di Riccardo Villa
12 January 2023

Sportster S in miniatura, ecco il clone H-D dalla Cina

Si chiama Streetboy V-Maxster 300, ed è la copia in piccolo della Harley-Davidson Sportster S, con linee e grafiche brutalmente scopiazzate dalla cruiser di Milwaukee, con tanto di motore bicilindrico a V. Ecco come è fatta e quanto costa

1/5

1 di 2

Eicma si è conclusa ormai da alcune settimane e vi abbiamo parlato a lungo dello step evolutivo che alcune case orientali, in particolar modo cinesi, hanno avuto in questi anni, proponendo modelli ben fatti, dalle prestazioni parecchio interessanti e dal design sviluppato e portato avanti in casa, o in alcuni casi rivolgendosi ad alcuni studi di design Europei. Prima fra tutti CFMoto con la NK C22, costruita in Cina ma dal design tutto italiano sviluppato dallo studio Modena40. Qui trovate la nostra intervista e la prova in esclusiva mondiale del prototipo NK C22.

Purtroppo però ci sono ancora molti produttori cinesi che sviluppano i loro modelli ricalcando, come alcuni furbetti facevano a scuola, i disegni dei più bravi. Vi abbiamo già scritto svariate volte di situazioni analoghe, come la CoCo pony, una Ducati Scrambler in miniatura con ruote da 14”, della Cangyun XS 500 che è la copia della Honda CMX 500 Rebel e ancora la Ducati Streetfighter da 44 CV alla Yamax Z400, la copia spudorata della Z1000 o alla Moto S450RR, il clone cinese della BMW S 1000 RR. Ce n’è davvero di ogni.

Questa è la volta di Harley-Davidson, che vede cannibalizzata la propria Sportster S (qui la nostra prova al banco) dal brand Motofino, di proprietà del colosso cinese Wangey, una Casa motociclistica che nel 2021 ha prodotto oltre 180.000 veicoli e che ora propone la Steetboy V-Maxter 300, una copia in piccolo della nota e premiata cruiser di Milwaukee. Partendo dall’anteriore si nota subito il faro ovale, che arriva direttamente da quello della Harley-Davidson, così come la sella corta, la coda e il serbatoio, che eredita persino la grafica della scritta Streetboy Motofino.

La Sporster S Harley Davidson

1/21

Osservando con un occhio più attento la moto si notano però alcune caratteristiche che, in parte,la distinguono dalla Sportster S, come le sezioni degli pneumatici che sono più snelli e la posizione di guida più rialzata, per via della sella meno infossata rispetto a quella della H-D.

Cambiano anche le prestazioni, con la Streetboy che incorpora si un bicilindrico a V raffreddato a liquido, ma da 300 cc.

Una unità prodotta dai colleghi di QJ Motor per conto di Harley Davidson, che va ad equipaggiare alcuni modelli specifici per il mercato asiatico. Questo propulsore, per l'esattezza di 296 cc è accreditato di 30,7 CV a 9.000 giri/min. e 26,5 Nm di coppia a 7.000 giri/min. con trasmissione a cinghia dentata. La ciclistica vede invece al lavoro un telaio a doppia culla in acciaio con forcella a steli rovesciati, doppio ammortizzatore posteriore e impianto frenante con dischi singoli sorvegliati entrambi da ABS. La Motofino Streetboy V-Maxster 300 è venduta in Cina per l'equivalente di circa 3.200 euro.

Difficile, come per quasi tutti i cloni, che questo modello possa uscire dal continente asiatico, per via degli inevitabili problemi di diritti a cui andrebbe incontro il costruttore.

1/5

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA