di Leonardo Parolo - 06 novembre 2017

Honda CB1000R 2018: maxinaked in salsa vintage

Honda presenta la CB1000R 2018: la nuova maxinaked giapponese segue le linee del prototipo Neo Sports Café coniugando stile e prestazioni. Info, foto e scheda tecnica

Finalmente la nuova CB1000R

Dopo aver visto i video teaser (qui il primo e qui il secondo) e aver visto le prime immagini, tra cui quella in copertina su Motociclismo di novembre, finalmente Honda ha svelato la sua nuova maxi naked basata sul prototipo Neo Sports Café: la CB1000R 2018 è stata completamente ripensata e riprogettata per unire prestazioni superiori (+20 CV e -12 kg) a uno stile inedito, inoltre è stata presentata anche la versione “plus” con quickshifter e accessori dedicati. Il design si differenzia dalla altre maxinaked prediligendo uno stile meno sportivo e più retrò, con forme più arrotondate e faro circolare. I gruppi ottici sono full LED e il faro anteriore mantiene la linea vista nel prototipo, con la luce diurna che corre lungo la circonferenza. Il portatarga è fissato al forcellone e lascia libero il codino. Cliccate qui per vedere le foto mentre di seguito ecco le novità e la scheda tecnica.

Motore più potente e rapporti più corti

Il faro anteriore della CB1000R 2018 è molto simile a quello del prototipo NSC

Il motore a quattro cilindri da 998 cc della nuova CB1000R è stato profondamente aggiornato per aumentare le prestazioni, ora a quota 145 CV (107 kW) a 10.500 giri e 104 Nm a 8.250 giri (per darvi un’idea la “vecchia” CB erogava 125 CV e 99 Nm). Le misure di alesaggio e corsa sono rimaste invariate (75 x 56,5 mm) ma il rapporto di compressione è passato da 10,4:1 a 11,6:1. Infine, i pistoni sono ora forgiati anziché pressofusi, lo stesso processo usato per quelli della Fireblade. Gli ingegneri Honda hanno lavorato per offrire più coppia tra i 6.000 e gli 8.000 giri spostando il limitatore a 12.000. L'alzata delle valvole è cresciuta sia all’aspirazione sia allo scarico, i corpi farfallati sono da 44 mm e camera di combustione, airbox e filtro dell’aria sono stati ripensati da zero. Come se non bastasse Honda ha deciso di rendere la nuova CB1000R più scattante dell’antenata accorciando i rapporti del cambio del 4% e implementando la frizione assistita antisaltellamento. L’impianto di scarico è stato ridisegnato e il sistema 4-2-1 offre una migliore erogazione e una voce il più coinvolgente possibile, con un deciso cambio di intonazione a 5.500 giri, inoltre rispetto al modello precedente è più leggero di 4,5 kg.

Ciclistica rivista e abitabilità migliorata

Il serbatoio non ha saldature a vista

Sul fronte della ciclistica nuova maxi giapponese è dotata di un inedito telaio monotrave superiore in acciaio scatolato affiancato da delle piastre in alluminio imperniate sul monobraccio identico a quello visto sul prototipo, che rispetto a quello della vecchia CB1000R è più corto di 14,7 mm. L'inclinazione cannotto di sterzo è pari a 25° per un’avancorsa di 100 mm. L'interasse misura 1.455 mm (+10 mm rispetto al precedente modello) e il peso con il pieno di benzina è di 212 kg, 12 kg in meno rispetto al modello precedente, distribuiti al 48,5% all’anteriore e 51,5% al posteriore. La posizione di guida è stata resa più naturale allargando il manubrio di 12 mm e alzandolo di 13, la seduta è stata rialzata di 5 mm arrivando a quota 830 mm. Le sospensioni Showa si compongono di una forcella regolabile SFF-BP (Separate Function Front Fork – Big Piston) e un monoammortizzatore completamente regolabile. L’impianto frenante è composto da un doppio disco flottanti da 310mm morso da pinze radiali a 4 pistoncini all’anteriore e un disco singolo da 256 mm con pinza a 2 pistoncini al posteriore. Sulla versione speciale CB1000R+ sono presenti di serie il Quickshifter e le manopole riscaldabili, oltre ad una serie di componenti con finiture metalliche, come il guscio monoposto e l’unghia sopra al faro, il parafango anteriore, il parafango posteriore a filo ruota e la griglia copri-radiatore.

Elettronica e accessori

L’elettronica della nuova CB1000R si compone di quattro riding mode (Rain, Standard, Sport e User) che variano l’erogazione, il freno motore e il livello del controllo di trazione HSTC; nella User invece il pilota potrà configurare un setup personalizzato con i diversi parametri. Il cruscotto digitale integra anche la spia Shift-up: un LED bianco che lampeggia con una frequenza crescente quando i giri superano il valore preimpostato oppure cambia colore come indicazione visiva per il passaggio alla marcia superiore. Integrano il cruscotto la spia di guida ECO e l’indicatore della marcia inserita.
Insieme alla nuova CB1000R è stata presentata anche una linea di accessori dedicati:

  • Cambio rapido Quickshifter (di serie su CB1000R+)
  • Manopole riscaldabili (di serie su CB1000R+)
  • Presa 12V
  • Unghia parabrezza (di serie su CB1000R+)
  • Unghia coprisella (di serie su CB1000R+)
  • Griglia in alluminio con logo per radiatore (di serie su CB1000R+)
  • Parafango anteriore con inserti in alluminio (di serie su CB1000R+)
  • Parafango posteriore a filo ruota in alluminio (di serie su CB1000R+)
  • Selle in Alcantara
  • Stickers ruote
  • Tamponi motore
  • Paraserbatoio
  • Kit borsa serbatoio
  • Kit borsa codino

Honda CB1000R 2018: la scheda tecnica

Motore 4 cilindri in linea, bialbero a 4 valvole per cilindro
Cilindrata 998 cc
Alesaggio x corsa 75 x 56,5 mm
Rapporto di compressione 11,6 : 1
Potenza massima 145 CV (107 kW) @ 10.500 giri/min
Coppia massima 104 Nm @ 8.250 giri/min
Alimentazione Iniezione elettronica Honda PGM-FI
Capacità serbatoio 16,2 litri
Consumi 17,2 km/l (ciclo medio WMTC)
Avviamento Elettrico
Capacità batteria 12V/8.6AH
Frizione Multidisco in bagno d’olio, assistita e con antisaltellamento
Cambio A 6 rapporti
Trasmissione finale A catena
Telaio Monotrave superiore in acciaio scatolato con piastre laterali in alluminio
Dimensioni (LxLxA) 2.120 x 789 mm x 1.095 mm
Interasse 1.455 mm
Inclinazione cannotto di sterzo 25°
Avancorsa 100 mm
Altezza sella 830 mm
Altezza da terra 135 mm
Peso in o.d.m. con il pieno 212 kg
Sospensione anteriore Forcella Showa SFF-BP USD regolabile
Sospensione posteriore Ammortizzatore Showa regolabile
Cerchi In alluminio pressofuso a razze sdoppiate
Pneumatico anteriore 120/70 ZR17
Pneumatico posteriore 190/55 ZR17
Tipo ABS A due canali
Freno anteriore Dischi flottanti da 310 mm con pinze ad attacco radiale a 4 pistoncini
Freno posteriore Disco da 256 mm con pinza 2 pistoncini
Strumentazione Digitale Full-LCD
Luci Full-LED

© RIPRODUZIONE RISERVATA