di Beppe Cucco - 10 marzo 2019

Cura anabolizzante per la Honda Africa Twin

In vista dell'entrata in vigore della nuova normativa Euro 5 (2020) la Honda Africa Twin potrebbe aumentare la propria cilindrata: dagli attuali 998 cc si passerebbe a…
1/11 Honda Africa Twin Adventure Sports nella nuova livrea ​2019 “Silver Metallic”
In vista delle nuove norme antinquinamento Euro 5 (che entreranno in vigore nel 2020) la Honda Africa Twin potrebbe… crescere nella cilindrata. La notizia arriva dal Giappone, dove le prime indiscrezioni circolanti dicono che la cilindrata dell'endurona di Tokyo potrebbe passare dagli attuali 998 a 1.080 cc. Un aumento della cubatura che porterebbe con sé anche un aumento della potenza, con un incremento di 5 CV. Questo si renderebbe necessario per far fronte alle sempre più stringenti norme antinquinamento, che "strozzando" ulteriormente il motore dell'AT le creerebbero un gap profondo nei confronti delle avversarie.

C'è da considerare, infatti, che al suo debutto sul mercato nel 2016 l'Africa Twin, coni suoi 95 CV, aveva a che fare con rivali come la BMW R 1200 GS, da 125 CV, e la KTM 1050, da 95 CV. Negli anni però l'endurona tedesca ha aggiornato il proprio motore salendo a 1.252 cc e 134 CV di potenza, l'austriaca invece ha avuto un'iniezione di 30 CV, arrivando a quota 125 con la 1090. Inoltre, la Casa di Mattighofen sta per immettere sul mercato anche la nuova 790 Adventure, con la stessa potenza dell'attuale Africa Twin (95 CV), ma più leggera (209 kg con il pieno, vs. 230)

Le novità non si fermerebbero alla cilindrata, ma la nuova versione 2020 dell'Africa Twin potrebbe portare con sé anche un serbatoio più capiente (da 18,8 a 20 litri), una nuova strumentazione con display TFT a colori e avviamento keyless.

Per il momento però si tratta solo di supposizioni e in casa Honda le bocche sono cucite sull'argomento, non ci resta che aspettare i prossimi mesi per saperne di più.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli