Honda CB500F e CBR500R: da entry level... al Mondiale SBK

È una delle proposte più "intelligenti" dell'anno ma non per questo meno pepate: la CBR500R prenderà parte alla European Junior Cup, monomarca di contorno del WSBK 2013. Come la naked , è piacevole da guidare e sicura (ABS di serie)

Honda cb500f e cbr500r: da entry level... al mondiale sbk

Quando la Honda ha presentato la famiglia di tre moto basate sul motore bicilindrico in linea di 500 cc (cliccate qui per conoscere meglio le Honda CBR500R, CB500F e CB500X), molti pensarono che fosse la solita operazione per sdoganare in Europa moto dal valore relativo nate originariamente per il mercato asiatico. Delle oneste entry level di scarso impatto emotivo, insomma. Invece non è esattamente così. Certo, si tratta di tre modelli palesemente d’accesso, ma piuttosto ben fatti e non certo mesti. A tal punto che forse la quotazione di listino non fa gridare al miracolo per quanto riguarda il valore assoluto dei prezzi (cliccate qui per il listino Honda 2013).

DIVERTIRSI CON LE PICCOLE
Ma detto questo, noi ci siamo divertiti parecchio a guidare le nuove “Hondine” CBR500R e CB500F alla presentazione stampa, come abbiamo cercato di trasmettere nelle prime impressioni di guida. E poi c’è quel tarlo del Mondiale SBK… Nella stagione 2013, per 8 gare europee, la European Junior Cup affiancherà le gare dei campionati maggiori, e quest’anno la moto con cui si correrà sarà proprio una versione racing della CBR500R, che vi abbiamo descritto nel dettaglio dopo la presentazione all’Eicma (cliccate qui). Non ci resta, mentre aspettiamo di provare la crossover CB500X, che regalarvi il video del nostro test delle versioni stradali carenata e nuda, realizzato in Spagna in occasione del lancio stampa.

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Ultimi articoli