anche il peso (-270 grammi) e grazie ad un componente estruso invece che forgiato, anche il telaietto posteriore è più leggero (-225 grammi). Il baricentro è più basso di 2,7 mm. L'interasse è più corto di 11 mm, arrivando così a 1.482mm. La distanza fra il perno della ruota anteriore e il perno del forcellone è aumentata di 13 mm, ora è pari a 913 mm, mentre la distanza tra quest’ultimo e il perno della ruota posteriore è stata ridotta di 24 mm, ora è pari a 569 mm. Questa nuova configurazione sposta maggiormente il peso sulla ruota posteriore, per offrire maggior trazione in fase di accelerazione. L'inclinazione del cannotto di sterzo e l'avancorsa sono impostate a 27,4° e 116 mm (rispetto ai precedenti 27,1° e 117 mm). Il peso totale in ordine di marcia e con il pieno di benzina (6,3 litri) è 110,6 kg.
 
Sulla nuova CRF450R 2017 troviamo poi una forcella Showa a steli rovesciati da 49 mm con molle in acciaio, completamente regolabile, sviluppata sulla base dell’unità racing impiegata nel campionato giapponese. Non un'evoluzione, ma un prodotto completamente nuovo: il cilindro ha un diametro di 25 mm (anziché 24 mm), l'asta è da 14 mm (anziché 12,5 mm) e il pistone è da 39 mm (anziché 37 mm).
Per quanto riguarda il monoammortizzatore Showa (completamente regolabile) troviamo un nuovo punto di attacco superiore, più basso di 39 mm, e l'ammortizzatore stesso è montato centralmente rispetto all'asse longitudinale della moto (precedentemente era sfalsato di 5 mm). Il forcellone in alluminio è più corto di 18 mm (599 mm) e più leggero di 220 grammi rispetto alla precedente unità, con una forma dei bracci più sottile (in sezione trasversale).
 
Per quanto riguarda la frenata, all’anteriore troviamo un disco a margherita da 260 mm stretto da una pinza a due pistoncini; al posteriore un disco a margherita da 240 mm con pinza a pistoncino singolo. I cerchi in alluminio hanno raggi a montaggio diretto e sono 21” x 1.6 all’anteriore e 19” x 2.15 al posteriore. Gli pneumatici di primo equipaggiamento sono i Dunlop MX3SF ed MX3S, per terreni morbidi.
 
La nuova CRF450R 2017 è equipaggiata con un serbatoio della benzina in titanio da 6,3 litri, che pesa 513 g in meno del vecchio componente in plastica. Le nuove forme delle sovrastrutture sono più snelle per facilitare i movimenti del pilota e la sezione frontale, composta dal gruppo convogliatori/radiatori, è più stretta di 30 mm. Infine il parafango anteriore è stato ridisegnato per convogliare un flusso d'aria maggiore verso il radiatore.

PANORAMICA DELLA NUOVA HONDA CRF450RX

La CRF450RX è quasi identica sotto ogni aspetto alla sorella da cross, si differenzia tuttavia per la presenza di alcune caratteristiche che la rendono una vera enduro, senza compromessi. Le sospensioni hanno una taratura meno rigida e al posteriore la molla è più elastica. Inoltre la ruota posteriore è da 18” e l’equipaggiamento di serie prevede un serbatoio maggiorato, l’avviamento elettrico e il cavalletto laterale.
Il motore è identico alla CRF450R, ma sulla X la mappatura della centralina è impostata per fornire un'erogazione di coppia e potenza meno esplosiva rispetto alla versione da cross (rimangono a disposizione tre mappe motore). Si tratta comunque di un propulsore da competizione e necessita di manutenzione regolare. Gli intervalli di manutenzione sono programmati ogni 15 ore e prevedono il controllo del gioco valvole e il cambio di olio e filtro. Il motore inoltre non necessita di essere smontato e riassemblato dopo un certo numero di ore di utilizzo.
 
Queste le parole di M. Uchiyama, Project Leader della CRF450RX:  "La CRF450RX è una moto da enduro pronto-gara come mai Honda ne aveva fatte in precedenza. Sfrutta le eccezionali prestazioni della nuovissima CRF450R 2017, sulla base della quale non è stato affatto difficile realizzare questa versione enduro. La CRF450RX offre qualcosa di completamente nuovo ai piloti esperti di tutto il mondo. Fuori dalla cassa è già pronta a vincere al più alto livello delle competizioni enduro."

CICLISTICA HONDA CRF450RX 2017

Il telaio della CRF450RX è lo stesso, completamente ridisegnato, della CRF450R; ma in questo caso la moto, per via del serbatoio maggiorato (8,5 litri) arriva ad un peso complessivo di 118 kg. Anche la forcella è la stessa Showa da 49 mm a steli rovesciati, con molle in acciaio, utilizzata sulla versione da cross, ma la differenza è che su quella installata sulla X è impiegato meno olio, per dare una risposta complessivamente meno rigida. La molla del monoammortizzatore poi ha una costante elastica inferiore rispetto al modello cross (52 N/mm invece di 54 N/mm).
Identico tra le due versioni l’impianto frenante, cambia invece il cerchio posteriore, da 18” sulla X, al posto di quello da 19” della versione cross. Le misure dei cerchi della CRF450RX sono dunque 21” x 1.6 all’anteriore e 18” x 2.15 al posteriore. Gli pneumatici di primo equipaggiamento sono i Dunlop Geomax AT81 nelle misure 90/90-21” e 120/90-18”.
 
La CRF450RX è equipaggiata con un serbatoio benzina in plastica da 8,5 litri sostenuto da attacchi modificati; la sezione frontale, composta dal gruppo convogliatori/radiatori, è larga ora 410 mm. Sulla versione enduro troviamo poi il cavalletto laterale forgiato in alluminio, che si aggancia al telaio sull'attacco della pedana poggiapiede sinistra mediante una staffa in acciaio inossidabile.

SCHEDA TECNICA HONDA CRF450R M.Y. 2017

MOTORE  
Tipo 4T, raffreddato a liquido, Unicam a 4 valvole
Cilindrata 449,7 cc
Alesaggio x corsa 96 x 62,1 mm
Rapporto di compressione 13,5 : 1
ALIMENTAZIONE  
Tipo Iniezione elettronica PGM-FI con sistema mappature EMSB (Engine Mode Select Button)
Capacità serbatoio 6,3 litri
IMPIANTO ELETTRICO  
Accensione Digitale CDI
Avviamento A pedale e con kit avviamento elettrico
TRASMISSIONE  
Frizione Multidisco in bagno d’olio
Cambio 5 marce sempre in presa
Finale A catena
CICLISTICA  
Telaio In alluminio (settima generazione)
Dimensioni (L´L´A) 2.183 x 827 x 1.274 mm
Interasse 1.482 mm
Inclinazione cannotto 27° 22'
Avancorsa 116 mm
Altezza sella 960 mm
Altezza da terra 328 mm
Peso in o.d.m. e con il pieno 110,6 kg
Sospensione anteriore Forcella rovesciata Showa con molle in acciaio, steli da 49 mm, escursione 305 mm
Sospensione posteriore Ammortizzatore Showa con leveraggio Honda Pro-Link. Corsa 133 mm, escursione ruota 314 mm
RUOTE  
Cerchi anteriore In alluminio, a raggi, 21”x1.6
Cerchio posteriore In alluminio, a raggi, 19”x2.15
Pneumatico anteriore 80/100-21, Dunlop MX3SF
Pneumatico posteriore 120/80-19, Dunlop MX3S
FRENI  
Anteriore Disco wave da 260, pinza a 2 pistoncini
Posteriore Disco wave da 240 mm, pinza a singolo pistoncino

SCHEDA TECNICA HONDA CRF450RX M.Y. 2017

MOTORE  
Tipo 4T, raffreddato a liquido, Unicam a 4 valvole
Cilindrata 449,7 cc
Alesaggio x corsa 96 x 62,1 mm
Rapporto di compressione 13,5 : 1
ALIMENTAZIONE  
Tipo Iniezione elettronica PGM-FI con sistema mappature EMSB (Engine Mode Select Button)
Capacità serbatoio 8,5 litri
IMPIANTO ELETTRICO  
Accensione Digitale CDI
Avviamento Elettrico
TRASMISSIONE  
Frizione Multidisco in bagno d’olio
Cambio 5 marce sempre in presa
Finale A catena (13/50)
CICLISTICA  
Telaio In alluminio (settima generazione)
Dimensions (L´W´H) 2.175 x 827 x 1.274 mm
Interasse 1.477 mm
Inclinazione cannotto di sterzo 27° 26'
Avancorsa 116 mm
Altezza sella 959 mm
Altezza da terra 328 mm
Peso in o.d.m. con il pieno 118 kg
Sospensione anteriore Forcella rovesciata Showa con molle in acciaio, steli da 49 mm, escursione 305 mm
Sospensione posteriore Ammortizzatore Showa con leveraggio Honda Pro-Link. Corsa 133 mm, escursione ruota 312,5 mm
RUOTE  
Cerchi anteriore In alluminio, a raggi, 21”x1.6
Cerchio posteriore In alluminio, a raggi, 18”x2.15
Pneumatico anteriore 90/90-21, Dunlop GeoMax AT81
Pneumatico posteriore 120/90-18, Dunlop GeoMax AT81
FRENI  
Anteriore Disco wave da 260, pinza a 2 pistoncini
Posteriore Disco wave da 240 mm, pinza a singolo pistoncino

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA